Splash Damage lavorerà con lo studio di World of Tanks

Splash Damage lavorerà con lo studio di World of Tanks

Splash Damage e Wargaming hanno raggiunto un nuovo accordo di collaborazione per lo sviluppo di "nuove esperienze di gioco"

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:41 nel canale Videogames
 

Lo studio indipendente britannico Splash Damage, che ha già creato diversi interessanti giochi multiplayer, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Wargaming, la società con sede a Cipro conosciuta per World of Tanks.

Splash Damage metterà a disposizione la sua esperienza nella realizzazione di titoli multiplayer allo scopo di "arricchire il portfolio di Wargaming con nuove esperienze di gioco". A tal scopo sta assumendo nuovo personale per la sua sede di Londra.

World of Tanks

Splash Damage è diventata famosa inizialmente per la realizzazione dell'allora popolare mod Wolfenstein: Enemy Territory per Return to Castle Wolfenstein. Successivamente ha realizzato mappe per DooM 3 e i due titoli stand-alone Enemy Territory: Quake Wars e Brink. Successivamente ha lavorato sulla parte multiplayer di Batman: Arkham Origins e su alcuni contenuti del franchise Gears of War. È suo anche lo shooter free-to-play Dirty Bomb, rintracciabile su Steam.

“Splash Damage è rinomata per la sua capacità di costruire rapporti leali con gestori di piattaforme, IP e fornitori", ha dichiarato Paul Wedgwood, CEO di Splash Damage. "Da giocatori, Victor e io condividiamo la stessa passione per le nostre community. Ascoltiamo attivamente i giocatori e ci sforziamo di mettere in primo piano le loro esigenze, forgiando esperienze multiplayer che riguardano la cooperazione e aiutano a sviluppare nuove amicizie. L'universo Wargaming conferisce al nostro team un grande contesto creativo che ci permette di realizzare esperienze di gioco per un pubblico fedele e collaborativo".

"Ciò che mi colpisce di più in Splash Damage è la passione che questi ragazzi mettono in ogni loro progetto", ha aggiunto Victor Kislyi, CEO of Wargaming. "Stanno lavorando duramente al fine di creare giochi memorabili e non si fermeranno finché tutto non funzionerà con la precisione di un orologio. Condividono la nostra idea di gameplay incentrato sui giocatori e questo li rende il partner giusto per Wargaming".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ciack21 Luglio 2017, 10:30 #1
Wolfenstein Enemy Territory non era un mod, ma un gioco standalone. L'unica particolarità (a parte essere un capolavoro) è che è stato distribuito gratuitamente, perché (se non ricordo male) sono andati fuori budget e hanno completato solo la parte multiplayer, ma resta un gioco standalone che non dipende in alcun modo dal suo predecessore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^