Il video Scanning the Horizon illustra il futuro di Arma 3

Il video Scanning the Horizon illustra il futuro di Arma 3

Il nuovo video rilasciato da Bohemia Interactive mostra i piani dello studio per quanto riguarda le future espansioni di Arma 3.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:51 nel canale Videogames
 

Il video Scanning the Horizon di Arma 3 riassume le novità che è lecito attendersi nei prossimi anni a proposito del noto simulatore militare. A partire dal prossimo DLC con i jet, a cui si aggiungeranno le espansioni dedicate ai Tank e quella che fino a oggi è conosciuta come Orange. Il motivo? Semplice, sarà sviluppata dal nuovo studio di Bohemia con sede ad Amsterdam.

L'espansione Orange, nello specifico, come si dice nel video andrà a curare "un aspetto dei campi di battaglia solitamente non contemplato dai giochi moderni". Includerà allo stesso tempo nuovi veicoli, nuovi elementi per l'equipaggiamento e l'abbigliamento dei soldati, oggetti decorativi, una mini-campagna, e altro ancora.

Arma 3 Jets

Per quanto rigurda il DLC sui jet, invece, è stato affidato a Bravo Zero One Studios. Include tre caccia, un drone e una serie di contenuti bonus. Inoltre, supporta il nuovo modello di danni e i loadout dinamici dei veicoli, insieme a un nuovo modello di targeting che cambierà completamente le modalità di individuazione dei bersagli tramite radar in Arma.

Dopo Jets ci sarà anche Malden che, a differenza delle altre espansioni di cui stiamo parlando, sarà gratuita per i fan di Arma. E darà loro l'opportunità di tornare sull'omonima mappa di Operation Flashpoint o, perlomeno, su una sua reimmaginazione. Questa espansione introdurrà anche una nuova modalità multiplayer co-operativa chiamata Combat Patrol, che porterà i giocatori a combattere all'interno di team formati a sola fanteria con regole di gameplay fortemente mutevoli.

Arma 3 Jets verrà rilasciato nel corso del mese di maggio e può essere adesso pre-ordinato sul sito ufficiale. Arma 3 Malden è invece previsto per il 22 giugno e Orange nel corso dell'estate. Tac-Ops diverrà disponibile entro la fine dell'anno e Tanks nella prima parte del 2018.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8324 Marzo 2017, 08:56 #1
Sin dagli albori di operation flashpoint, la serie ARMA dovrebbe andare a braccetto con la realtà virtuale. è già tutti li, è già tutto pronto, manca solo un input diverso da mouse e tastiera.
Thehacker6624 Marzo 2017, 09:55 #2
Originariamente inviato da: emanuele83
Sin dagli albori di operation flashpoint, la serie ARMA dovrebbe andare a braccetto con la realtà virtuale. è già tutti li, è già tutto pronto, manca solo un input diverso da mouse e tastiera.


In realtà già c'è la periferica definitiva: https://www.youtube.com/watch?v=LPyqGQYNspk
jepessen24 Marzo 2017, 10:06 #3
Originariamente inviato da: emanuele83
Sin dagli albori di operation flashpoint, la serie ARMA dovrebbe andare a braccetto con la realtà virtuale. è già tutti li, è già tutto pronto, manca solo un input diverso da mouse e tastiera.


Gia' lo fanno, ma non per noi...

VBS3 e' la versione militare del gioco, che viene utilizzata dai militari per addestrarsi. Nelle ultime versioni (dalla 3.9.2 se mi ricordo) supportano Oculus per maggiore immersivita' dei militari che devono addestrarsi.

Ovviamente sebbene la base di codice possa essere comune (ma non mi ricordo se sono societa' diverse che ci lavorano alle due versioni) ci sono molte differenze fra i due prodotti, quindi a parte il prezzo, dato che la versione base parte da sopra i 3000$ cui devi aggiungere i moduli che ti servono, non e' proprio disponibile all'acquisto per uso personale, ma solo societa' e enti statali possono acquistarlo, proprio perche' non e' un gioco...

Che poi se guardi anche la concorrenza (Presagis Stage, MAK VR-Forces tanto per citarne alcuni) vedi che magari dal punto di vista prettamente ludico/grafico non sono granche', ma non e' quello il loro scopo. Questi prodotti, diciamo per uso militare, mettono molta piu' enfasi su stabilita' e supporto piuttosto che su orpelli grafici. Oculus e' stato inserito non perche' di moda, ma perche' serve effettivamente a migliorare l'esperienza addestrativa, tanto per dirne una...

Dove lavoro io per esempio sviluppiamo plugin per questi prodotti, ad esempio per collegare simulatori di volo addestrativi a questi programmi, per farli interagire con uno scenario. Utilizziamo standard militari per queste cose (HLA, DDS, DIS), ma sono simulatori di un certo livello. In altri ambiti invece si tende ad utilizzare anche roba consumer. Si preferisce quindi la possibilita' di estendere le capacita' del simulatore con plugin sviluppati da terzi, cosa che per l'utenza consumer non va bene, quindi target diversi vogliono funzionalita' diverse.
Ci sono tuttavia simulatori di camion 9 assi come questo ad esempio (non posso farti vedere quello nostro per motivi contrattuali, questo non e' 9 assi) in cui si cerca di fare la parte grafica/simulativa con Unity, ma l'ambito non e' militare, quindi utilizzare tecnologie meno stabili e piu' economiche ci sta. Anche in questo caso si cerca il prodotto piu' adatto alle esigenze.

Dipende tutto dall'ambito di utilizzo quindi. Secondo me o gli sviluppatori di ARMA implementano da se' la tecnologia, oppure aspettano che si de-classifichi la parte fatta da VBS. In entrambi i casi possono anche non scapicollarsi, perche' anche se la realta' virtuale e' parecchio interessante, la base di utenza che se lo puo' permettere / ha gia' un kit e' piuttosto esigua e potrebbe non giustificarne l'investimento...

Che poi si possa fare in altri modi e' un altro discorso, il problema e' il supporto ufficiale...
emanuele8324 Marzo 2017, 10:42 #4
Originariamente inviato da: jepessen
Gia' lo fanno, ma non per noi...

VBS3 e' la versione militare del gioco, che viene utilizzata dai militari per addestrarsi. Nelle ultime versioni (dalla 3.9.2 se mi ricordo) supportano Oculus per maggiore immersivita' dei militari che devono addestrarsi.

Ovviamente sebbene la base di codice possa essere comune (ma non mi ricordo se sono societa' diverse che ci lavorano alle due versioni) ci sono molte differenze fra i due prodotti, quindi a parte il prezzo, dato che la versione base parte da sopra i 3000$ cui devi aggiungere i moduli che ti servono, non e' proprio disponibile all'acquisto per uso personale, ma solo societa' e enti statali possono acquistarlo, proprio perche' non e' un gioco...

Che poi se guardi anche la concorrenza (Presagis Stage, MAK VR-Forces tanto per citarne alcuni) vedi che magari dal punto di vista prettamente ludico/grafico non sono granche', ma non e' quello il loro scopo. Questi prodotti, diciamo per uso militare, mettono molta piu' enfasi su stabilita' e supporto piuttosto che su orpelli grafici. Oculus e' stato inserito non perche' di moda, ma perche' serve effettivamente a migliorare l'esperienza addestrativa, tanto per dirne una...

Dove lavoro io per esempio sviluppiamo plugin per questi prodotti, ad esempio per collegare simulatori di volo addestrativi a questi programmi, per farli interagire con uno scenario. Utilizziamo standard militari per queste cose (HLA, DDS, DIS), ma sono simulatori di un certo livello. In altri ambiti invece si tende ad utilizzare anche roba consumer. Si preferisce quindi la possibilita' di estendere le capacita' del simulatore con plugin sviluppati da terzi, cosa che per l'utenza consumer non va bene, quindi target diversi vogliono funzionalita' diverse.
Ci sono tuttavia simulatori di camion 9 assi come questo ad esempio (non posso farti vedere quello nostro per motivi contrattuali, questo non e' 9 assi) in cui si cerca di fare la parte grafica/simulativa con Unity, ma l'ambito non e' militare, quindi utilizzare tecnologie meno stabili e piu' economiche ci sta. Anche in questo caso si cerca il prodotto piu' adatto alle esigenze.

Dipende tutto dall'ambito di utilizzo quindi. Secondo me o gli sviluppatori di ARMA implementano da se' la tecnologia, oppure aspettano che si de-classifichi la parte fatta da VBS. In entrambi i casi possono anche non scapicollarsi, perche' anche se la realta' virtuale e' parecchio interessante, la base di utenza che se lo puo' permettere / ha gia' un kit e' piuttosto esigua e potrebbe non giustificarne l'investimento...

Che poi si possa fare in altri modi e' un altro discorso, il problema e' il supporto ufficiale...


n el vostro caso vedo come step naturalmente successivo una augmented reality stile holo lens, ma siete voi gli esperti!

in ambito di simuloazione di guerra stile fanteria mavevo in mente ad un sistema tipo kintek con joypad dedicato che permette al giocatore di effettuare movimenti (chinato sdraiato in piedi) o di nascondersi in caso ci si muova (tramite controller) dietro una barriera di protezione. certo occorre spazio ma è fattibile. ma forse anche qui l'augmented reality forse tra quache decina di anni permetterà gare di battaglia laser molto più immersive e in ambienti simulati. insomma sbav.
emanuele8324 Marzo 2017, 10:44 #5
Originariamente inviato da: Thehacker66
In realtà già c'è la periferica definitiva: https://www.youtube.com/watch?v=LPyqGQYNspk


ecco basta: shut up and take my fucking money!
jepessen24 Marzo 2017, 11:06 #6
Originariamente inviato da: emanuele83
n el vostro caso vedo come step naturalmente successivo una augmented reality stile holo lens, ma siete voi gli esperti


Ti pare che non c'ho HoloLens nella mia lista dei desideri... Non essendo una multinazionale purtroppo dobbiamo concentrarci su poche cose alla volta, al contrario della augmented reality la virtual reality e' gia' una tecnologia solida in ambito militare, non e' nata certo con Oculus, quindi puntiamo su roba gia' testata, anche perche' difficilmente gli enti fanno contratti decennali su tecnologie che non conoscono bene, se l'azienda non e' gia' molto ferrata e riesce a convincerli... l'effetto WOW passa (giustamente) in secondo piano rispetto alle reali utilita' se non ben dimostrate.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^