Warner acquisisce Turbine e riunifica i diritti su Il Signore degli Anelli

Warner acquisisce Turbine e riunifica i diritti su Il Signore degli Anelli

Warner Bros. entra così nel mercato dei MMOG. Il costo dell'operazione sarebbe stato di circa 160 milioni di dollari.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:02 nel canale Videogames
 

Arriva l'annuncio ufficiale dell'acquisizione di Turbine da parte di Warner Bros. Home Entertainment Group, che segna un'ulteriore espansione per il gruppo e l'ingresso nel mercato dei giochi online su mondo persistente. Turbine è il più grande gruppo americano indipendente che si occupa di MMOG: in passato ha curato lo sviluppo di Asheron's Call e di Dungeons & Dragons Online, quest'ultimo ancora attivo.

Con questa acquisizione, inoltre, Warner riunisce i diritti per la produzione di videogiochi sul brand Il Signore degli Anelli. Disponeva infatti dei diritti per la creazione di videogiochi single player e con modeste componenti multiplayer, mentre Turbine possiede i diritti sulla produzione di giochi online su mondo persistente ambientati nel mondo de Il Signore degli Anelli. Turbine ha sviluppato e tutt'ora mantiene attivo Il Signore degli Anelli Online.

Si espande il portfolio delle software house controllate da Warner Bros., che evidenzia l'interesse del produttore di Hollywood verso il mondo dei videogiochi. Nel 2007 acquisiva TT Games, sviluppatore dei giochi del franchise Lego, tra cui Lego Star Wars, Lego Indiana Jones e Lego Batman. Nel 2009 ha acquisito anche Snowblind Studios, che sta attualmente sviluppando Il Signore degli Anelli La Guerra del Nord, il cui rilascio è previsto nel corso del 2011. Sempre nel 2009 ha acquisito anche Midway e Rocksteady Studios, assicurandosi le serie Mortal Kombat e Batman Arkham Asylum.

"Turbine è conosciuta nel mondo per la sua tecnologia leader nel settore, e per la sua abilità nel creare giochi online su mondo persistente, oltre che gli strumenti per la socializzazione degli utenti", ha detto Kevin Tsujihara, presidente di Warner Bros. Home Entertainment Group. "Turbine amplierà le strategie commerciali di Warner Bros. e consentirà di espandere il portfolio di giochi. La sua esperienza nel settore ci consentirà di offrire nuovi prodotti e di comunicare in maniera diversa con i nostri giocatori".

"Avremo la possibilità di espandere i nostri giochi su nuovi mercati", aggiunge Jim Crowley, presidente e CEO di Turbine. "L'acquisizione ci permetterà di espanderci e contemporaneamente di concentrarci nella produzione dei giochi spettacolari che i nostri fan si aspettano".

Secondo voci non ufficiali il costo dell'operazione di acquisizione si aggirerebbe sui 160 milioni di dollari.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alexkidd8522 Aprile 2010, 14:57 #1
Che si concentrino su titoli nuovi...ripercorrere saghe già trite e ritrite a me non gusta tanto...e penso anche a tanta gente.
diegooo197222 Aprile 2010, 15:50 #2
ma come 160 milione per tutta la casa i giochi e i diritti ? a me sembrano pochi- Magari turbini ha una barca di debiti. Sarei curioso di vedere i dettagli :P
Prometheus Unbound22 Aprile 2010, 22:55 #3
Ma magari riuscissero a far uscire un RTS di buona fattura basato sul film e sulla saga migliore della mezza ciofeca realizzato dalla EA.
fadeslayer23 Aprile 2010, 10:30 #4
beh Battaglia per la Terra di Mezzo 1 e 2 erano tutto fuorché ciofeche...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^