Anthem rinascerà: Bioware conferma la revisione completa del gioco

Anthem rinascerà: Bioware conferma la revisione completa del gioco

Dopo il deludente debutto di Anthem, Bioware si prepara a rilanciare il suo gioco di ruolo fantascientifico e lo farà con una vera riprogettazione del gameplay. L'annuncio ufficiale arriva da Casey Hudson, General Manager dello studio di Edmonton.

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Come ormai ben saprete, il progetto Anthem si è rivelato un disastro. La critica internazionale aveva bocciato diversi aspetti dell'action RPG, come il loot system, reputato poco appagante, e la mole di contenuti, fin troppo scarna per poter intrattenere i giocatori più dediti. A tali difetti si affiancano un gameplay imperfetto e una serie di bug che incorniciano un comparto tecnico non all'altezza delle aspettative.

Da diversi mesi si vocifera di un eventuale rilancio del gioco di Bioware, attraverso un'operazione di restauro che avrebbe dato nuova linfa vitale al titolo sci-fi. Poche ore fa è dunque arrivato l'annuncio ufficiale del team canadese: 'Anthem 2.0' si farà.

Bioware: una squadra lavorerà alla revisione di Anthem

I primi rumor legati alla rinascita di Anthem risalgono allo scorso novembre, quando Jason Schreier di Kotaku ci aveva parlato di un progetto di revisione pianificato da Bioware e dal publisher Electronic Arts. Gli sviluppatori avrebbero realizzato una sorta di Anthem 2.0 - o Anthem Next - sulla falsariga di quanto fatto da Square Enix con Final Fantasy XIV (2010), gioco ritenuto fallimentare e che tuttavia è riuscito a rigermogliare con l'apprezzato A Realm Reborn (2013).

Nella giornata di ieri, Casey Hudson ha confermato le indiscrezioni diffuse negli ultimi mesi. Sul blog ufficiale di Bioware, il General Manager ha speso qualche parola in merito alla community di giocatori che ha continuato a dare fiducia ad Anthem e al suo team di sviluppo. Cosa più importante, Hudson ha dichiarato che un nuovo team lavorerà a una revisione del gioco, rielaborando le principali meccaniche di gioco e il sistema di progressione.

"Nel corso dell'ultimo anno, il team ha lavorato duramente per migliorare la stabilità, le performance e la qualità generale offrendo tre stagioni di nuovi contenuti e feature. Abbiamo anche ascoltato il vostro feedback, secondo cui Anthem necessita di un'esperienza di loot più soddisfacente, una migliore progressione a lungo termine e un endgame più appagante. Dunque riconosciamo che c'è ancora molto lavoro da fare per mettere in luce il pieno potenziale dell'esperienza e ciò richiederà una reinvenzione più sostanziale di un aggiornamento o di un'espansione".

Nel suo post, Hudson ha quindi aggiunto: "Nei prossimi mesi ci concentreremo su una più completa riprogettazione dell'esperienza, lavorando al fine di reinventare il core gameplay con obiettivi chiari, sfide motivanti e una progressione con ricompense significative [...] E per farlo correttamente faremo qualcosa che vorremmo aver fatto di più la prima volta: offrire al team il tempo di testare e iterare, concentrandosi prima sul gameplay".

Il capoccia di Bioware ha specificato che la software house continuerà a supportare l'attuale versione di Anthem con nuovi eventi e contenuti.

Ricordiamo che il prossimo 22 febbraio verrà celebrato il primo anniversario del gioco: sarà l'occasione perfetta per distrarsi in attesa di ulteriori aggiornamenti sul futuro Anthem 2.0.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StylezZz`11 Febbraio 2020, 19:32 #1
Ma cosa vogliono riprogettare, ancora non chiudono!?

Tutti i giochi EA/Bioware andrebbero boicottati, e allora poi forse inizierebbero a capire la serietà e il rispetto nei confronti dei consumatori, ma fin quando ci sarà chi pagherà, a cominciare dalle microtransazioni, è solo tempo perso.
ningen12 Febbraio 2020, 10:58 #2
Non riuscirò mai a comprendere questi "ritorni di fiamma" che ogni tanto si vedono nel mondo dei videogiochi, in cui di colpo ci si dimentica di tutto quello che è successo e si è sempre disposti a dare la classica seconda chance.
Certe volte, come nel caso di Hello games e no man sky, addirittura c'è gente che ha la sfacciatagine di dire che questi sviluppatori vanno presi ad esempio, nonostante abbiano rilasciato un gioco disastrato che solo dopo svariati anni ha finalmente acquisito un senso... o quasi.
Follia del gaming moderno, non ci importa piu' del fatto che la qualità media è ormai a livelli infimi e che i giochi escano puntualmente incompleti per diventare decenti solo dopo anni (e dico decenti perchè nessuno si aspetta capolavori quando il materiale di partenza è cosi scarso), quando siamo fortunati.
Per Anthem vale lo stesso discorso, anche se dubito fortemente che ci sia una ripresa del gioco che lo porti almeno al livello della concorrenza, perchè significherebbe rifarlo completamente da zero ed i presupposti per una cosa simile non ci sono.
matsnake8612 Febbraio 2020, 13:36 #3
Poche piccole regole per esser un gamer felice nel 2020:

1. Non preordinare mai un gioco.

2. Non comprare mai e po mai un gioco al Day 1.

3. In base alla tipologia di gioco aspetta sempre dai 3 mesi ad 1 anno prima di acquistarlo perche:
3.1. Lo paghi meno;
3.2. Lo compri con eventualmente tutti i dlc previsti;
3.3. Lo compri e funziona senza problemi
3.4. Eventuali bilanciamenti e cambiamenti (specialmente se un mmo) sono già stati fatti


4. Acquistando in "ritardo" i driver della vga ed il gioco stesso saranno sicuramente meglio ottimizzati.

edit:

5. Non comprare mai giochi in early access nè tanto meno kickstarters e simili.
Titanox212 Febbraio 2020, 13:56 #4
Originariamente inviato da: matsnake86
Poche piccole regole per esser un gamer felice nel 2020:

1. Non preordinare mai un gioco.

2. Non comprare mai e po mai un gioco al Day 1.

3. In base alla tipologia di gioco aspetta sempre dai 3 mesi ad 1 anno prima di acquistarlo perche:
3.1. Lo paghi meno;
3.2. Lo compri con eventualmente tutti i dlc previsti;
3.3. Lo compri e funziona senza problemi
3.4. Eventuali bilanciamenti e cambiamenti (specialmente se un mmo) sono già stati fatti


4. Acquistando in "ritardo" i driver della vga ed il gioco stesso saranno sicuramente meglio ottimizzati.

edit:

5. Non comprare mai giochi in early access nè tanto meno kickstarters e simili.


esatto!
e aggiungo: questi giochi hanno tutti il medesimo problema: ovvero la mancanza di contenuti...non capisco perchè la gente si ostini a comprarli
Darkon12 Febbraio 2020, 13:57 #5
Originariamente inviato da: Titanox2
esatto!
e aggiungo: questi giochi hanno tutti il medesimo problema: ovvero la mancanza di contenuti...non capisco perchè la gente si ostini a comprarli


La gente gioca a fortnite e LoL... c'è bisogno di aggiungere altro?!
Bestio12 Febbraio 2020, 14:41 #6
Ma perchè non tornano a fare un GDR come quelli che sapevano fare una volta, invece di continuare a perdere tempo con ste minchiate?

Originariamente inviato da: Darkon
La gente gioca a fortnite e LoL... c'è bisogno di aggiungere altro?!


Non tutti, anche giochi come The Witcher 3 o Red Dead Redemption 2 vendono parecchio... (per non parlare dei GTA)
randy8812 Febbraio 2020, 14:59 #7
Sto cominciando a pensare che questi abbiano perso in maniera irreversibile ogni contatto con la realtà. La situazione è disperata e a menochè DA4 non sia un miracolo, Bioware è andata.

Riscrivo qui le stesse cose che ho scritto altre 100mila volte, e che ripeterò fino alla mia morte:

Anthem è il classico gioco "radical chic": Vuol sembrare figo ma non lo è, non serve a nulla e fa incazzare tutti.

Dopo il passo falso di Andromeda, Bioware doveva uscirsene con DA4. Non lo dico tanto per dire, DA4 in quel momento era già in sviluppo col nome in codice "Joplin". Un progetto che pare fosse molto avvincente e che portasse la serie verso orizzonti più ambiziosi(https://it.ign.com/dragon-age-4-ps4...-dello-sviluppo)

"Jopin" fu soppresso perchè avevano deciso di puntare tutto su Anthem. Qui è morta Bioware. Anzi, qui si è suicidata. E leggendo questa news capisco che non hanno nessuna intenzione di resuscitare.

Poi in futuro uscirà anche DA4, ripreso lo sviluppo(Progetto "Morrison", ma non sarà quel "Joplin" iniziale, e a questo punto solo un miracolo o un colpo di culo clamoroso può salvare la baracca.
polli07912 Febbraio 2020, 15:43 #8
Originariamente inviato da: randy88
Sto cominciando a pensare che questi abbiano perso in maniera irreversibile ogni contatto con la realtà. La situazione è disperata e a menochè DA4 non sia un miracolo, Bioware è andata.

Riscrivo qui le stesse cose che ho scritto altre 100mila volte, e che ripeterò fino alla mia morte:

Anthem è il classico gioco "radical chic": Vuol sembrare figo ma non lo è, non serve a nulla e fa incazzare tutti.

Dopo il passo falso di Andromeda, Bioware doveva uscirsene con DA4. Non lo dico tanto per dire, DA4 in quel momento era già in sviluppo col nome in codice "Joplin". Un progetto che pare fosse molto avvincente e che portasse la serie verso orizzonti più ambiziosi(https://it.ign.com/dragon-age-4-ps4...-dello-sviluppo)

"Jopin" fu soppresso perchè avevano deciso di puntare tutto su Anthem. Qui è morta Bioware. Anzi, qui si è suicidata. E leggendo questa news capisco che non hanno nessuna intenzione di resuscitare.

Poi in futuro uscirà anche DA4, ripreso lo sviluppo(Progetto "Morrison", ma non sarà quel "Joplin" iniziale, e a questo punto solo un miracolo o un colpo di culo clamoroso può salvare la baracca.


Anche Anthem sulla carta era un gran gioco per la sua tipologia (Destiny, The Divisione e simili) purtroppo la release finale è stata quello che è stata.
Questa tipologia di giochi se piacciono fanno guadagnare molto però devi saperli fare, cosa che bioware ha dimostrato di non saper fare.
Anche rimanendo nel suo campo, gli RPG, mi sembra alquanto in difficoltà, DA3 e Andromeda che sono gli ultimi usciti, hanno creato non poco malcontento.
Magari con DA4 la situazione migliora ma sinceramente inizio a pensare che semplicemente nella Bioware attuale non c'è tutto quel talento che si pensa.
randy8812 Febbraio 2020, 15:48 #9
Originariamente inviato da: polli079
Anche Anthem sulla carta era un gran gioco per la sua tipologia (Destiny, The Divisione e simili) purtroppo la release finale è stata quello che è stata.
Questa tipologia di giochi se piacciono fanno guadagnare molto però devi saperli fare, cosa che bioware ha dimostrato di non saper fare.
Anche rimanendo nel suo campo, gli RPG, mi sembra alquanto in difficoltà, DA3 e Andromeda che sono gli ultimi usciti, hanno creato non poco malcontento.
Magari con DA4 la situazione migliora ma sinceramente inizio a pensare che semplicemente nella Bioware attuale non c'è tutto quel talento che si pensa.


Ovviamente Anthem è un flop perchè la Bioware con quel tipo di gioco non ci combina nulla. E' come se Cristiano Ronaldo andasse a giocare a Basket.

A me sia Andromeda sia Inquisition mi sono piaciuti. Risentono di alcune politiche palesemente EA, ma in generale sono giochi che ho giocato estremamente volentieri e che rigiocherei.

Per quanto riguarda il talento hai ragione, ma temo che più a livello tecnico, la mancanza di talento sia a livello manageriale, il che è molto peggio e grave.
polli07912 Febbraio 2020, 16:21 #10
Originariamente inviato da: randy88
Ovviamente Anthem è un flop perchè la Bioware con quel tipo di gioco non ci combina nulla. E' come se Cristiano Ronaldo andasse a giocare a Basket.

A me sia Andromeda sia Inquisition mi sono piaciuti. Risentono di alcune politiche palesemente EA, ma in generale sono giochi che ho giocato estremamente volentieri e che rigiocherei.

Per quanto riguarda il talento hai ragione, ma temo che più a livello tecnico, la mancanza di talento sia a livello manageriale, il che è molto peggio e grave.


Naturalmente va a gusti, anche a me Andromeda è piaciuto abbastanza (DA3 no, assolutamente) ma se alla massa non sono piaciuti un motivo ci sarà.
Se non ricordo male entrambi i giochi sono stati svenduti dopo poco e questo è sintomo che non hanno fatto presa.
Potrebbe anche essere un problema generato da EA ma anche se così fosse, perchè la cosa dovrebbe cambiare con DA4?
Se poi DA4 uscirà è sarà un bel titolo meglio, ma allo stato attuale visto gli ultimi titoli mi viene più facile pensare che sarà l'ennesimo gioco al massimo discreto.
Sul fatto che la bioware non è capace cosa dire, la blizzard non aveva mai creato un gioco di carte eppure con hearstone ha fatto il botto, idem per overwatch (adesso non so se ha fatto il botto cmq il suo seguito lo ha), paradossalmente è andata peggio nel campo dove è più brava D3 e WC3 Reforged.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^