Studio: giocatori, meno sono bravi e più diventano aggressivi verso le donne

Studio: giocatori, meno sono bravi e più diventano aggressivi verso le donne

Uno studio ha trovato una correlazione tra il comportamento sessista dei giocatori e il livello di abilità di questi ultimi nel gaming.

di pubblicata il , alle 08:51 nel canale Videogames
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Max_R22 Luglio 2015, 14:36 #21
Beh nelle catene vedo assumere molte più ragazze che ragazzi. Chissà perchè
bobafetthotmail22 Luglio 2015, 14:41 #22
Lamer e sessismo sono sempre stati strettamente correlati eh. Anche nella vita reale.

Originariamente inviato da: demon77
Scimmie molto evolute.. ma con lo stesso firmware di tutte le altre.
Concordo.
Comunque anche i cani, i delfini, e altri mammiferi sociali tendono a comportarsi in modo simile.

Ennesima conferma, niente di particolarmente nuovo.
dany-dm22 Luglio 2015, 14:42 #23
perché anni e anni di evoluzione hanno portato le donne ad essere più precise nei lavori ripetitivi.
Toshia22 Luglio 2015, 21:14 #24
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Non vedo problemi, anzi ritengo siano reazioni sane ed ampiamente giustificate. Chi è meno competitivo tende ad essere più aggressivo per non farsi superare. L'accusa di sessismo è ridicola, e viene da chi vorrebbe un uomo de-maschizzato e de-testeronizzato.


Concordo. L'homo deve puzzare bestemmiare ed essere blasfemo. Il vero uomo non muta, la donna invece muta deve stare.
bobafetthotmail22 Luglio 2015, 22:50 #25
Originariamente inviato da: dany-dm
perché anni e anni di evoluzione hanno portato le donne ad essere più precise nei lavori ripetitivi.
L'evoluzione è un processo che richiede milioni di anni con organismi col ciclo vitale di un essere umano.
Un essere umano attuale è uguale ad un umano di varie migliaia di anni fa.

Quindi non credo che le donne si siano "evolute" in alcun modo particolare.
Dinofly23 Luglio 2015, 01:58 #26
Originariamente inviato da: marcos86
Guarda, io sono abbastanza "fastidioso" nei confronti delle femministe proprio per la generalizzazione senza se e senza ma.
Tuttavia non si può non riconoscere che le donne sono tutt'ora in molti casi discriminate prioprio per l'essere donne.

Ed è indubbio che l'idea della donna come inferiore all'uomo sia ancora ampiamente diffuso.
La semplice verità è che a molti uomini dà fastidio essere superati da una donna, e non è un sentimento accettabile nel 2015.


Anche gli schiavi ci sono stati per migliaia di anni.
Per secoli hanno bruciato la gente sul rogo.
La monarchia c'è tutt'ora.
Fino al secolo scorso dissentire equivaleva a una condanna al carcere o alla morte.
Il fatto che in passato ci fossero certe usanze, credenze e leggi non vuol dire che siano giuste o che vadano bene ancora adesso!
Ci siamo evoluti culturalmente, socialmente, tecnologicamente, i motivi per cui una volta si facevano certe cose non sussistono più.

Dovremmo continuare a pestarle, a tenerle in casa a far da mangiare e a dargli stipendi più bassi e mansioni meno importanti solo perchè 1000 anni fa era così?

Semplifichi troppo la questione.
Vi si intrecciano considerazioni evolutive antropologiche e culturali.
Quello che si può dire con evidenza é che non esiste una discriminazione assoluta, sono molti gli ambienti in cui essere donna é un vantaggio, e in generale la vita delle stesse é molto più facile: meno donne sono ai margini sociali (carcere, senzatetto, suicidi), culturalmente hanno meno responsabilità (il mantenimento), hanno possibilità di scalare socialmente con il matrimonio (statisticamente le donne sposano SOLO uomini con un reddito più elevato del loro).
E si potrebbe andare avanti.
Le ragioni sono diverse, il mondo e la società seguono regole e logiche che derivano dall'evoluzione molto più di quanto comunemente si creda.
Dinofly23 Luglio 2015, 02:01 #27
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
L'evoluzione è un processo che richiede milioni di anni con organismi col ciclo vitale di un essere umano.
Un essere umano attuale è uguale ad un umano di varie migliaia di anni fa.

Quindi non credo che le donne si siano "evolute" in alcun modo particolare.

Sarebbe un unicum nel mondo degli animali sociali non avere ruoli di genere, negarli secondo me é stupido.
Ovviamente da qui a dire che ci sia una superiorità o inferiorità é un altro discorso.
Dinofly23 Luglio 2015, 02:32 #28
Originariamente inviato da: cignox1
--situazioni che si riscontrano normalmente nella vita reale e comportamenti socialmente inaccettabili come il sessismo

Tutto molto bello, ma 'l'antisessismo' é una posizione culturale. Non é che adesso possiamo biasimare tutto il genere umano maschile perché si é evoluto per garantire un futuro alla specie (cioé il nostro presente). In alcune persone questa 'tara' é piú presente che in altre.

--perdere nei confronti di una donna non è un qualcosa di socialmente debilitante

Se perdevi contro una donna 100 mila anni fa ti giocavi l'intera tua discendenza. Se lo facevi 10 mila fa venivi probabilmente bannato dalla tribu e morivi in capo a una settimana.
C'é una ragione se siamo fatti cosí.

In parte vero ma c'é un certo margine di flessibilità. Nelle stesse culture umane il ruolo della donna é variegato, perché l'uomo (e tutta l'eredità genetica precedente, dalla scimmia al protozoo) si é ritrovato in situazioni che richiedevano una certa adattabilità culturale allo scorrere degli eventi.
Ci saranno state sicuramente, nel corso della storia umana, società matriarcali.
Ciò detto é anche vero che ci sono dei limiti, talune differenze sono proprio scritte nella nostra specie: i comportamenti sessuali e la selezione del partner ad esempio, su cui si gioca gran parte del "conflitto" tra sessi, ma sopratutto intrasesso.
hrossi23 Luglio 2015, 08:05 #29
Se pensate che a Taiwan nessun uomo si è candidato in un partito per paura di poter perdere le prossime elezioni nei confronti di una donna (candidata nell'altro) viene lecitamente da chiedersi se davvero possiamo ritenerci homo sapiens. Aveva ragione Einstein sull'universo.

Hermes
bobafetthotmail23 Luglio 2015, 09:36 #30
Originariamente inviato da: Dinofly
Sarebbe un unicum nel mondo degli animali sociali non avere ruoli di genere, negarli secondo me é stupido.
Ovviamente da qui a dire che ci sia una superiorità o inferiorità é un altro discorso.
Io ho detto che non ci sono differenze evolutive particolari tra uomo e donna nell'ambito della specializzazione in certi compiti.

I maschi sono tradizionalmente più aggressivi, ma a parte quello le grosse differenze le fa il contesto sociale in cui crescono.

Se pensate che a Taiwan nessun uomo si è candidato in un partito per paura di poter perdere le prossime elezioni nei confronti di una donna (candidata nell'altro)
Mossa geniale. Hanno candidato donne o hanno dato le dimissioni?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^