Recensione Xbox One: ecco com'è in Italia al lancio

Recensione Xbox One: ecco com'è in Italia al lancio

All'Innovation Campus di Microsoft Italia a Peschiera Borromeo abbiamo avuto modo di provare estensivamente la console next-gen che raggiunge i negozi nella giornata di oggi. Ecco le nostre prime considerazioni, corredate da foto e video, in attesa di prove ancora più approfondite. All'interno anche la videorecensione.

di Dorin Gega, Davide Fasola, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Navigazione e ingresso HDMI

Attraverso Kinect è possibile interagire con tutte le componenti della dashboard ed è possibile navigare su internet. Accendiamo la console e ci disponiamo davanti alla telecamera, in modo che il nostro viso risulti inquadrato. A quel punto il sistema, tramite riconoscimento facciale, esegue automaticamente il log-in e ci permette di iniziare a usare tutte le funzioni a cui siamo registrati e che abbiamo aggiunto sulla dashbboard. Kinect è in grado di riconoscere fino a 6 volti contemporaneamente, e quindi la console può fare fino a 6 log-in. In questi casi, sempre tramite comando vocale, è possibile passare da un account all'altro in maniera istantanea.

A quel punto l'utente che alza il braccio destro viene riconosciuto come utente principale e può iniziare la navigazione. Chiudendo il pugno e spostando il braccio verso destra o sinistra si può spingere la dashboard nella direzione così indicata. Questo vale anche per la navigazione con Internet Explorer, che però non funziona sempre tramite gesture e comandi vocali, per il motivo che abbiamo detto prima. Infatti, al momento il nuovo Kinect non riconosce i comandi vocali che non sono inseriti nel sistema di default: arrivati a un certo punto, quindi, bisognerà prendere il gamepad e iniziare a digitare l'URL con quello.

Dopo aver alzato il braccio, un puntatore su schermo identifica la posizione riconosciuta sull'area di lavoro. Bisogna quindi recarsi sulla "tile" corrispondente all'applicazione desiderata e fare un gesto come per spingere verso avanti per lanciarla. Questo tipo di comandi funziona sia sulla dashboard, che in Internet Explorer come nelle altre applicazioni, e nei giochi.

Come ben noto, infatti, Kinect è ormai un elemento imprescindibile per Xbox One, al punto che Microsoft ha spinto gli sviluppatori di videogiochi a utilizzarlo. Nei titoli come Dead Rising 3 e Ryse Son of Rome il giocatore può ricorrere ai comandi vocali, disponibili anche in questo caso in italiano al lancio, per richiedere l'aiuto dei personaggi gestiti dall'intelligenza artificiale.

Xbox One

Come abbiamo visto prima, inoltre, sul retro della console troviamo l'ingresso HDMI per collegare un set-top-box per vedere i contenuti televisivi provenienti dal satellite. Al momento del lancio in Italia, non c'è nessun dispositivo supportato ufficialmente. Abbiamo un'app di Mediaset Premium supportata in via ufficiale, ma questa appunto si trova sulla dashboard, dalla quale è possibile accedere a tutti i contenuti del canale digitale terrestre in questione.

Tuttavia, se si inserisce il box Sky in questo ingresso HDMI, già da adesso è possibile ricevere il segnale video proveniente dal box nella console, e mixarlo con tutte le altre funzioni messe a disposizione da Xbox One come si fa con tutte le altre applicazioni. In concreto, Xbox One è in grado di accogliere qualsiasi segnale TV trasmesso tramite questo ingresso e addirittura è possibile accogliere il segnale proveniente da una PlayStation 4 dentro Xbox One.

Da questo punto di vista, Xbox One fa un egregio lavoro, con risultati che miglioreranno nel corso del tempo. Ad esempio, è possibile vedere la TV, ma allo stesso tempo ricevere le notifiche di Skype e chattare, così come leggere le notifiche di gioco, navigare su internet, giocare con i titoli Xbox One e continuare la navigazione tramite Kinect.

 
^