Intel, Microsoft, Nvidia, AMD: alleate per i videogiochi

Intel, Microsoft, Nvidia, AMD: alleate per i videogiochi

PC Gaming Alliance: è questo il nome del consorzio per i videogiochi che riunirà i più grandi produttori del mondo PC.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:28 nel canale Videogames
NVIDIAIntelAMDMicrosoft
 
Al Game Developers Conference che si terrà la prossima settimana a San Francisco, Intel, Microsoft, Nvidia, AMD daranno vita al consorzio PC Gaming Alliance. L'iniziativa è stata presa per tutelare il settore dei videogiochi per PC contro la feroce avanzata delle console di nuova generazione.

Ai produttori storici del settore PC potranno aggiungersi altre società. La piattaforma PC è artefice del progresso tecnologico, in quanto più pronta rispetto alle console a introdurre le novità hardware necessarie al miglioramento della grafica e non solo dei videogiochi. Il consorzio intenderà principalmente curare questo aspetto.

L'obiettivo è quello di attirare gli sviluppatori e gli investimenti, in modo che si continui a produrre videogiochi per questa piattaforma, piuttosto che spostarsi in massa sulle console di nuova generazione. Microsoft e Intel lavorano su queste problematiche già da diverso tempo, e il programma Games for Windows ne è sicuramente un esempio valido.

Si lavorerà anche sul fronte dell'esperienza videoludica dei giocatori con i PC, certamente meno confortevole rispetto all'esperienza con le console. La correzione dei problemi e il porre rimedio alle difficoltà legate alla compatibilità, dunque, saranno altri settori di indagine per il consorzio.

Secondo statistiche fornite da The NPD Group, nel corso del 2007 i ricavi del settore PC ammontano a 910,7 milioni di dollari, il che segna una regressione rispetto all'anno precedente in cui si registravano ricavi per 970 milioni di dollari. Una regressione, dunque, anche se nel periodo in analisi sono stati commercializzati prodotti importanti come Unreal Tournament III, BioShock, Crysis e Call of Duty 4.

Tuttavia, la proiezione statisticha di NPD non tiene conto di importanti fattori, quali gli introiti dovuti ai "casual games" su web, ai servizi online come Steam e, soprattutto, agli abbonamenti mensili necessari per giocare sui server ufficiali dei MMORPG. L'organo di statistica ha già annunciato che provvederà a rivedere le proprie strategie di campionamento dei dati, aggiungendo anche questi fattori nel computo complessivo dell'andamento dell'industria.

Ad ogni modo, più che di crisi del settore in senso lato bisognerebbe parlare di trasformazione del mercato videoludico PC, con nuove fonti di ricavo ampiamente dimostrate dal successo di prodotti come World of Warcraft (10 milioni di utenti) e Steam (15 milioni di utenti). Un punto di vista che il nuovo consorzio sicuramente sottolineerà e dal quale bisognerà partire per rilanciare l'intera industria.

89 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kharonte8513 Febbraio 2008, 17:33 #1
Tutti insieme , me li immagino abbracciati che cercano di strozzarsi a vicenda stringendosi sempre di piu'...

Comunque iniziativa lodevole, vedremo se portera' a dei risultati concreti...
djbill13 Febbraio 2008, 17:34 #2
Beh se assieme a Crysis mi regalano una scheda video in grado di farlo andare avanti lo compro subito
Terroncello8613 Febbraio 2008, 17:34 #3
speriamo funzioni realmente e non sia solo una strategia per mettere il bollino PC Gaming Alliance e far pagare di + al consumatore, le console mi fanno paura, rischiano di fare da freno all'evoluzione grafica
Nemios13 Febbraio 2008, 17:37 #4
Non capisco a che serve, se non eventualmente a tenere fuori dai giochi Mac e Linux. Tanto ci sono dentro tutti!
mnovait13 Febbraio 2008, 17:38 #5
Originariamente inviato da: Kharonte85
Tutti insieme , me li immagino abbracciati che cercano di strozzarsi a vicenda stringendosi sempre di piu'...

Comunque iniziativa lodevole, vedremo se portera' a dei risultati concreti...


io me li immagino come il berlusca, bossi e fini sullo stesso palco che fomentavano le folle
T3mp13 Febbraio 2008, 17:40 #6
Steam e' la piattaforma + economica e comoda per il lancio dei videogames, il patching , la comunicazione tra utenti, La gesstione delle versioni beta, i periodi di full-trial, il sistema di GIFT e chi + ne ha + ne metta.

ah, mi scordavo una cosa... GRATIS.
4rdO13 Febbraio 2008, 17:42 #7
Ma non era un pò quello che succedeva già quando si doveva decidere cose mettere nelle DX ?
davethefunker13 Febbraio 2008, 17:47 #8
Tutto ciò non ha proprio senso...

Nvidia e AMD non possono allearsi è come dire fuoco e acqua...
Bah..che schifezza di notizia..tutta colpa mi microzozz che vuol tirare acqua al suo mulino privo ancora di una buona Vista.. ;-P

maledetti loro che fanno un sp1 in un tempo spropositato e per altro buggato..per non parlare dei driver delle schede grafiche..no comment..davvero..
Jammed_Death13 Febbraio 2008, 17:48 #9
riusciranno i nostri eroi a risolvere il famigerato problema nvlddmkm.sys ha smesso di funzionare? lo scopriremo la prossima puntata

(immaginetevi la scritta fine come negli anime)
capitan_crasy13 Febbraio 2008, 17:48 #10
Accidenti!
4 produttori diversi ( tra quali alcuni si odiano a morte ) UNITI per difendere il mercato dei videogiochi su PC...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^