PlayerUnknown’s Battlegrounds è un successone: 10 milioni le copie vendute

PlayerUnknown’s Battlegrounds è un successone: 10 milioni le copie vendute

Lo sviluppatore ha annunciato l'importante traguardo nelle scorse ore: lo sparatutto ha superato le 10 milioni di vendite a pochi mesi dal debutto in Early Access

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:21 nel canale Videogames
 

Bluehole Studio ha annunciato martedì che PlayerUnknown’s Battlegrounds ha raggiunto il traguardo delle 10 milioni di copie vendute. Il titolo, che fa parte della categoria degli shooter multiplayer di tipo Battle Royale, è disponibile su PC attraverso l'iniziativa Early Access di Steam dallo scorso mese di marzo. Le vendite si sono svolte in un lasso di tempo di circa sei mesi, in cui il titolo è diventato piuttosto celebre anche su Twitch, dove è fra i più seguiti.

Parecchi giochi sono riusciti in passato ad ottenere numeri simili prima del rilascio ufficiale, tuttavia PUBG è da tenere sotto osservazione perché è riuscito ad ottenere risultati interessanti oltre che su Twitch anche sullo stesso Steam. Il titolo di Bluehole è infatti riuscito a spodestare Dota 2 nella nella classifica dei giocatori contemporaneamente attivi sulla piattaforma. E Dota 2 e Steam, per chi non lo sapesse, appartengono entrambe alla stessa società: Valve.

PlayerUnknown's Battlegrounds

Il nuovo shooter è riuscito a raccogliere ben 970 mila utenti contemporanei. E non c'è alcun motivo all'orizzonte perché il successo di PUBG svanisca. Il titolo ha avuto lo scorso mese il suo più grande evento, PUBG Invitational, e raggiungerà Xbox One entro la fine del 2017 aprendosi ad una nuova categoria di gamer.

"È fantastico e gratificante vedere l'amore e il supporto che i fan più appassionati hanno mostrato nei confronti di PlayerUnknown's Battleground", ha dichiarato il vice presidente e produttore esecutivo di Bluehole Studio in una nota stampa. "Il nostro team sta lavorando sodo per consegnare un'esperienza di gameplay solida per il lancio ufficiale delle versioni PC e su Xbox One Game Preview che avverrà entro la fine dell'anno in corso".

Considerando il successo di PUBG non sarà così sorprendente vedere nel prossimo futuro un'ondata di shooter con modalità Battle Royale arrivare su Steam e sulle altre piattaforme in genere. Ma di cosa si tratta esattamente? Tutto nasceva quando Brendan Green, in game PlayerUnknown, sviluppava la modalità Battle Royale come mod per ArmA 2, prima, e per H1Z1: King of the Hill, poi. Il successo delle due mod ha spinto Green a realizzare un gioco stand-alone basato sulle stesse idee ed è così che si è concretizzata l'idea di Battlegrounds.

La modalità di gioco prevede che all'inizio del match un massimo di cento giocatori vengano paracadutati su un'ampia isola (8km per lato) che devono esplorare per ottenere armi, equipaggiamento e risorse in modo da poter cacciare gli avversari e sopravvivere. Per non prolungare troppo la durata delle partite (vista l'area di gioco due giocatori potrebbero non vedersi mai) l'area percorribile dai superstiti diminuisce progressivamente.

In questo modo si favoriscono gli scontri diretti fino a quando non rimane un solo giocatore (o un solo team) in vita. Il gioco si basa su Unreal Engine 4 e da marzo a giugno ha venduto 2 milioni di copie. È chiaro che il successo che ha maturato fino ad ora è probabilmente destinato ad aumentare nel tempo, e l'arrivo su Xbox One non farà altro che alimentarne le vendite.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash8807 Settembre 2017, 13:50 #1
10 milioni di copie a 30€ l'una sono 300 000 000€, TRECENTO milioni di euro! Non so quanti se ne siano messi in tasca ma sono numeri comunque enormi.
Nurgiachi07 Settembre 2017, 13:57 #2
Il potere degli streamer.
Il Quake Arena dei tempi moderni, sicuramente ha molte lacune ma di gran lunga il titolo più solido rispetto ad i suoi simili.
Jon_Snow07 Settembre 2017, 14:36 #3
Sto gioco mi sta davvero incuriosendo!
doctor who ?07 Settembre 2017, 14:42 #4
Originariamente inviato da: Vash88
10 milioni di copie a 30€ l'una sono 300 000 000€, TRECENTO milioni di euro! Non so quanti se ne siano messi in tasca ma sono numeri comunque enormi.


Stai considerando il prezzo pieno su steam. Io l'ho preso a poco più di 20.
Ci sono vari rivenditori (autorizzati) che lo vendono a meno, poi bisogna tenere conto che è molto popolato da cinesi e russi che hanno i prezzi più bassi minimo del 50%, metti che steam prende il 30% circa...

Niente, hanno comunque guadagnato tanto
Spero reinvestano.
Vashino08 Settembre 2017, 10:09 #5
Originariamente inviato da: Nurgiachi
Il potere degli streamer.
Il Quake Arena dei tempi moderni, sicuramente ha molte lacune ma di gran lunga il titolo più solido rispetto ad i suoi simili.


Non credo che il merito sia tutto degli streamer, io ho iniziato a giocarci perchè ci giocavano parecchi amici su steam. Il gioco è fatto bene, è veloce e dinamico, se muori non ti arrabbi nemmeno troppo e inizi un'altra partita. Ci voleva un gioco così.
Secondo me è ci si può e deve lavorare ancora un pò su. Con tutti i soldi che hanno guadagnato dovrebbero mettere nuove mappe, nuovi rewards, un serio sistema di ranking ecc.
Frate08 Settembre 2017, 12:11 #6
durante gli ultimi saldi steam nonostante non fosse scontato rimaneva sempre nella prima posizione dei più venduti, così mi sono incuriosito ed ho visto un paio di stream per capire le dinamiche, da li mi sono reso conto che il gioco faceva per me

è molto molto divertente e competitivo, senza però l'assillo del ranking come in altri giochi, spero solo che i programmatori non dormano sugli allori (e sulla montagna di soldi guadagnata) e che alla release diventi un'esperienza ancora più liscia e godibile

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^