Ninja Theory continuerà a puntare molto sui suoi personaggi

Ninja Theory continuerà a puntare molto sui suoi personaggi

Tameem Antoniades ha discusso sulle pagine di Edge del fallimento di Enslaved. Il suo team peraltro continua ad essere particolarmente interessato alla creazione di soggetti carismatici.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 15:17 nel canale Videogames
 

Tameem Antoniades, creative director di Ninja Theory, ha dichiarato che il suo team continuerà a impegnarsi nella creazione di personaggi interessanti, nonostante i risultati di vendita di Enslaved: Odyssey to the West siano stati piuttosto deludenti.

"Volevamo creare personaggi interessanti che sembrassero più simili a persone reali che a ritagli di cartone", ha spiegato Antoniades nel corso di un'intervista rilasciata a Edge. "Se il gioco avesse riscosso più successo probabilmente anche altri titoli avrebbero seguito l'esempio e l'avrebbero ritenuto utile".

"Ma magari verrà ricordato come esempio del perché non ha funzionato. Ogni come sia, non ci impedisce di sperimentare. Credo veramente che i personaggi e la storia possano elevare il gameplay e attrarre le persone in modi profondi e soddisfacenti".

Nel corso dell'intervista Antoniades ha anche rivelato che i risultati deludenti di Enslaved non hanno permesso nè di pensare ad un sequel nè di predisporre eventuali DLC, tra cui anche una modalità multiplayer in cui si sarebbe dovuto impiegare l'hoverboard di Monkey.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Consiglio18 Febbraio 2012, 22:57 #1
Enslaved! Piccolo capolavoro incompreso! Vi prego fatene un altro!
Darkel8319 Febbraio 2012, 19:57 #2
Enslaved è un gioco bellissimo per grafica e gameplay, ma a mio parere il problema fondamentale del gioco è proprio il contrario di quello che dice il tipo: ovvero che i personaggi hanno una spessore psicologico minimo, veramente piatto... sono dei cartoni animati, stile prima serie di dragonball... che però suppliva a questa carenza, avendo una grande dose si ironia!
E poi un cast molto ricco di personaggi!

In enslaved ci si sente spesso "soli", un gorillone con una sbiascicona di fianco, il maiale a metà gioco nn contribuisce a movimentare le cose... e poi?
Manca un antagonista, un cattivo!
Manca un cast ricco di personaggi, e la psicologia dei pg nn varia durante il gioco...
Mancano colpi di scena nell'evoluzione della trama!

Insomma ci sn carenze a livello "basilare" di narrazione, che fanno crollare la storia... invece come grafica e gameplay il gioco è a dir poco stupendo...
Secondo me, invece di criticare l'utenza che "non capisce", dovrebbero criticare i loro sceneggiatori e rimandarli a ripassare le basi della narrazione!

E poi il finale, diciamocela tutta, non centra nulla con tutto il resto del gioco!
Pseudo-intellettualoide alla Matrix, si addice poco a una produzione dragonball-style!!
Ci voleva un finale epico con un megacombattimento contro un megacattivone!

Altrimenti, per robe intellettuali, ci si rivolge ad altre tipologie a mio parere....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^