Recensione Football Manager 2014: ventuno anni e non sentirli

Recensione Football Manager 2014: ventuno anni e non sentirli

È ormai imminente il rilascio della nuova versione di Football Manager, e le novità non mancano sicuramente tra motore grafico migliorato, modifiche alle tattiche, trasferimenti e contratti più realistici, interazioni più complesse con giocatori, staff e stampa, nuovo sistema delle notizie, e molto altro ancora.

di Alessandro Oteri pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

In conclusione Football Manager 2014 è un simulatore di ottima fattura. Non manca niente e niente sembra essere stato lasciato al caso. Tutti gli elementi di gestione sono stati curati e risulta evidente che ci si trova davanti ad un gioco che vanta oramai più di trent’anni di evoluzione.

Rispetto agli anni precedenti ci sono state lamentele riguardanti le licenze ufficiali che sono leggermente diminuite. Questo però non rende per nulla meno realistico il gioco in sé. L’obiettivo infatti è simulare al meglio l’esperienza manageriale. La mancanza di qualche logo ufficiale e qualche denominazione dei team non fedele al 100% non inficiano la qualità dell’esperienza di gioco.

La resa grafica delle simulazioni delle partite è migliorata ed è piacevole seguire la propria squadra anche in campo. Dal punto di vista delle prestazioni non abbiamo riscontrato problematiche rilevanti. Abbiamo giocato sia su un portatile ad uso ufficio (non troppo potente) che su una macchina dedicata al gaming ed in entrambi i casi tutto è andato in maniera fluida.

Dal punto di vista della IA il gioco ci è sembrato efficiente. Sia gli avversari che la nostra compagine rispondono coerentemente alle situazioni di gioco e della stagione. Lo staff interviene con i suoi suggerimenti in maniera competente e non si notano stonature nelle dichiarazioni dei Media.

Notiamo che il gioco è tutt’altro che semplice da giocare. La curva di apprendimento è abbastanza ripida e senza i tutorial sarà certamente complicato giocare subito al meglio. Ma da un simulatore non ci aspettiamo mai semplicità, ma piuttosto sfida e longevità. Due elementi che di certo non mancano a Football Manager 2014.

Detto tutto questo, quindi, possiamo ritenerci appieno soddisfatti di questo titolo e non possiamo che dare una valutazione più che positiva nel complesso. Gli appassionati del genere non resteranno di certo delusi e anche i curiosi potrebbero trovare divertente mettersi alla prova alla guida di una squadra di calcio.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
andreafitta28 Ottobre 2013, 10:42 #1

Questa poi...

Non dico tanto, ma almeno documentarsi un minimo no? L'attuale Football Manager non ha NIENTE ma proprio NIENTE a che vedere con quello di cui si fa menzione nell'articolo. L'attuale Football Manager è infatti nient'altro che l'evoluzione dei primi Championship Manager. Se si conoscesse un minimo la storia di questo gioco e di chi lo ha sviluppato, si saprebbe della scissione avvenuta quasi 10 anni fa, quando la SI Games, appoggiata da SEGA, si tenne il database e il motore, per lasciare alla Eidos (che pubblicò i primi capitoli dei fratelli Collyer) il marchio. Quando ho iniziato a leggere l'articolo ho pensato che dovevo saperne veramente poco visto che 31 anni mi sembravano una follia... ma poi pensando e ripensando mi sono reso conto del fatto che non mi sbagliavo io e che ricordavo bene nel datare 1992 il primo capitolo di questa, che è una delle più grandi saghe nella storia dei videogame, probabilmente la più grande in assoluto se parliamo di sport.
andreafitta28 Ottobre 2013, 11:06 #2

ehm...

chiedo scusa, non voglio essere pedante ma PC Calcio centra ancora meno se andate sul sito www.sigames.com c'è la storia della saga, che è divisa in due tronconi: Era Eidos ed Era SEGA. Fino a quando il team era sotto Eidos il gioco si chiamava Championship Manager, poi quando la Sports Interactive è passata sotto Sega, strinse un accordo con i loro ex partner con il quale lasciavano a loro il brand in cambio del motore e del database. Football Manager è quindi l'erede dei primi Championship Manager, ma non dei Football Manager "preistorici", con i quali non vi è alcun legame. Se invece parlassimo dell'attuale Championship Manager (tra l'altro non so nemmeno se viene ancora pubblicato), si potrebbe affermare anche per questo la parentela con i primi CM visto che in questo caso il Brand è proprio lo stesso e se non altro i due giochi hanno in comune la major di appartenenza.
Aryan28 Ottobre 2013, 12:28 #3
Ti do ragione in tutto tranne su PC Calcio che era un OTTIMO prodotto italiano di allora...
aldarev28 Ottobre 2013, 12:39 #4
Originariamente inviato da: Aryan
Ti do ragione in tutto tranne su PC Calcio che era un OTTIMO prodotto italiano di allora...


La Dinamic Multimedia mi pare sia sempre stata spagnola.
Aryan28 Ottobre 2013, 12:45 #5
Originariamente inviato da: aldarev
La Dinamic Multimedia mi pare sia sempre stata spagnola.


Azz, vero vero!
andreafitta28 Ottobre 2013, 13:51 #6

vero..

infatti anche io ho giocato un bel po' a pc calcio!! comunque dovevate leggere la prima stesura dell'articolo che conteneva un riferimento a uno dei tanti football manager usciti negli anni 80 e 90, indicandoli come i primi episodi di questa saga.. l'equivoco nasce dal fatto che football manager è un nome molto facile da assegnare a un gioco di questo tipo.
alexbilly28 Ottobre 2013, 18:00 #7

pc calcio!

Il "grandissimo" pc calcio 2000, dove potevi mettere due portieri in porta e non prendere mai gol

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^