Battlefield 3 e cosa c'è dietro Frostbite 2

Battlefield 3 e cosa c'è dietro Frostbite 2

DICE ha rilasciato al Game Developers Conference una serie di informazioni sulla tecnologia destinata a cambiare il modo di concepire la grafica nella nuova generazione. È un'occasione per fare il punto della situazione sulle caratteristiche di gioco di Battlefield 3 finora rivelate e sulle prospettive di questo attesissimo titolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Battlefield
 

Battlefield 3

Veniamo a Battlefield 3. Iniziamo dicendo che lo sviluppatore DICE lo intende come il vero seguito dei giochi multiplayer che ha prodotto negli anni 2000 e che hanno sconvolto il modo di giocare in multiplayer. Bad Company, quindi, è da intendersi come una serie di spin-off con meccaniche di gioco maggiormente semplificate. Tornano con Battlefield 3 una serie di elementi per il multiplayer che erano stati rimossi in Bad Company e che invece sono dei capisaldi per i vecchi appassionati di Battlefield.

Per Battlefield 3 DICE ha costruito anche una modalità single player, che prevede l'esplodere di un conflitto in Medio Oriente. L'obiettivo è la riproduzione più fedele possibile della guerriglia urbana all'interno di città mediorientali, soprattutto con un livello di realismo superiore a quello degli altri sparatutto in prima persona militari di nuova generazione. Ovviamente questo obiettivo passa attraverso la nuova tecnologia Frostbite 2, che descriveremo nelle prossime pagine.

I giocatori si trovano a combattere nel pieno della battaglia, sia essa ambientata nel fitto reticolo stradale cittadino, dove combattere a brevi distanze, o al centro di vaste aree rurali che richiederanno una tattica sulla lunga distanza. Il conflitto, inoltre, si svolge su varie dimensioni, terra aria e cielo, e vedrà coinvolto un numero di soldati per ogni sequenza più alto rispetto agli altri giochi di nuova generazione. Tra le città finora rivelate che appariranno nel single player troviamo Parigi, Tehran, New York e Bassora.

DICE parla anche di modalità co-op, ma fino a oggi non ne ha rivelato i dettagli. Sembra ci sia la possibilità di affrontare in quattro la campagna single player, magari con la possibilità di assegnare comandi agli altri membri del team. Il single player di Battlefield 3, dunque, si prefigura come un single player anche tattico, oltre che coinvolgente.

La componente di Battlefield 3 che gli appassionati stanno attendendo con maggiore ansia è però quella multiplayer. Questa consentirà di giocare in 64 contemporaneamente su singola mappa su PC e in 24 su console. Nel caso delle console i combattimenti multiplayer saranno ovviamente ridimensionati, per i limiti hardware di questi sistemi, ma DICE promette che le mappe avranno comunque le stesse dimensioni delle mappe della versione PC.

Il multiplayer di Battlefield 3, come da tradizione per la serie, sarà fortemente basato sui veicoli, con la possibilità di pilotare aerei, carro armati e imbarcazioni. Sarà un multiplayer tattico che favorirà la collaborazione, nuovamente basato sugli sblocchi e sulla progressione dell'esperienza. All'inizio della partita, come sempre, il giocatore seleziona la classe di appartenenza (dovrebbero essercene quattro) e il loadout, producendo un personaggio con precise caratteristiche e che ricalca lo stile di gioco personale di ciascun giocatore. Il sistema di classi è basato sul principo del sasso, carta, forbice; per cui ogni classe avrà sempre bisogno del supporto delle altre.

Ci saranno le squadre e i comandanti, con un sistema, a detta di DICE, semplificato rispetto al passato, e pensato per rendere la collaborazione tra comandante e resto della squadra più fluida e immediata, oltre che più utile.

Rispetto a Bad Company torneranno alcuni elementi tipici di Battlefield 2 e i vecchi shooter, come la possibilità di sdraiarsi, oltre che la presenza dei già citati aerei. DICE parla ancora di caratteristiche di gestione dei personaggi simili a quelle dei MMOG e di mappe giganti. Ci sarà il defibrillatore per rianimare i compagni di squadra in difficoltà sul campo di battaglia e il coltello. Si potranno anche prendere con il coltello le medagliette dei nemici stesi.

 
^