Battlefield 4 censurato in Cina per motivi di sicurezza nazionale

Battlefield 4 censurato in Cina per motivi di sicurezza nazionale

Il governo cinese ha messo fuori legge lo sparatutto di Electronic Arts, accusata di sviluppare contenuti che minacciano la sicurezza nazionale e che costituiscono un'invasione culturale.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:31 nel canale Videogames
Electronic ArtsBattlefield
 

Il governo cinese ha ufficialmente censurato Battlefield 4, accusando Electronic Arts di avere sviluppato contenuti che minacciano la sicurezza nazionale della Cina e che costituiscono un'aggressione culturale. Il Ministero della Cultura cinese ha proibito, quindi, il gioco in tutte le sue forme, sia digitali che scatolate, oltre che espansioni, download, patch e news riguardanti Battlefield 4.

Secondo report provenienti dalla Cina, però, Battlefield 4 resta disponibile nella nazione sotto forma di download illegale, visto che è reperibile nelle reti peer to peer e torrent.

Battlefield 4

Diverse testate locali avevano anticipato la decisione del governo, visto che la storia raccontata in Battlefield 4 è considerata critica dal punto di vista del sentire nazionale. La parola "ZhanDi4", ovvero la traduzione in cinese di Battlefield 4, è stata allo stesso tempo oscurata su tutti i social network raggiungibili nel territorio cinese, come Weibo.com.

Ambientata nel 2020, la storia di Battlefield 4 prevede una guerra fittizia alimentata dall'Ammiraglio Chang, che tenta di prendere il controllo della Cina con un colpo di stato. Il rovesciamento del potere è supportato dalla Russia, ma non è ben visto dagli Stati Uniti, il che fa crescere le tensioni fra le tre potenze militari. Le vicende sono seguite dalla prospettiva dei militari statunitensi, impegnati a scongiurare il colpo di stato in Cina.

Non è sicuramente il primo dei problemi per Battlefield 4, visto che fin dal rilascio lo shooter DICE ha palesato problemi di stabilità per le sessioni di gioco multiplayer, con lag e improvvise disconnessioni dai server. Per questi malfunzionamenti, negli Usa sono state avviate due azioni legali contro Electronic Arts.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucabeavis6930 Dicembre 2013, 10:55 #1
Ah ah ah, ma fanno pure peggio attirando ancora più attenzione sulla vicenda narrata dal gioco. In più promuovono ufficiosamente la pirateria in una nazione che sappiamo come è da quel punto di vista.
paolo.guidx30 Dicembre 2013, 11:02 #2
L'hanno censurato per i bug.
tony8930 Dicembre 2013, 11:05 #3
in game vengono arati pensantemente, si vede che rosikano
paolo.guidx30 Dicembre 2013, 11:12 #4
Originariamente inviato da: tony89
in game vengono arati pensantemente, si vede che rosikano


"con netcode migliole noi vincele tutte guelle"
[K]iT[o]30 Dicembre 2013, 11:38 #5
Lasciando perdere il fatto che non si perdono niente in questo caso (anzi) trovo davvero triste ogni forma di censura, stati che usano questi mezzi andrebbero tirati giù con lo stesso piacere con cui si cecchina qualcuno a counterstrike.
giubox36030 Dicembre 2013, 12:50 #6
certo certo, bf4 potrebbe causare una guerra Mongola a suon di bug..
Pier220430 Dicembre 2013, 13:22 #7
Non mi è chiaro come un gioco possa compromettere la sicurezza nazionale.

Mi viene da pensare che qualche dissidente possa "allenarsi" in Battlefield 4 e imbracciare un fucile, oppure è solo una questione di "invasione" culturale...

Professato da loro che sono maestri nell'invasione militare "Tibet Docet" ed economica del "Mondo" mi fa sorridere...
Perseverance30 Dicembre 2013, 13:52 #8
E' una questione di invasione culturale e politica: in quasi tutti i giochi l'america fa le veci della nazione buona esportatrice della democrazia; il comportamento è riproposto in tutte le salse da film e serie tv "occidentali" ... ai tempi del medioevo si chiamava guerra santa, oggi si chiama più gentilmente esportazione della democrazia: i mezzi sono subdoli quanto efficaci mirando a sensibilizzare (in modo sbagliato) la gente attraverso i mezzi di uso comune della gente.

La cina (a torto o ragione) vuole difendersi da questa cosa, la censura è un modo per farlo, ciò nn significa xò che sia una nazione "sana".
jubehat30 Dicembre 2013, 14:11 #9
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.gamemag.it/news/battlefi...nale_50308.html

Il governo cinese ha messo fuori legge lo sparatutto di Electronic Arts, accusata di sviluppare contenuti che minacciano la sicurezza nazionale e che costituiscono un'invasione culturale.

Click sul link per visualizzare la notizia.


Ahahahahahah, che esagerazione....
Cosa pensano che i videogiocatori possano organizzare qualche attacco terroristico basandosi sulla storia del gioco?
Shinnok.Exor30 Dicembre 2013, 19:41 #10

COD Ghosts

Perchè non censurare COD Ghosts allora?

Lì hanno inserito i cani e non sia mai che i cinesi imparino a rispettare i cani visto che li scuoiano per le pellicce... anche questa è un aggressione culturale -.-''

Oltre al fatto che porta i giocatori a formulare sempre blasfemie diverse e varie

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^