Videogiochi più utili per i più giovani rispetto alla TV

Videogiochi più utili per i più giovani rispetto alla TV

Secondo l'University of Technology del Queensland, Australia, i videogiochi richiedono partecipazione attiva e quindi vanno classificati in maniera differente rispetto alla TV.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:41 nel canale Videogames
 

Consentire ai propri figli di passare tanto tempo davanti a uno schermo non è necessariamente un lascia passare all'attività esclusivamente sedentaria. Un nuovo studio, infatti, dimostra che spendere tempo sui videogiochi invece che sulla TV può risultare più proficuo per i più giovani, ovviamente anche in funzione del tipo di videogioco.

I ricercatori del laboratorio Games Research and Interaction Design della University of Technology del Queensland, Australia, hanno infatti esaminato gli effetti dei videogiochi e degli spettacoli televisivi sui bambini tra i 2 e i 5 anni.

Si scopre che i videogiochi sono in grado di stimolare i bambini sia dal punto di vista mentale che da quello fisico, e per questo risultano una scelta migliore rispetto alla TV. Alcuni giochi, inoltre, richiedono una moderata attività fisica, mentre altri necessitano di un qualche tipo di interazione.

I ricercatori, alla fine del loro studio, hanno determinato che i videogiochi possono educare i bambini ad essere attivi e ad esercitare le loro capacità cognitive. "Tali giochi sono in grado di migliorare il rendimento scolastico, le abilità sociali e l'autostima", spiega la dottoressa Penny Sweetser (nella foto), che ha diretto i lavori.

Tuttavia, continua la Sweetser, i videogiochi da soli non possono essere d'aiuto per i più giovani. I genitori devono impegnarsi affinché i loro figli migliorino effettivamente le proprie capacità cognitive.

Quello dell'università del Queensland è un rapporto sui videogiochi incoraggiante, visto che nell'ultimo periodo il media videoludico è stato accusato di alimentare la violenza e di essere in qualche modo alla base degli eccidi di massa che si sono verificati negli Stati Uniti. Proprio qualche giorno fa, il Presidente Barack Obama ha incoraggiato i ricercatori a svolgere delle indagini per valutare l'impatto dei giochi violenti sulle menti dei più giovani, come abbiamo visto qui.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7725 Gennaio 2013, 09:29 #1
TELEVISIONE:
Guarda passivamente del contenuto preconfezionato.

VIDEOGIOCO:
Interagisci attivamente con contenuti progammati.

Mi pare ovvio che il livello di attenzione e gli stimoli all'apprendimento sono ben maggiori nel secondo caso.
banryu7925 Gennaio 2013, 10:50 #2
Originariamente inviato da: demon77
TELEVISIONE:
Guarda passivamente del contenuto preconfezionato.

VIDEOGIOCO:
Interagisci attivamente con contenuti progammati.

Mi pare ovvio che il livello di attenzione e gli stimoli all'apprendimento sono ben maggiori nel secondo caso.

Eeeh ma mi ha detto mio cuggino che... se giochi ai videogiochi violenti poi diventi un assassino e fai le stragi, e muori
hrossi25 Gennaio 2013, 11:21 #3
età compresa tra 2 e 5 anni, ovvero pre-elementari, io a mio figlio uno schermo sotto al naso non glielo metto, che ci siano o no contenuti interattivi, è meglio che continui ad usare i giocattoli e i libri di apprendimento e quando c'è bel tempo all'aria aperta

per il bene dei suoi occhi e della sua salute oltre che del suo cervello

Hermes
Avatar025 Gennaio 2013, 11:24 #4
E' una bella lotta tra tv e videogames a chi è più scriptato.
Il contenuto informativo ormai è prossimo alla zero per entrambe, ma sono due cose imparagonabili, lo scopo della tv dovrebbe proprio essere quello di fare informazione mentre per i vg tutto il contrario.
Gabro_8225 Gennaio 2013, 13:37 #5
Ma vi pagano quelli della Apple per pubblicare certe foto??
Che c'entra l'ipad (apple in generale) con i videogiochi??
X-Wanderer25 Gennaio 2013, 13:55 #6
ahahahaha quoto gabro!!!
ma sì infatti, ma che foto del menga?
poi vogliam parlare della faccia della tipa?
comunque sono d'accordo con hermes...
non che i videogiochi siano qualcosa da tenere distante dai ragazzini, però che dopo non diventi un passatempo abituale come per molti (basta già lo smartphone va...)
Baboo8526 Gennaio 2013, 11:47 #7
No! Non e' vero! I giochi sono il male! Violenza, armi, sangue.... Basta coi videogiochi!!!

Solo tv spazzatura, film violenti ed internet, quelli si' che sono educativi... Ah e mi raccomando andate a comprare un M16 nel negozio sotto casa, si sa mai...







Link ad immagine (click per visualizzarla)


Gnubbolo28 Gennaio 2013, 01:32 #8
bisogna guardare solo film educativi, propongo La Passione di Cristo
Khronos19 Marzo 2013, 16:28 #9
maria de filippi, maria de filippi!
imocattivo21 Marzo 2013, 15:10 #10
Ci vuole moderazione in tutto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^