OpenAI ha battuto un team di professionisti di Dota 2

OpenAI ha battuto un team di professionisti di Dota 2

Alcuni dei migliori giocatori professionisti di Dota 2 del mondo hanno appreso una lezione importante questa settimana: non sottovalutare il potere dell'intelligenza artificiale (AI)

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Videogames
DOTAValve
 

Ad un evento svoltosi a San Francisco nella giornata di domenica, una squadra professionista di Dota 2 classificata al 99,95° percentile (fondamentalmente non la batte quasi nessuno), ha affrontato OpenAI Five, ovvero la controparte di OpenAI dedicata al gaming, perdendo due partite su tre.

Prima OpenAI Five si è "riscaldata" affrontando alcuni membri del pubblico, poi è passata al team professionistico composto dai giocatori Ben “Merlini” Wu, William “Blitz” Lee, David “MoonMeander” Tan, Ioannis “Fogged” Lucas e Austin "Capitalist" Walsh.

Dota 2

Nella prima partita OpenAI Five ha impedito ai giocatori umani di distruggere le proprie torri difensive, mentre nella seconda ne ha perso una, pur vincendo comunque il match. Entrambe le partite si sono concluse in meno di mezz'ora, mentre in media una partita di Dota 2 si aggira sui 30-40 minuti. Solo nella terza partita i giocatori umani hanno vinto, mentre più di 100 mila appassionati si sono sintonizzati su Twitch per seguire gli eventi in diretta.

OpenAI Five non è ancora in grado di gestire Dota 2 nella sua totalità: può giocare solamente 18 dei 115 campioni del titolo Valve di genere MOBA, e non può usare abilità come le evocazioni. Ma è in grado di gestire la squadra in conformità alle scelte prese dal team avversario e adottare tattiche simili a quelle portate avanti dagli esseri umani gestendo opportunamente le risorse in termini di salute e mana.

Nella prima e nella seconda partita, prevedeva una probabilità di vittoria del 95% e del 76,2% rispettivamente, mentre per il terzo match, per il quale gli eroi coinvolti nella battaglia sono stati scelti tramite la chat live di Twitch, la probabilità di vittoria era scesa al 2,9%.

OpenAI Five aveva già affrontato a giugno delle squadre di Dota 2, ma in quel caso erano giocatori amatoriali, alcuni dei quali dipendenti di Valve. Da quel momento sono stati apportati dei cambiamenti alla rete neurale su cui è basata, il che ha migliorato i tempi di reazione e introdotto nuove strategie di gioco.

OpenAI Five risiede sulla piattaforma cloud di Google e utilizza 256 schede video Nvidia Tesla P100 e 128 mila core per quanto riguarda la parte CPU
L'IA gioca circa 180 anni di partite al giorno, delle quali l'80% contro sé stessa e il 20% contro versioni precedenti di sé stessa. Risiede sulla piattaforma cloud di Google e utilizza 256 schede video Nvidia Tesla P100 e 128 mila core per quanto riguarda la parte CPU. La versione precedente, invece, si trovava su Microsoft Azure e usava un'istanza da 60 mila core.

Si basa su cinque reti neurali con 1024 unità di memoria di tipo long short-term memory (LSTM) assegnate a un singolo eroe. Il sistema viene allenato con un modello di "deep reinforcement" che lo ricompensa in caso di uccisioni, quando evita la morte e in caso di assistenza ai compagni.

Quando è stato dato il via all'allenamento gli eroi di Dota 2 controllati da OpenAI andavano in giro per la mappa in maniera casuale, ma non è passato molto tempo perché l'IA riuscisse a padroneggiare le basi della difesa e a muovere opportunamente gli eroi sulla mappa per sottrarre risorse al team nemico.

OpenAI conta di portare il proprio sistema di intelligenza artificiale che gioca a Dota 2 al prestigioso torneo The International, organizzato annualmente da Valve con montepremi multimilionari. Parliamo di una società con sede a San Francisco sostenuta dal guru di Tesla Elon Musk insieme a Reid Hoffman e Peter Thiel. L'obiettivo finale del progetto ovviamente non si limita ai soli videogiochi, perché questi algoritmi verranno usati in altri campi.

A febbraio, OpenAI ha pubblicato Hindsight Experience Replay (HER), un algoritmo open source che aiuta efficacemente i robot a imparare dai fallimenti e la scorsa settimana ha pubblicato una ricerca su un sistema di autoapprendimento robotico in grado di manipolare oggetti con livello di abilità paragonabile a quella umana.

Guarda OpenAI Five Benchmark di OpenAI su www.twitch.tv

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala09 Agosto 2018, 16:55 #1
Ad un evento svoltosi a San Francisco nella giornata di domenica, una squadra professionista di Dota 2 classificata al 99,95° percentile (fondamentalmente non la batte quasi nessuno)
Quando non si capisce l'inglese e si traduce come viene.
Il team era composto da 3 ex giocatori, 1 pro in attività ed un commentatore...

Rimane comunque impressionante!!!
ombra66609 Agosto 2018, 17:07 #2
Originariamente inviato da: Portocala
Quando non si capisce l'inglese e si traduce come viene.
Il team era composto da 3 ex giocatori, 1 pro in attività ed un commentatore...

Rimane comunque impressionante!!!


lascia perdere, la prima parte dell'articolo mi fa venire la pelle d'oca... meglio l'analisi sull'hw utilizzato etc
oxidized09 Agosto 2018, 17:25 #3
I fratelli grasso non deludono mai...
VanCleef09 Agosto 2018, 17:32 #4
una squadra professionista di Dota 2 classificata al 99,95° percentile (fondamentalmente non la batte quasi nessuno), ha affrontato OpenAI Five, ovvero la controparte di OpenAI dedicata al gaming, vincendo due partite su tre.


"Perdendo" due partite su tre...
bio8210 Agosto 2018, 08:34 #5
La cosa più impressionante è la coordinazione dei bot, considerando che non c'è nessuna comunicazione tra le 5 IA...

L'autoapprendimento e la capacità decisionale che la IA ha dimostrato mi fa onestamente paura...nello scenario alla Terminator siamo fottuti in meno di un paio di giorni...altro che "resistenza" e lotta alle macchine...ci annientano all'istante, come stanno annientando i nemici di un videogioco ..

bio
nonsidice10 Agosto 2018, 10:44 #6
semi-ot sulle AI:
ho appena letto, e lo straconsiglio, il libro "superintelligenza" di Bostrom, il più grande luminare in merito.
un annetto fa (e non letto da nessuna parte visto che i giornalisti/divulgatori informatici hanno di meglio da raccontare), è stata creata una AI che interfacciata via cavo seriale ad un oscilloscopio, aveva l'unico compito di verificarne il funzionamento ed eventualmente fornire la riparazione passo-passo.
Dopo vari guasti "facili" (ovviamente causati apposta) e riparati facilemente, hanno bruciato un condensatore che si occupa della parte del generatore di clock, l'AI ha ovviamente trovato il guasto, per metterla in crisi gli operatori hanno chiesto come ripararlo in mancanza della parte di ricambio.
La soluzione è stata moooolto lunga e chiedeva di riconfigurare centinaia di "piste" sulla scheda elettronica, dapprima sembrava senza senso e non capivano che roba è.
Comunque hanno deciso di provare, e sapete cosa ne è venuto fuori ? L'AI ha convertito alcune parti per farle diventare un ricevente di onde radio/elettromagnetiche (non sono un elettronico non so darvi dettagli), e usare le stesse come generatore, ma l'assurdo è: sapete cosa su cosa era tarata per ricevere? le onde generate dal generatore di clock del pc su cui l'AI girava.
Da MOOOOLTO da pensare
thresher325310 Agosto 2018, 10:55 #7
Originariamente inviato da: nonsidice
semi-ot sulle AI:
ho appena letto, e lo straconsiglio, il libro "superintelligenza" di Bostrom, il più grande luminare in merito.
un annetto fa (e non letto da nessuna parte visto che i giornalisti/divulgatori informatici hanno di meglio da raccontare), è stata creata una AI che interfacciata via cavo seriale ad un oscilloscopio, aveva l'unico compito di verificarne il funzionamento ed eventualmente fornire la riparazione passo-passo.
Dopo vari guasti "facili" (ovviamente causati apposta) e riparati facilemente, hanno bruciato un condensatore che si occupa della parte del generatore di clock, l'AI ha ovviamente trovato il guasto, per metterla in crisi gli operatori hanno chiesto come ripararlo in mancanza della parte di ricambio.
La soluzione è stata moooolto lunga e chiedeva di riconfigurare centinaia di "piste" sulla scheda elettronica, dapprima sembrava senza senso e non capivano che roba è.
Comunque hanno deciso di provare, e sapete cosa ne è venuto fuori ? L'AI ha convertito alcune parti per farle diventare un ricevente di onde radio/elettromagnetiche (non sono un elettronico non so darvi dettagli), e usare le stesse come generatore, ma l'assurdo è: sapete cosa su cosa era tarata per ricevere? le onde generate dal generatore di clock del pc su cui l'AI girava.
Da MOOOOLTO da pensare

Si, che c'è gente che crede a qualunque cosa, anche se l'autore stesso del libro ha affermato che tutto quello scritto è opera di fantasia ed elaborazioni filosofiche. Ha pure - chiaramente - scritto che "molte delle affermazioni su questo libro sono probabilmente sbagliate".
nonsidice10 Agosto 2018, 11:08 #8
Originariamente inviato da: thresher3253
Si, che c'è gente che crede a qualunque cosa, anche se l'autore stesso del libro ha affermato che tutto quello scritto è opera di fantasia ed elaborazioni filosofiche. Ha pure - chiaramente - scritto che "molte delle affermazioni su questo libro sono probabilmente sbagliate".

si riferisce alle congetture sui futuri possibili/distopici e sulla classificazione che fa delle AI (es. oracolo - genio - monarca) visto che sono sue elaborazioni, non certo agli studi presenti oggi. da buon scienziato sa benissimo che nulla è certo nell'unverso.
LordGine10 Agosto 2018, 12:00 #9
Originariamente inviato da: nonsidice
semi-ot sulle AI:
ho appena letto, e lo straconsiglio, il libro "superintelligenza" di Bostrom, il più grande luminare in merito.
un annetto fa (e non letto da nessuna parte visto che i giornalisti/divulgatori informatici hanno di meglio da raccontare), è stata creata una AI che interfacciata via cavo seriale ad un oscilloscopio, aveva l'unico compito di verificarne il funzionamento ed eventualmente fornire la riparazione passo-passo.
Dopo vari guasti "facili" (ovviamente causati apposta) e riparati facilemente, hanno bruciato un condensatore che si occupa della parte del generatore di clock, l'AI ha ovviamente trovato il guasto, per metterla in crisi gli operatori hanno chiesto come ripararlo in mancanza della parte di ricambio.
La soluzione è stata moooolto lunga e chiedeva di riconfigurare centinaia di "piste" sulla scheda elettronica, dapprima sembrava senza senso e non capivano che roba è.
Comunque hanno deciso di provare, e sapete cosa ne è venuto fuori ? L'AI ha convertito alcune parti per farle diventare un ricevente di onde radio/elettromagnetiche (non sono un elettronico non so darvi dettagli), e usare le stesse come generatore, ma l'assurdo è: sapete cosa su cosa era tarata per ricevere? le onde generate dal generatore di clock del pc su cui l'AI girava.
Da MOOOOLTO da pensare


Ma perchè raccontare come se fosse vera una cosa palesemente immaginaria? Se io adesso scrivo che c'è una regione sulla terra di nome Mordor governata da un oscuro signore che vuole conquistare tutto te che mi dici? Che dobbiamo stare in guardia?

"un annetto fa" e i Big Pharma ce lo hanno nascosto....
marco.magnaterra10 Agosto 2018, 13:12 #10
Vedo che di analfabeti funzionali ne abbiamo anche qua su hwupgrade.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^