Razer presenta Kishi, il nuovo gamepad per smartphone Android e iOS

Razer presenta Kishi, il nuovo gamepad per smartphone Android e iOS

Dopo Junglecat, accolto tiepidamente dal pubblico, Razer ci riprova lanciando un nuovo gamepad per il gaming su smartphone. Al CES 2020 la compagnia ha svelato Razer Kishi, periferica compatibile con la maggior parte dei device Android e iOS attualmente in commercio.

di pubblicata il , alle 21:41 nel canale Videogames
RazerCES2020AndroidiOS
 

Lo scorso ottobre Razer annunciava Junglecat, accessorio che avrebbe donato ai device Android un pratico gamepad da utilizzare con tutti i giochi mobile compatibili. La soluzione ispirata ai JoyCon di Nintendo Switch sembrava piuttosto intrigante, ma non particolarmente efficace, dal momento che richiedeva l’utilizzo di un case compatibile con pochi, fortunati smartphone - quattro, per la precisione, tra cui Razer Phone 2.

Razer ci riprova e al CES 2020 svela l’esistenza di Kishi, altro gamepad modulare che si collega al proprio smartphone via USB-C per garantire una maggiore versatilità rispetto al suo predecessore. Altro dettaglio importante: Razer Kishi è compatibile anche con gli iPhone di Apple.

Razer: dopo Junglecat, per gli smartphone arriva Kishi

In modo simile a quanto fatto da Alienware con Concept UFO, Razer si ispira al design di Nintendo Switch - e, più precisamente, dei suoi Joy-Con - per la realizzazione di Kishi, accessorio che ci permetterà di giocare comodamente con il nostro smartphone bypassando i comandi virtuali del touchscreen a favore di un sistema di pulsanti, stick analogici, frecce direzionali e trigger dorsali.

Mentre Junglecat utilizza un apposito case per il collegamento al device, il gamepad di Kishi può essere agganciato direttamente alle due estremità del telefono: questo fa sì che la periferica risulti compatibile con la maggioranza degli smartphone attualmente in commercio. Il collegamento diretto al device tramite USB-C (o via Lighthing, per i dispositivi iOS) dovrebbe inoltre garantire una minore latenza in fase di gioco, oltre a fornire l’alimentazione richiesta dalla periferica - a differenza di quanto avviene per Junglecat, che richiede una fonte di ricarica esterna. 

 

razer kishi ces 2020 controller

Razer Kishi può sincronizzarsi con tutti i giochi compatibili con il supporto controller Android o con i titoli iOS compatibili con controller MFI. La periferica di Razer potrebbe essere utilizzata anche con i servizi di cloud gaming come xCloud o Google Stadia, almeno sui dispositivi Android.

Al CES di Las Vegas non sono state diffuse informazioni circa il prezzo ufficiale di Razer Kishi. Sappiamo, tuttavia, che la periferica arriverà nei primi mesi del 2020 e che potrebbe costare quanto il suddetto Junglecat, ovvero circa 100 dollari. Il nuovo gamepad per smartphone è stato realizzato in collaborazione con GameVice, compagnia specializzata nella creazione di controller per il gaming su dispositivi mobili.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Roran08 Gennaio 2020, 11:17 #1
Decisamente troppo costoso per essere un joypad da utilizzare con uno smartphone, se ci aggiungi poco più della metà ti porti a casa una playstation 4 con un gioco e un joypad

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^