Ritual acquisita. SiN Episodes a rischio?

Ritual acquisita. SiN Episodes a rischio?

Mumbo Jumbo, software house con esperienza nel settore dei cosiddetti casual games, acquisisce Ritual Entertainment.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:24 nel canale Videogames
 
MumboJumbo annuncia l'acquisizione di Ritual Entertainment, storico team di sviluppo della serie SiN. Già nelle scorse settimane diversi membri della software house con base a Dallas avevano lasciato la compagnia, facendo presagire un annuncio di questo tipo. Si tratta, d'altra parte, di un intrecciarsi di storie nella misura in cui colui che ricopriva la posizione di capo esecutivo di Ritual Entertainment nel 2001, Ron Dimant, è anche il fondatore di MumboJumbo.

MumboJumbo è una software house esperta nella realizzazione dei cosiddeti casual games, per cui l'acquisizione di Ritual Entertainment va vista nell'ottica del potenziamento della resa tecnologica e qualitativa di questi prodotti. I casual games sono videogiochi dal gameplay semplificato che puntano sull'immediatezza all'interno di strutture di gioco senza troppi fronzoli.

L'attuale CEO di Ritual Entertainment Ken Harward ha inteso puntualizzare il fatto che la società resterà comunque indipendente: "i proprietari, Richard Gray e Rob Atkins, hanno più volte rimarcato l'indipendenza della compagnia. Mi aspetto quindi che continueremo ad essere indipendenti. Non cambierà niente: diversi team lavoreranno separatemente su progetti differenti".

Insomma, c'è in gioco il futuro della serie SiN Episodes, il cui primo titolo è stato rilasciato nei mesi scorsi senza riscuotere il successo di critica e pubblico preventivato. Il gioco utilizza la tecnologia grafica Source e il motore fisico Havok. Il secondo episodio era originariamente previsto per la fine del 2006, ma ha subìto un ritardo a data da destinarsi. Il progetto originario prevedeva nove episodi.

A tal proposito riportiamo quanto dichiarato da Mark Cottam, CEO di MumboJumbo: "c'è una possibilità di continuare a lavorare su SiN Episodes, ma ciò non costituirà il focus della compagnia. MumboJumbo e Ritual Entertainment si concentreranno sui casual games, a meno che si presentino delle opportunità valide dal punto di vista strategico. Non voglio chiudere la porta ai giochi tradizionali, ma non sono il focus primario".

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Soul_to_Soul25 Gennaio 2007, 16:31 #1
Goodbye, SIN.
E visto che per 20 dollari su steam ti davano 3 armi e 3 ore di gioco, forse non è affatto una cattiva idea.
Il mercato dei videogiochi sa punire gli esosi, e questa è una buona cosa.
lowenz25 Gennaio 2007, 16:33 #2
MumboJumbo?
fukka7525 Gennaio 2007, 16:35 #3
Beh chi ha acquistato il gioco a suo tempo, come me , non può che sentirsi un po' preso per , se la serie venisse davvero sospesa.
E io che non l' ho ancora giocato in attesa del secondo episodio: vabbè me lo installo, lo finisco e lo dimentico
Kharonte8525 Gennaio 2007, 16:50 #4
Sarebbe un peccato...

se non dovessero cancellarlo magari si decideranno a fare 1 gioco intero invece che una missione per volta...
jappilas25 Gennaio 2007, 17:20 #5
qualcosa mi dice che a breve si vedrà un clone di Zuma con il motore di half life...
ZiP!25 Gennaio 2007, 18:06 #6
davvero deludente sin episodes, dubito che qualcuno ne sentirebbe la mancanza
jpjcssource25 Gennaio 2007, 19:18 #7
Vista la qualità del primo episodio, non penso che perderemo niente , un vero peccato perchè in questa serie ci speravo molto
Custode25 Gennaio 2007, 20:44 #8
Mi ricordo una vecchia dichiarazione di un capoccione Ritual, fatta anni fa, dove si lamentava del fatto che avessero il nuovo Sin in avanzata fase di produzione, ma che nessun publisher si fosse dimostrato interessato al progetto.

E noi giù scandalizzati a maledire mercato e publisher idioti.

Ecco, i publisher ci avevano visto lungo, altro che idioti: ci voleva del coraggio per imbarcarsi nei costi di produzione e distribuzione di un simile obbrobbio.

Arriverei a definirla giustizia divina
jpjcssource25 Gennaio 2007, 20:48 #9
Originariamente inviato da: Custode
Mi ricordo una vecchia dichiarazione di un capoccione Ritual, fatta anni fa, dove si lamentava del fatto che avessero il nuovo Sin in avanzata fase di produzione, ma che nessun publisher si fosse dimostrato interessato al progetto.

E noi giù scandalizzati a maledire mercato e publisher idioti.

Ecco, i publisher ci avevano visto lungo, altro che idioti: ci voleva del coraggio per imbarcarsi nei costi di produzione e distribuzione di un simile obbrobbio.

Arriverei a definirla giustizia divina


Allora presto lo dovremo dire anche nei confronti di EA che per molto tempo ha rifiutato di pubblicare Bioshock tanto che Irrational Games (System Shock ndr) ha dovuto stracciare il contratto e chiamare Take2?
Custode25 Gennaio 2007, 20:57 #10
Originariamente inviato da: jpjcssource
Allora presto lo dovremo dire anche nei confronti di EA che per molto tempo ha rifiutato di pubblicare Bioshock tanto che Irrational Games (System Shock ndr) ha dovuto stracciare il contratto e chiamare Take2?



Mica ho detto che è sempre così: ho detto che in quel caso ci videro giusto.

Per fortuna, per ottusità, per pregiudizio, per quel che ti pare ma ci videro giusto.

E, anche se so perfettamente che è quasi impossibile possa verificarsi- finchè non esce nessuno di noi può sapere se Bioshock sia una frgnaccia o meno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^