The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

Abbiamo provato la demo di Crea un Sim, ovvero l'editor interno a The Sims 4 con il quale è possibile creare i sim che poi andranno gestiti nell'esperienza di gioco principale. Dopo il fallimento di SimCity, Maxis deve tutelare il suo franchise di riferimento, e lo fa allestendo una struttura che conferisce ancora più versatilità e più potenza a ogni meccanica di gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Creatività anche negli edifici

La versione completa di The Sims 4, ovviamente, darà l'opportunità anche di personalizzare gli edifici. Anche questo editor risulterà potenziato rispetto al passato grazie al nuovo concetto di manipolazione diretta. Per costruire un ambiente basta piazzare un blocco iniziale e poi agire direttamente sulla sua forma per determinare con precisione la forma dell'edificio. Si possono anche spostare i blocchi precedentemente creati: per esempio, è possibile creare a parte una stanza e poi attaccarla alla struttura centrale dell'abitazione. Non mancano, poi, i blocchi con le pareti curve e le stanze pre-assemblate.

Anche in quest'ultimo caso è possibile cambiare le dimensioni del blocco con il metodo di cui abbiamo parlato prima. Inoltre, si possono prelevare i singoli elementi dalla schermata di anteprima della stanza pre-assemblata e collocarli liberamente dove si desidera. Il giocatore può anche creare le fondamenta dell'edificio, stabilendo così la sua altezza da terra; e pitturare tutti i muri con lo stesso colore in maniera immediata in modo da avere maggiore uniformità.

L'idea di Maxis, che ha adattato lo stile visivo di The Sims 4 a quello delle abitazioni del Sud degli Stati Uniti (mentre storicamente la serie guardava principalmente al Nord Est), è quella di liberare la schermata di gioco da eventuali puntatori e slider, lasciando ai giocatori la possibilità di poter modificare direttamente le forme e le proporzioni dei Sim e degli edifici.

Quanto alla simulazione vera e propria, i Sims adesso trasmettono le emozioni in maniera molto più efficace e naturale, grazie principalmente a un miglior controllo poligonale sui loro volti e grazie alla loro camminata. Il meccanismo dell'arrabbiatura è stato completamente rivisto. Arrabbarsi, in The Sims 4, potrà essere anche una cosa positiva perché, tra le altre cose, si potrà scaricare la frustrazione facendo palestra e migliorando così il fisico.

Per quanto riguarda la città che ospiterà i Sims, sarà adesso divisa in cinque quartieri, distinti in base alla funzione che ciascuno di loro ricoprirà all'interno del gioco. Avremo il quartiere residenziale, insieme a quello commerciale e, per finire, a quello dedicato alle relazioni sociali.

La sfera emotiva dei Sims risulterà ancora più curata che in passato, con un'icona che sarà sempre presente sullo schermo e che notificherà il giocatore sullo stato umorale dei personaggi che gestisce. Potranno essere arrabbiati, depressi o eccitati per una notizia o un avvenimento. A seconda dell'umore cambieranno tante cose nella simulazione: ad esempio, miglioreranno i rapporti con gli altri, mentre le opere di ingegno risulteranno più brillanti se affrontate con la giusta propensione.

I Sims, negli appositi spazi sociali, saranno adesso in grado di fare gruppo e quindi di avere relazioni più complesse rispetto alle tipiche conversazioni a due. I giocatori saranno, poi, in grado di organizzare le feste con molta più immediatezza, visto che attraverso un agile menu potranno determinarne i toni, il luogo e inviare gli inviti.

Naturalmente i personaggi virtuali di The Sims continueranno a parlare il Simmish che, però, per l'occasione è stato completamente rifatto e registrato da zero.

 
^