Intugame mostrerà presto un prototipo di HTC Vive senza cavi

Intugame mostrerà presto un prototipo di HTC Vive senza cavi

L'impaccio provocato dai cavi durante l'esperienza di gioco rimane ancora una delle principali limitazioni di HTC Vive. Ma c'è chi sta lavorando per risolvere il problema.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Videogames
Canon
 

Intugame fa sapere di essere al lavoro con i tecnici di Valve per la realizzazione di un prototipo di HTC Vive senza cavi, che dovrebbe essere pronto per essere testato e mostrato al pubblico nel prossimo autunno. La gestione dei cavi per le soluzioni di realtà virtuale come HTC Vive che richiedono l'intera stanza per funzionare è sempre molto complessa, limita i movimenti e può generare situazioni di pericolo.

Quark VR

È per questo che Intugame sta lavorando per superare il problema, associando al Vive un piccolo dispositivo, che si connette al visore tramite un trasmettitore da collocare nelle tasche dell'utente. Il trasmettitore invia e riceve segnali sia nella direzione di HTC Vive che nella direzione del PC tramite rete Wi-Fi.

"Sfruttando la rete Wi-Fi si può essere in grado di conferire all'utente di VR una maggiore sensazione di libertà, ma garantire tutto questo senza introdurre latenze può essere una grossa sfida", ammettono i tecnici di Intugame. "Ma siamo molto vicini a mostrare la nostra tecnologia in azione".

"Già prima del lancio di questa piattaforma di grande successo, eravamo convinti della necessità di una versione di HTC Vive senza cavi", si legge ancora al link prima segnalato. "Subito dopo il lancio, infatti, abbiamo organizzato un evento gratuito a Sofia, Bulgaria, che ha attirato più di mille appassionati di HTC Vive. Sono rimasti molto entusiasti della realtà virtuale, ma molti di loro si sono detti disturbati dai cavi sotto i piedi o sopra la testa".

Intugame dovrebbe mostrare insieme a Valve i progressi sulle loro ricerche nel corso del prossimo autunno. Il supporto sarà inserito tramite Quark VR, un SDK multi-piattaforma che permette di sviluppare app di realtà virtuale o videogiochi. Oltre HTC Vive, supporta anche Google Cardboard, Samsung Gear VR, Oculus Rift, Zeiss’ VR One, PlayStation VR. Quark VR SDK è già disponibile per Unity, mentre il supporto a Unreal Engine e ad altri motori arriverà prossimamente.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
xxxyyy02 Settembre 2016, 14:10 #1
Buono buono. Cosi' al posto dello zainetto con tutto un PC da portarsi sulle spalle bastera' solo un piccolo pacco batterie per alimentare il visore.
Penso che alla prossima generazione di visori, praticamente tutti passeranno a questo sistema... i bundle di cavi sono una cosa oscena... soprattutto per i visori tipo Vive.
lebi7702 Settembre 2016, 15:19 #2
?? ma avevo capito che l'attuale wifi non è sufficientemente performante per la risoluzione/refresh/latenza richiesti dal visore, altrimenti ci avrebbero già pensato in partenza
Vash8802 Settembre 2016, 19:01 #3
avranno creato un sistema ad hoc, magari usando un sistema di tipo Li-fi, che mi sembra potenzialmente adatto per questo sistema. http://www.sciencealert.com/li-fi-t...ster-than-wi-fi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^