Nintendo: perdita semestrale di 650 milioni di euro

Nintendo: perdita semestrale di 650 milioni di euro

La perdita dipende dalle deboli vendite della console portatile Nintendo 3DS e dal rafforzamento dello yen sulle piazze valutarie.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:24 nel canale Videogames
Nintendo3DS
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mau.c27 Ottobre 2011, 23:16 #11
oddio 650 milioni non sono il buco delle dimensioni che credevo... considerando che sono comunque in procinto del lancio della nuova console, il mezzo scivolone del 3ds e che nel secondo semestre col natale perderanno di meno non mi sembra molto significativo, pensavo un rosso più rosso sinceramente.
MiKeLezZ27 Ottobre 2011, 23:17 #12
Il 3DS è un flop

La scusa della svalutazione dello yen è, appunto, giusto una scusa

Ci faremo altre grandi risate quando tireranno fuori l'accrocchio con la levetta da installarci
Bluknigth27 Ottobre 2011, 23:27 #13
Per me:

Ok, i tablet e gli smartphone rubano i casual gamer o megli quelli a cui va bene lo scaccia pensieri. Non per performance, ma per ergonomia certi giochi sono lontani dall'essere utilizzabili. Un po' come giocare a Simcity con il pad...

Chi ha il tablet difficilmente per me andrà in giro con il PAD bluetooth. Forse sono più probabili telefoni con i comandi, ma anche il PSP-phone non è che stia facendo sfraceli.

Piuttosto hanno sbagliato la console portatile, come avevano cannato l'N64 prima e il GameCUBE poi. Lì fu a mio parere un problema di supporti, qui di impostazione.
Inoltre non hanno mai risolto il problema dgli sviluppatori terzi e sottovalutato il cambiamento che l'online ha portato e non si sono adeguati.

Le altre volte la grande N è sopravissuta ed è riuscita a tornare in auge. Vediamo se ce la fa anche questa volta.
A mio parere anche con la WiiU hanno preso una strada sbagliata.

Vedremo. Certo che è un peccato che abbiano dormito sugli allori. Potevano uscire con una console molto più potente delle due rivali ancora un anno fa, facendo un upgrade dell'HW. Invece si sono intestarditi a dover stupire il mondo.

Sbaglierò, ma la PS Vita con un approccio più conservativo avrà più successo del 3DS. E subirà molto meno smartphone e Tablet.
Holy8728 Ottobre 2011, 02:07 #14
Originariamente inviato da: Bluknigth
Sbaglierò, ma la PS Vita con un approccio più conservativo avrà più successo del 3DS. E subirà molto meno smartphone e Tablet.


Ti dirò, ma penso la stessa cosa. Il 3DS è ancora incentrato sui casual gamers, che ormai passano tutti a smartphone e tablet perchè hanno i passatempi a portata di mano.
La PSVita invece, è fatta per chi vuole il massimo di un videogioco, con controlli e grafica, sempre a portata di mano. Che è un mercato differente dagli smartphone...
Darth Gabry28 Ottobre 2011, 08:22 #15
futuro gaming su tablet? che pessimo e catastrofico futuro.
Beh sapevamo che col 3DS non hanno avuto un boom di vendite; e soprattutto sono passati un botto di anni, come possono pretendere di vendere ancora una camionata di Wii che ormai tra ce l'hanno tutti in ogni casa O_o
luca2014128 Ottobre 2011, 09:58 #16

Giappone allo sbando

Condivido molto il commento dell'utente che parla della crisi giapponese.
In tutti i campi i giapponesi stanno rimanendo indietro e la loro tradizionale chiusura verso l'esterno non giova assolutamente.

Nel campo videoludico, Nintendo ma anche Square, ne sono l'esempio: 3DS console fondamentalmente pensata male e Final Fantasy XIV, un orrore pensato malissimo per inseguire il successo dei MMORPG che spopolano in occidente.

E tutto mi dispiace molto, da amante della cultura giapponese e dei videogiochi in particolare. Non voglio spingermi a dire che tutto ciò che Nintendo ha fatto negli ultimi 5 anni è stato uno schifo. Molti giochi che ho acquistato mi hanno dato ore di divertimento e tanto mi basta. MA quano le strategie si sbagliano, c'è un lento deterioramento che porta alla diminuzione progressiva della soddisfazione del cliente e se le cose non cambiano in Giappone, molte loro aziende potrebbero percorrere questa strada...
Wawacco28 Ottobre 2011, 10:10 #17
Originariamente inviato da: argent88
@ Wawacco : coi nuovi tablet ics ci colleghi un gamepad e sì, ci giochi.
Che una console funzioni meglio è verissimo, ma dillo a chi il tablet lo tira fuori orgoglioso e la PSP no.


Che ci giochi lo so, che si paragoni anche solo qualitativamente a una console portatile non lo comprendo, sono un po come il giorno e la notte a parer mio (e ne ho provati eh).
Baboo8528 Ottobre 2011, 10:25 #18
Originariamente inviato da: Wawacco
Non mi capacito di come la gente riesca a giocare su smartphone o tablet, sul serio. Vederli poi come concorrenti di Nintendo BHO.


I motivi sono semplici:
- lo smartphone ce l'hai sempre in tasca, il tablet molte volte ce l'hai dietro
- lo smartphone e' ormai un "sostituto di emergenza" del pc (ci lavori anche coi documenti, foto, video, ecc) e i tablet si potrebbero considerare come dei netbook
- hanno una potenza tale da far girare molti giochi con una grafica tutt'altro che scrausa (certo, ancora siamo lontani da una grafica come la PSP, pero' c'e' stata una rapida evoluzione)
- ci sono smartphone con schermi 3D
- i giochi sulla DS sono si' divertenti (anche se non l'ho mai avuta), idem per la PSP ma se ci si pensa bene anche quelli sugli smartphone

Aggiungiamo che PSP/DS non te la porti sempre dietro e a casa puoi usare la console fissa o il pc...

Poi la 3DS che autonomia ha? Dalle 3 alle 8 ore? E la PS Vita, circa 5 ore? E' vero che lo smartphone serve per telefonare, ma si sopravvive anche senza per qualche ora (e poi se ad uno serve, ci sta attento e non gioca troppo.... In teoria ).

L'unico svantaggio dei giochi su tablet e smartphone (piu' su questi ultimi) sono i controlli, perche' i controlli touch sono scomodi e occupano spazio nello schermo (il piu' scomodo tra tutti sono i comandi freccia per muoversi e ancora peggio il joystick virtuale).

Un altro svantaggio potrebbe essere che una console portatile ha una longevita' maggiore di uno smartphone (Nintendo DS e PSP -> 2005, ovvero 6 anni) e costa molto meno, ma questo e' un po' secondario (un iPhone 4 o un Samsung Galaxy S / HTC Desire HD potrebbero anche durare 4 anni, anche se verrebbero esclusi da certi giochi con grafica pesante).



Insomma le console portatili stanno attraversando un brutto periodo.
piererentolo28 Ottobre 2011, 10:48 #19
Originariamente inviato da: Wawacco
Che ci giochi lo so, che si paragoni anche solo qualitativamente a una console portatile non lo comprendo, sono un po come il giorno e la notte a parer mio (e ne ho provati eh).


Secondo me il motivo principale oltre a quelli elencati da Baboo85 è il fatto che uno può fare i lan party a COD, può stare ore al cesso a giocare col DS, non veda l'ora che arrivi qualcuno a casa per tirare fuori la WII, ma magari quando è in giro si vergogna di giocare con la PSP o con il DS, mentre invece il Tablet o lo smartphone mascherano meglio quello che si stà facendo.
ice_v28 Ottobre 2011, 13:29 #20
Originariamente inviato da: p4ever
magari mi sbaglio, ma ho la netta impressione, abbracciando un arco di prodotti più ampio di quello che non siano le sole console, che i giapponese stiano restando indietro in tutti i campi possibili ed inimmaginabili...hanno avuto il loro boom qualche anno fa e poi più nulla. Auto? vecchie...mai nulla di innovativo, motori ancora euro4, pachidermici e dal misero rapporto cc/cv non fanno che inseguire gli europei. Smartphone e tablet? sono rimasti fermi ed inermi, l'unica ad aver avuto coraggio a buttarsi nel settore è stata toshiba, con un mezzo flop e prodotti scadenti...
console? mangiate dagli americani con la xbox...nintendo è 20 anni che va avanti con super mario e basta, hanno rotto ormai la loro utenza, che sta mentalmente crescendo e vuole qualcosa di più...
purtroppo usa e europa rulez e giapponesi allo sbando, nintendo ne è un esempio calzante....


abbastanza d'accordo...diciamo che, almeno nel settore dell'intratenimento videoludico sembra che non sappiano modelarsi alle esigenze del vasto pubblico, sia sul fronte hardware che software, rimanendo indietro rispetto alla concorenza. Unica eccezione imho sarebbero i lavori di Kojima...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^