Evolve: il miglior titolo multiplayer dell'anno è innovativo e simil-MOBA

Evolve: il miglior titolo multiplayer dell'anno è innovativo e simil-MOBA

Dopo aver vinto i premi come miglior gioco sia all'E3 che al GamesCom, le aspettative su Evolve sono altissime. Sviluppato dal team che già una volta ha sconvolto il mondo multiplayer, parliamo di Turtle Rock Studios e di Left4Dead, Evolve si rivela un titolo innovativo e capace di precorrere i tempi su certe meccaniche di gioco rispetto a un certo Overwatch di Blizzard.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
2K GamesEvolve
 

Preda o cacciatore?

Per quanto riguarda i Cacciatori, per sbloccare i personaggi più forti di ogni classe occorrerà guadagnarsi la sufficiente maestria nelle abilità a disposizione. Per esempio, potrebbe esserci richiesto di rianimare un certo numero di compagni in modalità occultamento o parare una certa quantità di colpi, Solo se porteremo a termine queste assegnazioni potremo accedere ai personaggi più forti di ogni classe, e quindi essere veramente competitivi sul campo di battaglia e sfidare i Mostri più competitivi.

Turtle Rock ha cercato di conferire quante più varianti possibile alle partite, che in caso contrario risulterebbero sin troppo simili tra di loro. Pertanto, potremo decidere di massimizzare il nostro impegno al fine di vincere la partita o farci un po' i fatti nostri e pensare soprattutto ad assolvere le assegnazioni e sbloccare gli altri personaggi. Il tutto rende le partite abbastanza dinamiche, anche perché i Cacciatori, così come il Mostro da parte sua, dovranno stare attenti agli scenari di gioco, individuando i segni del passaggio della creatura da una parte e cercando di lasciarne il meno possibile dall'altra.

In un caso limite, ad esempio, mi è capitato che la creatura rimanesse nascosta in un punto buio della mappa. Quel giocatore ha deciso di procedere in questo modo perché aveva ormai troppe poche risorse vitali per proseguire e perché ovviamente non voleva svelare la propria posizione. Anche un piccolo movimento del Mostro, infatti, in Evolve lascia un qualche segno; per cui l'unico modo per rimanere totalmente invisibili è, appunto, stare fermi. Per farla breve, alla fine abbiamo ovviamente trovato la creatura e l'abbiamo uccisa senza difficoltà. Però il suo operato ha prolungato la durata delle partite, che normalmente oscilla dai 5 ai 15 minuti.

Anche perché può capitare che un Mostro si salvi per pochissime risorse vitali, scappi dalla morsa dei Cacciatori e riprenda a nutrirsi, rinvigorendo così il proprio armor. Dopo che i Cacciatori, in casi come questo, sono arrivati a meno di un passo della vittoria, possono vedere tutto rimesso in gioco e, addirittura, perdere. Questo fa anche capire l'ottimo livello di bilanciamento raggiunto da Turtle Rock per un gioco difficilissimo da bilanciare.

Quando si individua il Mostro c'è sempre grande esaltazione, soprattutto nelle prime partite. La prima volta in assoluto è una grande emozione, e ci si spaventa, perché è grandioso e perché produce un rumore molto forte. Ma anche in seguito bisogna stare attenti, perché non è sfidabile da soli. Non conviene neanche sparargli da lontano perché per ogni colpo ricevuto risulterà incrementata la sua resistenza e la sua agilità, e questo gli consentirà di acquisire ulteriore velocità per scappare.

Nel caso degli inseguimenti, poi, bisogna decidere se rimanere tutti compatti o se separarsi. Nel secondo caso, ovviamente, si potrebbe riuscire a rinvenire più velocemente la posizione del Mostro, ma allo stesso tempo bisogna essere abili a ricompattarsi velocemente, perché in caso contrario la creatura potrebbe far fuori uno o più Cacciatori. Per ogni morte di questi ultimi, inoltre, si subisce una penalizzazione in termini di quantitativo massimo di risorse vitali: quindi, si può riprendere a giocare ma con uno svantaggio. Considerate, poi, che perdere tutte le risorse vitali vi renderà inermi ma non mi ucciderà definitivamente: la creatura dovrà, infatti, infierire per farlo.

Parimenti è determinare saper sfruttare al meglio il jetpack di cui ogni soldato è dotato. È molto importante capire che si possono scalare pareti verticali e dirupi semplicemente avvicinandosi a essi e premendo il tasto di attivazione del jetpack anche nel caso di riserva di energia del jetpack esaurita. È come se i personaggi fossero in grado di arrampicarsi su queste sporgenze senza fare affidamento sull'energia residua del jetpack, che ovviamente va a esaurirsi rapidamente se si usa il meccanismo a sproposito.

Una volta definitivamente morti, i Cacciatori devono tornare sulla navetta e riparacadutarsi sul campo di battaglia. Solitamente la navetta torna operativa ogni due minuti, pronta a rimandare nel vivo dell'azione i Cacciatori caduti. I giocatori possono personalizzare le partite e modificare a piacimento tutti questi parametri: determinare, quindi, la frequenza di arrivo delle navette, ma anche la quantità di fauna presente sulla mappa, la durata dei turni, l'incidenza delle penalità, i benefici ai personaggi, i bonus per le Maestrie e l'eventuale presenza di fauna elite.

Padroneggiare per bene le classi, e i personaggi al loro interno, è quindi molto importante. Il primo Medico, ad esempio, di nome Val, può curare con la pistola medica ma praticamente non ha possibilità di far danni. Il secondo, Lazarus, non dispone della pistola medica, e quindi ha molte più difficoltà a curare al volo, ma può usare il Dispositivo Lazzaro. Quest'ultima è un'arma molto potente che permette di riportare in vita i Cacciatori inermi o morti, e quindi consente loro di tornare nel vivo dell'azione senza dover ritornare alla navetta. Ma il medico più forte è Caira, che ha un lanciagranate che può passare tra proiettili curativi a proiettili al napalm molto devastanti. Tutti i medici sono comunque dotati di Scarica Curativa, un'abilità che cura tutti coloro i quali si trovano nelle vicinanze, ma che non è facile da usare proprio per la necessità di doversi avvicinare molto ai compagni da curare.

La classe del Supporto è determinante quasi come quella del Medico, e sbloccare i personaggi più forti consente di avere vantaggi strategici non indifferenti. Bucket, infatti, a differenza di Hank, può distribuire sul campo di battaglia degli UAV che consentono di rilevare il passaggio del Mostro, individuandone la sua posizione. Il giocatore prende controllo direttamente di questi dispositivi e può portarli in giro per la mappa usufruendo della loro incredibile velocità. Basta, poi, osservare il Mostro per "spottarlo" e renderlo visibile agli altri Cacciatori. Il Supporto più potente è poi Cabot, che nella trama di Evolve è anche il capo della spedizione dei Cacciatori, dotato, tra le altre abilità, del Potenziatore di Danni che migliora l'efficacia delle armi di tutti i compagni, e dell'utilissima Cortina Tracciante, che evidenzia tutti gli esseri extra-terrestri, Mostro incluso, che si trovano nei dintorni.

La classe in assoluto più difficile da padroneggiare è quella del Trapper. Se Maggie ci farà conoscere la Cupola Portatile, determinante per intrappolare per qualche secondo il Mostro, Griffin e Abe saranno poi in grado di tenere fermo il Mostro con gli arpioni e di tracciarne i movimenti con la Pistola Tracciante, utilizzabile anche sulla fauna. Gli Assaltatori, invece, sono i DPS per eccellenza, essendo in grado di sprigionare via via sempre più potenza di fuoco tra Fucili d'Assalto, Minigun, Lanciarazzi Multipli e via di questo passo. In Evolve abbiamo alcuni tra i Minigun più divertenti da usare della storia dei videogiochi, benché il loro firing, come già detto, non è realistico ed è pensato semplicemente per far divertire in maniera immediata.

Anche i Mostri presentano delle importanti differenze. Il Golia, ad esempio, è più statico, ma in grado di arrecare molto danno ai Cacciatori. Rispetto a lui, il Kraken è più agile e dotato di migliori capacità di teletrasporto, utili per sfuggire dalla morsa dei Cacciatori nei momenti più delicati. Il primo può estrarre pezzi di roccia e scagliarli sugli umani, mentre il secondo è dotato di tante abilità elettriche. Come per i Cacciatori bisogna padroneggiare ciascuna abilità, capire come spostarsi nella maniera più efficace e quali contromisure prendere rispetto allo spostamento dei Cacciatori, e naturalmente quando attaccare e quando difendersi. Solo dedicando diverse ore al gioco e acquisendo esperienza su diverse partite tutto questo potrà diventare chiaro. Ma per tutte le informazioni sui vari personaggi di Evolve vi rimandiamo al precedente contenuto che abbiamo realizzato sul gioco.

Quanto alle modalità, è Caccia quella che i giocatori di Evolve di solito preferiscono. Il Mostro deve evolversi allo Stadio 3 per poter attaccare un Relè e vincere la partita, mentre i Cacciatori devono intercettarlo per tempo. Questa modalità consente alla struttura di Evolve di dare il meglio di sé. Anche Nido è abbastanza divertente, visto che i Mostri devono proteggere delle uova con dei loro simili, mentre i Cacciatori devono distruggere le uova entro il limite di tempo. I Mostri possono anche decidere di far schiudere delle uova per ottenere degli alleati gestiti dall'intelligenza artificiale.

Salvataggio, invece, è il contrario della modalità precedente, con i Cacciatori che devono salvare cinque sopravvissuti e riportarli alla navetta, mentre il Mostro deve ucciderli. La modalità in assoluto più arcade è Difesa, con partite velocissime per via del fatto che il Mostro è già evoluto allo Stadio 3 e si trova subito ad attaccare una stazione di rifornimento di una nave spaziale. Modalità veloce e adrenalinica, che vi farà godere al meglio ciascuna abilità, ma che toglie tutto il fascino dell'inseguimento, dell'interpretazione dello scenario e del braccare la preda.

 
^