Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Ubisoft ha rinviato Avatar: Frontiers of Pandora. Si va al 2023 o addirittura 2024

Ubisoft ha rinviato Avatar: Frontiers of Pandora. Si va al 2023 o addirittura 2024

Si è scoperto del rinvio insieme alla comunicazione dei dati finanziari, senza in realtà un comunicato ufficiale che facesse chiarezza. La mole di lavoro è troppa?

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Chi sperava di poter giocare ad Avatar: Frontiers of Pandora proprio nello stesso periodo dell'uscita in sala del nuovo film della saga La Via dell'Acqua, resterà molto probabilmente deluso. Ubisoft ha infatti rinviato il videogioco open-world ambientato su Pandora.

Durante un evento di presentazione dei dati finanziari, la casa di produzione ha confermato che non potremo impersonare un Na'vi prima del prossimo anno fiscale.

Avatar: Frontiers of Pandora

Ciò che lascia perplessi è che questa indicazione resta estremamente vaga. L'anno fiscale, infatti, inizia ad aprile 2023, dunque primo periodo possibile per il lancio del gioco, ma termina appunto un anno dopo, a marzo 2024, lasciando dunque tutta questa finestra temporale tra le possibilità.

Ubisoft non ha dichiarato apertamente cosa ha portato alla decisione del rinvio, ma è probabile che Massive Entertainment, che sta sviluppando il gioco, si sia resa conto di una mole di lavoro tale da non permettere l'uscita in contemporanea con il nuovo appuntamento cinematografico.

Proprio il trailer di Avatar: Frontiers of Pandora, che vedete qui sopra, aveva convinto Disney ad affidare a Ubisoft la creazione del nuovo videogioco basato sull'universo di Star Wars, e per alcune malelingue lo spostamento di risorse verso questo nuovo progetto potrebbe essere la causa del rinvio. Si attende una comunicazione ufficiale più dettagliata per far luce sulla questione.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8823 Luglio 2022, 08:38 #1
Potete anche chiudere tutto e andarvene a casa per sempre !

Nel 2022 non hanno fatto uscire un caxxo di gioco.

Nemmeno un gioco semplice come The Settlers o il MP gratuito XDefiant che sembrava già pronto lo scorso anno ..... poi guardi meglio e scopri che invece sembra si stiano concentrando su Skull & Bones ( ennesimo epic fail già annunciato, nonchè una m3rda sciacquarella ).
*Pegasus-DVD*23 Luglio 2022, 12:08 #2
e han cancellato frontline
wolverine23 Luglio 2022, 21:10 #3
Dai fate 2025 e ciao.
nickname8824 Luglio 2022, 12:34 #4
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
e han cancellato frontline

Titolo Ubi in meno è sempre una buona notizia, probabilmente sarebbe stato una cacata come la quasi totalità di tutto ciò che producono.
Le eccezioni esistono al solo scopo di confermare la regola.

Frontline poi era della serie Ghost Recon, quindi una cavolata assicurata, già la grafica era una merda.
ningen25 Luglio 2022, 11:07 #5
Ubisoft è seduta su una miniera d'oro e non sa sfruttarla. Mi riferisco alla miriade di ip che ha lasciato morire o che con scelte scellerate ha portato alla rovina. Non parlo solo di super AAA, ma anche e sopratutto di giochi come Rayman, Child of light, Valiant hearts ecc. In particolare cosa diavolo aspetta a rilasciare un nuovo Heroes of might and magic? Ma pure un completo idiota si renderebbe conto che c'è un forte interesse per questa ip, altrimenti sarebbe inspiegabile il fatto che spessissimo HoMM3 sia in testa ai titoli più venduti su GOG, specie quando in saldo. Probabilmente è uno dei titoli più venduti su GOG di sempre.
Ma pure questo Avatar, sembra un progetto senza ne capo ne coda, sicuramente sta costando anche un botto anche per via dei diritti e sono pronto a scommettere che sarà un'altro open world generico alla Ubisoft, come AC, come Far cry, come The Division, come Watch dogs, come Ghost recon: Wildlands/Breakpoint ecc. e se usciamo dal "mondo ubisoft" ormai ce ne sono a pacchi di open world alla Ubisoft e solo quest'anno ne stanno uscendo a frotte tra Dying light, Horizon FW, Ghostwire tokyo, Saints row e Gotham knights.
Ha ragione lo youteber videogamedunkey... questo genere di videogiochi merita di morire.
nickname8825 Luglio 2022, 12:50 #6
Originariamente inviato da: ningen
Ubisoft è seduta su una miniera d'oro e non sa sfruttarla. Mi riferisco alla miriade di ip che ha lasciato morire o che con scelte scellerate ha portato alla rovina. Non parlo solo di super AAA, ma anche e sopratutto di giochi come Rayman, Child of light, Valiant hearts ecc. In particolare cosa diavolo aspetta a rilasciare un nuovo Heroes of might and magic? Ma pure un completo idiota si renderebbe conto che c'è un forte interesse per questa ip, altrimenti sarebbe inspiegabile il fatto che spessissimo HoMM3 sia in testa ai titoli più venduti su GOG, specie quando in saldo. Probabilmente è uno dei titoli più venduti su GOG di sempre.
Ma pure questo Avatar, sembra un progetto senza ne capo ne coda, sicuramente sta costando anche un botto anche per via dei diritti e sono pronto a scommettere che sarà un'altro open world generico alla Ubisoft, come AC, come Far cry, come The Division, come Watch dogs, come Ghost recon: Wildlands/Breakpoint ecc. e se usciamo dal "mondo ubisoft" ormai ce ne sono a pacchi di open world alla Ubisoft e solo quest'anno ne stanno uscendo a frotte tra Dying light, Horizon FW, Ghostwire tokyo, Saints row e Gotham knights.
Ha ragione lo youteber videogamedunkey... questo genere di videogiochi merita di morire.

Quoto.
Purtroppo titoli professionali e lauree a volte sono sopravvalutati, specie fra le persone di vertice, il QI è innato e non si acquisisce nè si acquista.
Tuttavia è lampante che c'è chi fa di peggio e senza nemmeno fare sforzi ( gli viene proprio naturale ) come Blizzard che si è dimenticata dei brand che l'han resa famosa.
Alekx26 Luglio 2022, 10:46 #7
Originariamente inviato da: ningen
Ubisoft è seduta su una miniera d'oro e non sa sfruttarla. Mi riferisco alla miriade di ip che ha lasciato morire o che con scelte scellerate ha portato alla rovina. Non parlo solo di super AAA, ma anche e sopratutto di giochi come Rayman, Child of light, Valiant hearts ecc. In particolare cosa diavolo aspetta a rilasciare un nuovo Heroes of might and magic? Ma pure un completo idiota si renderebbe conto che c'è un forte interesse per questa ip, altrimenti sarebbe inspiegabile il fatto che spessissimo HoMM3 sia in testa ai titoli più venduti su GOG, specie quando in saldo. Probabilmente è uno dei titoli più venduti su GOG di sempre.
Ma pure questo Avatar, sembra un progetto senza ne capo ne coda, sicuramente sta costando anche un botto anche per via dei diritti e sono pronto a scommettere che sarà un'altro open world generico alla Ubisoft, come AC, come Far cry, come The Division, come Watch dogs, come Ghost recon: Wildlands/Breakpoint ecc. e se usciamo dal "mondo ubisoft" ormai ce ne sono a pacchi di open world alla Ubisoft e solo quest'anno ne stanno uscendo a frotte tra Dying light, Horizon FW, Ghostwire tokyo, Saints row e Gotham knights.
Ha ragione lo youteber videogamedunkey... questo genere di videogiochi merita di morire.



Quoto in parte, ma The Division quando usci' dopo aver tolti diversi bug fu un grande gioco PVE e PVP stesso discorso per The division 2. Purtroppo pero' con il passare degli anni li hanno affossati senza far uscire novita' importanti sulle mappe o nuove Dark Zone dove scontrarsi e questo ha fatto abbandonare i gamers in massa.

Per quanto concerne UBISOFT purtroppo sappiamo tutti come sta messa visto l'abbandono in massa degli sviluppatori lo scorso anno e le varie dicerie di "vendita" non hanno giovato a far uscire nulla nel 2022 e neanche a far uscire un progetto degno di nota.

Spero molto in qualche casa indipendente come negli anni 80 / 90 che riesca a far uscire qualche gioco di ottima fattura e molto coinvolgente. Oggi si guarda piu' alla grafica che alla capacita' di coinvolgimento del gioco stesso e questo ne ha deteriorato la qualita' senza dubbio.
nickname8826 Luglio 2022, 11:17 #8
Originariamente inviato da: Alekx
Quoto in parte, ma The Division quando usci' dopo aver tolti diversi bug fu un grande gioco PVE e PVP stesso discorso per The division 2. Purtroppo pero' con il passare degli anni li hanno affossati senza far uscire novita' importanti sulle mappe o nuove Dark Zone dove scontrarsi e questo ha fatto abbandonare i gamers in massa.

Per quanto concerne UBISOFT purtroppo sappiamo tutti come sta messa visto l'abbandono in massa degli sviluppatori lo scorso anno e le varie dicerie di "vendita" non hanno giovato a far uscire nulla nel 2022 e neanche a far uscire un progetto degno di nota.

Spero molto in qualche casa indipendente come negli anni 80 / 90 che riesca a far uscire qualche gioco di ottima fattura e molto coinvolgente. Oggi si guarda piu' alla grafica che alla capacita' di coinvolgimento del gioco stesso e questo ne ha deteriorato la qualita' senza dubbio.

The Division non offre più nulla da un pezzo.
Riguardo la grafica dire "magari" ma nemmeno quella.

Vedendo gli AC e gli ultimi Far Cry o WD siamo alla pietà a parte qualche effettistica di turno oltra pompata per risaltare.
Ottimizzazione invece .... non sanno nemmeno dove sta di casa.
Alekx26 Luglio 2022, 12:14 #9
Originariamente inviato da: nickname88
The Division non offre più nulla da un pezzo.
Riguardo la grafica dire "magari" ma nemmeno quella.

Vedendo gli AC e gli ultimi Far Cry o WD siamo alla pietà a parte qualche effettistica di turno oltra pompata per risaltare.
Ottimizzazione invece .... non sanno nemmeno dove sta di casa.


Confermi quanto detto da me. Il fatto che si stiano buttando tutti sui REMASTER ti fa capire come sono messi a livello di idee e progetti.
nickname8826 Luglio 2022, 13:41 #10
Originariamente inviato da: Alekx
Confermi quanto detto da me. Il fatto che si stiano buttando tutti sui REMASTER ti fa capire come sono messi a livello di idee e progetti.

Remastered ? Nemmeno quelli !
Queste sono le tipiche aziende che meriterebbero il "trattamento russo"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^