Scuola confisca Xbox One e PS4 dalle case degli alunni per migliorare i risultati degli esami

Scuola confisca Xbox One e PS4 dalle case degli alunni per migliorare i risultati degli esami

È successo alla King Solomon Academy di Londra: secondo i docenti le console e i giochi online spingono i giovani studenti a rimanere svegli fino a tarda ora pregiudicando il livello di attenzione durante le lezioni della mattina successiva

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:51 nel canale Videogames
 

Stando alle dichiarazioni del preside della King Solomon Academy di Londra, Max Haimendorf, gli smartphone e le console di gioco sono state confiscate con il consenso dei genitori. Una misura che punta ad aumentare il livello di attenzione degli alunni e a migliorare i risultati degli esami.

"Voglio che li aiutiate a usare il meno possibile questi dispositivi", è stata la richiesta dei genitori all'istituzione scolastica secondo quanto ha riferito Haimendorf al Times. I genitori quindi sono stati d'accordo a una confisca "simbolica" di console e smartphone o sono stati direttamente loro a consegnare i dispositivi al personale della scuola.

"Abbiamo ravvisato dei casi in cui gli alunni sono rimasti a giocare fino a tardi e questo ha compromesso il loro livello di attenzione la mattina seguente", ha aggiunto Haimendorf. La King Solomon Academy è in competizione con altre scuole britanniche per la migliore media nelle valutazioni degli alunni, nonostante si trovi in una delle zone più povere della circoscrizione di Westminster.

Infatti, quasi il 60% degli alunni beneficia della mensa gratuita, un dato che evidenzia come la maggior parte delle famiglie non goda di uno status economico particolarmente florido. La scuola è inoltre nota in Gran Bretagna per i suoi metodi di apprendimento molto rigorosi con lezioni che si svolgono dalle 8 del mattino fino alle 4 di pomeriggio, seguite da 2 ore di compiti a casa. Se gli alunni non svolgono adeguatamente i compiti a casa, i docenti mandano un messaggio di testo ai genitori per avvertirli.

Le politiche della KSA sono state elogiate dell'ex preside di Harrow Barnaby Lenon, che ha indicato la KSA come modello da seguire per le altre scuole secondarie. "Nella mia carriera ho sempre confiscato le console di gioco nei casi in cui gli alunni le usavano troppo e non facevano i compiti a casa, oppure quando rimanevano svegli fino a tardi per giocare", ha detto.

Il ruolo dei videogiochi nel processo di apprendimento è al centro di analisi e dibattiti da molto tempo, nello specifico se può essere considerato con accezione positiva o negativa. Abbiamo diffusamente trattato l'argomento in questo studio.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FirePrince11 Aprile 2017, 10:52 #1
"Scatole di gioco"? Ma che traduzione e'??
Bestio11 Aprile 2017, 11:20 #2
"lezioni che si svolgono dalle 8 del mattino fino alle 4 di pomeriggio, seguite da 2 ore di compiti a casa."

Cioè dopo 10 ore di studio poi non posso nemmeno svagarmi un po??
Allucinante.
Phoenix Fire11 Aprile 2017, 11:36 #3
Originariamente inviato da: Hinterstoisser
Se svagarsi vuol dire rincoglionirsi fino alla sera tardi per poi essere una larva il giorno seguente sui banchi di scuola.....No, non puoi.
Hanno fatto bene. Che giochino un po e nei limiti il fine settimana, se proprio vogliono.
Oltre a fare attività fisica all'aperto che fa sicuramente meglio che stare seduti a fissare la TV con la panza già a 14 anni.
A mio figlio non gli impedisco di giocare, ma la mattina alle 7:00 deve essere bello reattivo e quando ci sono gli allenamenti di calcio deve preferire quelli che la PS4.
Se tutti ragionissimo così, non ci sarebbero in giro bambini obesi che si addormentano la mattina sui banchi di scuola.


tu però non sequestri la ps4 consegnandola alla scuola, da genitore dai delle regole all'erede che deve rispettare, direi leggermente diverso da quello che dice l'articolo
a me i genitori che fanno così danno tanto l'impressione di essere "pessimi genitori" che non vogliono responsabilità
harlock1011 Aprile 2017, 11:52 #4
lo studio rende liberi, si saranno ispirati
Anderaz11 Aprile 2017, 11:53 #5
Oh, certo, infatti la confisca è proprio il metodo migliore per invogliare i ragazzi ad impegnarsi.
Certe persone mi sembra che abbiano completamente perso il contatto con la realtà.

Anzi, vorrei anche aggiungere che i ragazzi dovrebbero essere trattati come esseri senzienti e non come marionette: sono perfettamente in grado di scegliere quale sia lo svago più adatto a loro.
aqua8411 Aprile 2017, 12:02 #6
"Voglio che li aiutiate a usare il meno possibile questi dispositivi", è stata la richiesta dei genitori all'istituzione scolastica secondo quanto ha riferito Haimendorf al Times. I genitori quindi sono stati d'accordo a una confisca "simbolica" di console e smartphone o sono stati direttamente loro a consegnare i dispositivi al personale della scuola.
a me sembra una generazione di genitori che non ha la "forza" di crescere ed educare i figli e quindi cede la responsabilità alla scuola.
yurassik11 Aprile 2017, 12:03 #7
Originariamente inviato da: Anderaz
Oh, certo, infatti la confisca è proprio il metodo migliore per invogliare i ragazzi ad impegnarsi.
Certe persone mi sembra che abbiano completamente perso il contatto con la realtà.

Anzi, vorrei anche aggiungere che i ragazzi dovrebbero essere trattati come esseri senzienti e non come marionette: sono perfettamente in grado di scegliere quale sia lo svago più adatto a loro.


Senzienti certo, ma anche immature e che hanno bisogno di essere guidate. Svagarsi va bene, ma quando diventa l'unico pensiero della giornata e inizia ad influire sulla vita sociale e scolastica allora ben venga un qualche tipo di intervento da chi ha la responsabilità di accompagnare la transizione verso la vita adulta.
Che poi ora siano PS4/XBox/PC e 20 anni fa fosse il campo di pallone e la bicicletta poco cambia, c'è bisogno di moderazione.
yurassik11 Aprile 2017, 12:05 #8
Originariamente inviato da: aqua84
a me sembra una generazione di genitori che non ha la "forza" di crescere ed educare i figli e quindi cede la responsabilità alla scuola.


Personalmente vedo un'eccessivo permissivismo da parte dei genitori ma anche una totale mancanza di nerbo da parte di molti insegnanti che non si fanno rispettare.
Quando ero io a scuola in classe si stava seduti e in silenzio, l'ultima volta che ho dato un occhio in una classe di scuola media durante un compito in classe di italiano era una bolgia che è venuta a me la voglia di entrare e farli stare composti.
Bestio11 Aprile 2017, 12:19 #9
Originariamente inviato da: Hinterstoisser
Se svagarsi vuol dire rincoglionirsi fino alla sera tardi per poi essere una larva il giorno seguente sui banchi di scuola.....No, non puoi.
Hanno fatto bene. Che giochino un po e nei limiti il fine settimana, se proprio vogliono.
Oltre a fare attività fisica all'aperto che fa sicuramente meglio che stare seduti a fissare la TV con la panza già a 14 anni.
A mio figlio non gli impedisco di giocare, ma la mattina alle 7:00 deve essere bello reattivo e quando ci sono gli allenamenti di calcio deve preferire quelli che la PS4.
Se tutti ragionissimo così, non ci sarebbero in giro bambini obesi che si addormentano la mattina sui banchi di scuola.


Limitare va bene, ma sequestrare la console e consegnarla agli insegnanti è una cosa che davvero non ha senso...
Non sono nemmeno in grado di educare i loro figli e fargli capire quando è il momento di studiare, e quando di giocare?

Io quando tornavo da scuola facevo pranzo, poi potevo scegliere se fare i compiti subito, dopodichè scendere a giocare con gli amici, oppure guardare i cartoni o giocare col C64, o prendermi un paio d'ore di svago prima di dedicarmi ai compiti, che in ogni caso dovevano essere finiti prima di cena.
Poi finchè ero alle elementari a letto alle 22, che sono diventate le 22.30 massimo 23 alle medie e alle superiori.
E se magari prendevo qualche brutto voto allora mi toglievano il c64/amiga per qualche giorno.

Ma se si fossero azzardati a darlo agli insegnanti proprio non mi sarebbe andata giù, al punto che sarei stato capace di smettere di studiare e andare a lavorare appena possibile, almeno avrei potuto fare quello che voglio.
Cosa che in effetti ho fatto presto comunque, dato che volevo la moto ma i miei non volevano assolutamente comprare, appena ho potuto ho smesso di studiare e sono andato a lavorare, e me la sono comprata!
Nurgiachi11 Aprile 2017, 12:34 #10
Originariamente inviato da: Hinterstoisser
Se svagarsi vuol dire rincoglionirsi fino alla sera tardi per poi essere una larva il giorno seguente sui banchi di scuola.....No, non puoi.
Hanno fatto bene. Che giochino un po e nei limiti il fine settimana, se proprio vogliono.
Oltre a fare attività fisica all'aperto che fa sicuramente meglio che stare seduti a fissare la TV con la panza già a 14 anni.
A mio figlio non gli impedisco di giocare, ma la mattina alle 7:00 deve essere bello reattivo e quando ci sono gli allenamenti di calcio deve preferire quelli che la PS4.
Se tutti ragionissimo così, non ci sarebbero in giro bambini obesi che si addormentano la mattina sui banchi di scuola.

Ah i genitori e la loro superficialità.. quando capirete che, così come voi, i vostri figli non sono una classe omogenea di individui uguali fra loro con le medesime necessità e le medesime aspirazioni?

La privazione su di me ad esempio non ha mai funzionato.
Ero un ragazzino che si sapeva accontentare di poco, anche di soddisfare i soli bisogni fisiologici.. ed anche sotto quell'aspetto mi accontentavo di poco. Ed allora togli le uscite, togli il gamepad, togli lo sport, togli il motorino, togli tutto il toglibile.. alla fine dopo qualche mese si rendevano conto d'aver reso soltanto arida la mia vita con ovvie e ben peggiori conseguenze sullo studio. Non per una questione di rivalsa o d'orgoglio, semplicemente accettavo la cosa passivamente.

Tornando all'articolo, è quanto di più deleterio e controproducente si possa immaginare il "cucire" su tutta una scuola una simile contromisura aspettandosi che tutti reagiscano allo stesso modo. È l'ABC dell'educazione e se nell'anno domini 2017 un educatore non ci arriva da solo tanto vale farsi educare da un macellaio su di una nave mercantile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^