Battalion 1944, shooter multiplayer vecchia scuola per i giocatori più bravi

Battalion 1944, shooter multiplayer vecchia scuola per i giocatori più bravi

Entrato recentemente in Early Access su Steam, Battalion 1944 è uno shooter multiplayer vecchia scuola sviluppato da un gruppo di programmatori veterani del genere e appassionati

di , Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Square EnixSteam
 

Battalion 1944 è uno shooter multiplayer che ricorda i primi Call of Duty o Counter-Strike, ed è quindi rivolto ai giocatori più esperti e abili nel genere. Si tratta di uno di quei giochi dove è cruciale spostarsi bene in funzione di ciò che fa il nemico, dove bisogna prestare grande attenzione a tutti i rumori prodotti dagli altri giocatori, andare velocemente in ironsight per non mancare i colpi e saltare quando si svolta l'angolo per guadagnare quel millesimo di secondo che può fare la differenza tra una kill fatta e una ricevuta.

Parliamo, dunque, di una rievocazione di un modo di giocare del passato, senza semplificazioni e con ritmi e meccaniche che esaltano la bravura dei giocatori, senza che un qualche sistema di aiuto possa affievolire le differenze nell'abilità. Dal nome potrebbe inizialmente rievocare Battlefield, ma ci troviamo invece di fronte a qualcosa di molto più simile ai già citati CoD o CS.

Battalion 1944 è uno di quei giochi dove è cruciale saltare quando si svolta l'angolo per guadagnare quel millesimo di secondo che può fare la differenza tra una kill fatta e una ricevuta
Il gioco è sviluppato dal team britannico con sede a Derby Bulkhead Interactive, che in passato aveva già realizzato il puzzle game The Turing Test. È invece prodotto da Square Enix Collective, l'etichetta del noto produttore giapponese dedicata al mondo indie. Battalion 1944 è basato su Unreal Engine 4, si concentra su mappe piuttosto ristrette ma abbastanza dettagliate sul piano poligonale. L'iter di sviluppo è giunto in quella delicatissima fase dove si fanno tantissimi miglioramenti in poco tempo, ma dove ogni scelta pesa come un macigno perché va a modellare il gioco in via definitiva.

La modalità Wartide è in questo momento l'anima di Battalion 1944, e la si raggiunge scegliendo la voce "Unranked" dall'ancora striminzito menù iniziale del gioco. Si tratta di una rivisitazione del classico Bomb Defusal di Counter-Strike dove il team che attacca deve piazzare la bomba su uno dei due siti, mentre chi difende cercare di impedire che l'operazione vada a buon fine ed, eventualmente, disinnescare la bomba. Regole molto semplici, in un titolo multiplayer, però, realmente difficile da padroneggiare.

Una filosofia voluta dagli autori per ripristinare la purezza degli shooter di una volta dove l'elemento cruciale era proprio la mira, insieme agli spostamenti. Anche il più semplice dei movimenti produce un suono che può essere intercettato dal nemico e dargli un'idea della posizione del nemico. Ciascun suono prodotto non solo ha un effetto uditivo, ma viene anche evidenziato sulla mini-mappa con un pallino rosso, il che è ovviamente sfruttabile per avere la percezione dei movimenti degli avversari. Svoltare gli angoli è altrettanto cruciale, e quindi conoscere a menadito le mappe, e bisogna farlo in modalità ironsight già abilitata.

Contemplato anche il "lean", ovvero la possibilità di sporgersi rispetto agli angoli, anche se il movimento di spostamento laterale non è così pronunciato come in altri giochi. Potrebbe non essere gradito, inoltre, il fatto che non è possibile mantenere il "lean", il che induce i giocatori a premere una combinazione di tasti spesso difficoltosa. Per questi motivi, sostare a un angolo senza produrre rumore e attendere pazientemente le mosse del nemico e il suo palesarsi può essere una strategia efficace per perdurare il più possibile nel match. Naturalmente è poi la collaborazione con il resto del team che fa la differenza.

Le fasi in cui si svoltano gli angoli sono quelle più delicate, soprattutto se non si ha certezza sull'eventuale presenza del nemico dietro la parete. Diventa quasi obbligatorio saltare, entrare il più velocemente possibile in "ironsight" e centrare l'avversario. Il salto, a differenza di quanto avviene in altri giochi come Counter-Strike, non produce una considerevole compromissione della mira. Questo punto è molto importante e, unitamente al tipo di gestione del "lean", contribuisce molto a rendere Battalion 1944 molto difficile da padroneggiare. Entrare in corsa, saltare al punto giusto e gestire l'arma in salto sono elementi cruciali per performare decentemente.

Il salto, a differenza di quanto avviene in altri giochi come Counter-Strike, non produce una considerevole compromissione della mira
Entrare in "ironsight", inoltre, non rappresenta una modifica alla sensibilità di puntamento importante. Mentre in altri sparatutto questa procedura conferisce un aiuto nella precisione nella mira, in Battalion 1944 non cambia niente tra la modalità "ironsight" e la modalità senza "ironsight". Tranne ovviamente che per lo "spread", che risulta ridotto in "ironsight". Entrare nella modalità di mira consente, al solito, di sparare verso un punto preciso, in opposizione alla classica dispersione dei colpi. Questa è l'impostazione di default, ma da menù è comunque possibile ripristinare l'impostazione più moderna, con sensibilità differenti tra "ironsight" e non-"ironsight".

Il tutto a ritmi sempre molto importanti, che rendono impossibile riuscire a essere minimamente competitivi senza allenamento e senza esperienza pregressa ai classici del genere prima menzionati. Anche perché Wartide ha un funzionamento a round, ovvero per ogni morte bisogna attendere che uno dei due team ottenga le condizioni di vittoria per continuare a giocare. Questo, unitamente al fatto che la scelta delle armi non è completamente libera, conferisce grande pathos alle fasi di gioco, richiedendo al giocatore di mantenere i nervi saldi nei momenti in cui incontra uno degli avversari.

Un sistema di "cards" regola, infatti, la disponibilità delle armi. A inizio match ci sono quattro "card" per ogni arma, e i giocatori vanno a consumare ognuna di esse per ciascuna morte. Quando muiono lasciano cadere la "card" sul campo di battaglia, e questa può essere recuperata da un altro giocatore, sia avversario che alleato. Quando tutte le "card" risulteranno perse il team si ritroverà a giocare con la configurazione di default, che prevede un fucile Bolt-Action difficile da padroneggiare.

Se si continua a morire in Wartide la scelta dell'arma risulterà limitata, e questo non consentirà di giocare con la bocca di fuoco con cui si è più a proprio agio
Ci sono sei classi in Battalion 1944, e ognuna di queste si contraddistingue per un loadout per ciascuna delle due fazioni sul campo di battaglia, Asse e Alleati. Ciò vuol dire una precisa arma da fuoco e la disponibilità o meno di granata tattica e granata a frammentazione. Rifleman vede gli Alleati combattere con l'M1 Garand, M1911 e l'Asse con il Kar98k. Pathfinder mette a disposizione dei soldati alleati il Thompson, mentre quelli dell'Asse hanno l'MP40. Heavy, invece, si caratterizza per il BAR per quanto riguarda gli Alleati e l'STG-44 per l'Asse. Marksman è, poi, la classe da cecchino con lo Springfield S e il Kar98k S rispettivamente per Alleati e Asse. Operator si adatta bene ai combattimenti ravvicinati e abbiamo un Trenchgun per le due fazioni. Quando finiscono le "card", invece, bisogna combattere con le armi Bolt-Action tipiche dell'epoca della seconda guerra mondiale come il Gewehr 43.

L'adrenalina legata alla normale tattica va dunque a sommarsi al sistema di disponibilità delle armi: insomma, non puoi proprio morire se non vuoi essere un peso per il team. Anche in questo, dunque, Battalion 1944 ricorda Counter-Strike e, nello specifico, il peculiare sistema di riacquisto delle armi del titolo Valve.

Battalion 1944 Classes

Battalion 1944 Classes

Default

Battalion 1944 Classes

Rifleman

Battalion 1944 Classes

Pathfinder

Battalion 1944 Classes

Heavy

Battalion 1944 Classes

Marksman

Battalion 1944 Classes

Operator

Il tutorial di Battalion 1944 fa poi capire come anche in termini di meccaniche di movimento Bulkhead abbia guardato al passato. Sono, infatti, contemplati Crouch Jump e Strafe Jump. Nel primo caso, nel momento di saltare, si premono contemporaneamente i tasti associati all'accovacciarsi e al salto per performare un salto più efficace del normale e raggiungere piattaforme altrimenti irraggiungibili. Nel caso dello Strafe Jump, invece, bisogna muoversi nella direzione tipica del movimento laterale strafe avvicinandosi al baratro da saltare e infine saltare verso la direzione frontale per ritrovarsi un po' più in là rispetto al salto normale.

Il tutorial del gioco prevede dei percorsi completabili solo con queste tecniche, che poi in match non sono però così cruciali come gli altri accorgimenti che abbiamo visto prima. Inoltre, Bulkhead darà ai giocatori la possibilità di usare server personali che, tra le altre cose, consentono di caricare mod, di configurare partite competitive private o aumentare il numero dei giocatori ben oltre le impostazioni consigliate.

Sono contemplati Crouch Jump e Strafe Jump
Wartide non è l'unica modalità di gioco prevista, perché alla voce "Arcade" del menù corrisponde una playlist di match con modalità classiche, come Dominio, Capture the Flag e Team Deathmatch. Per i giocatori meno esperti è caldamente consigliato dedicarsi a queste modalità prima di provare Wartide contro i giocatori con maggiore sensibilità e conoscenza delle mappe e dei movimenti. Bulkhead ha previsto anche le War Chest, ovvero forzieri puramente cosmetici che si ottengono salendo di livello o acquistandoli nel negozio.

Battalion 1944 nasce dunque da diverse esigenze che stanno interessando il mondo dei videogiochi nel recente periodo. Al di là dell'innegabile ritorno al passato che riguarda sempre più trasversalmente l'intero settore, si tratta di un prodotto che punta a incentivare gli acquisti in-app, in un'industria che sta trovando una nuova miniera d'oro in riferimento agli acquisti digitali all'interno di giochi già comprati dall'utente. Con Unreal Engine 4 sempre più in forma, e che sembra finalmente in grado di ricalcare le orme di Unreal Engine 3, che nella scorsa generazione si era letteralmente diffuso a macchia d'olio, gli sviluppatori possono creare contenuti in maniera relativamente veloce e concentrarsi sulle meccaniche di gioco del tipico gaming multiplayer competitivo o sui meccanismi di acquisti in-app.

Si tratta di un gioco molto difficile, con la modalità Wartide sostanzialmente inaffrontabile senza apposito allenamento. Come abbiamo detto, sono due gli elementi che rendono questa modalità così inaccessibile per i novizi. Fondamentalmente il fatto che la dispersione della rosa dei colpi non si accentui in maniera importante quando si salta, il che rende fondamentalmente sapersi muovere velocemente. E, secondariamente, il fatto che se si continua a morire in Wartide la scelta dell'arma risulterà limitata, e questo non consentirà di giocare con la bocca di fuoco con cui si è più a proprio agio.

Bulkhead stima che l'Early Access di Battalion 1944 possa durare circa un anno. Intanto, il gioco fa importanti progressi giorno dopo giorno. Merita, perlomeno, di essere provato. A patto che siate dei giocatori di shooter multiplayer molto abili, ovviamente...

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
BelzebV05 Marzo 2018, 20:11 #1
un gioco che, l'utente medio disprezzerà, poichè troppo difficile, ma chi come me viene da 4/5 anni di promod, allora è il gioco giusto!
krallis9305 Marzo 2018, 22:35 #2
Immagino non attirerà affatto le persone da giochi come cod/battlefield/overwatch però invece potrebbe essere interessante per gli amanti di giochi come CSS/CSGO/CODpromod

Un gioco che sono curioso di provare!
Gnubbolo06 Marzo 2018, 04:49 #3
mi auguro che il team di sviluppo tenga la barra dritta per tutta la durata dell'eary access ignorando i player casuali o i fanatici del realismo.
futu|2e06 Marzo 2018, 09:12 #4
Originariamente inviato da: krallis93
Immagino non attirerà affatto le persone da giochi come cod/battlefield/overwatch


Speriamo di si, almeno evitiamo la possibilità di stravolgere la fiolosofia del
progetto.
BelzebV06 Marzo 2018, 09:54 #5
Originariamente inviato da: krallis93
Immagino non attirerà affatto le persone da giochi come cod/battlefield/overwatch però invece potrebbe essere interessante per gli amanti di giochi come CSS/CSGO/CODpromod

Un gioco che sono curioso di provare!

dubito fortemente, il gioco è ben fatto, ricorda molto cod 2/4 promod, peccato solo che abbia ancor apochissimi giocatori attivi....
futu|2e06 Marzo 2018, 10:15 #6
A me ricorda di più cod1, e in misura molto inferiore mohaa.
gionny807 Marzo 2018, 17:05 #7

ridicolo

questi giochi dove non occuparsi della grafica sia quasi una buona cosa non li capiró mai. Avete per caso mai visto una nuova utilitaria con il design di 10-20 anni prima? mah
Gnubbolo08 Marzo 2018, 06:56 #8
essendo sviluppato con l'unreal engine 4 il problema della grafica è irrilevante.
futu|2e08 Marzo 2018, 10:26 #9
Originariamente inviato da: gionny8
questi giochi dove non occuparsi della grafica sia quasi una buona cosa non li capiró mai. Avete per caso mai visto una nuova utilitaria con il design di 10-20 anni prima? mah


Hai mai giocato ad undertale? O salt and sanctuary?
Filodream08 Marzo 2018, 21:21 #10
Con la nuova patch è diventato impossibile riuscire a giocare per più di 5 minuti... nel 100% delle partite che ho fatto ho perso la connessione con l'Host

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^