EA chiude Visceral Games: cambio di direzione per il progetto su Star Wars

EA chiude Visceral Games: cambio di direzione per il progetto su Star Wars

Il progetto diretto da Amy Hennig, autrice in passato della serie Uncharted, dovrà offrire più varietà e dovrà essere un'esperienza più ampia

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:41 nel canale Videogames
Electronic ArtsStar Wars
 

Electronic Arts ha annunciato un cambio di direzione per il progetto su Star Wars su cui Visceral Games ed EA Motive Studios stanno lavorando ormai da diversi anni. Questa decisione porta alla chiusura di Visceral Games, uno studio storico all'interno delle proprietà di EA che ha già realizzato la serie Dead Space.

Pare che EA non sia soddisfatta dei risultati raggiunti con il gioco di Star Wars, il principale progetto di Visceral ormai da diversi anni a questa parte che dal 2014 coinvolge Amy Hennig, la responsabile dei primi capitoli di Uncharted. Questo gioco, che raccoglie l'eredità di Star Wars 1313, sarebbe dovuto essere un titolo single player basato su una storia nuova: pare sia troppo lineare e troppo poco vario rispetto a ciò che EA si aspetta da un titolo moderno.

Star Wars Battlefront II

EA fa sapere di aver avviato un tavolo di trattative con la Hennig per determinare quale sarà la sua collocazione futura. "Il nostro settore si sta evolvendo più rapidamente e secondo modalità più importanti rispetto a quanto successo fino a oggi", ha scritto Patrick Söderlund di EA in questo post. "Cambia il modo di passare il tempo e cambiano le esperienze che vogliamo giocare". Per questi motivi, dice Söderlund, si è reso necessario un cambiamento per quanto riguarda l'impostazione alla base del progetto su Star Wars.

"Visceral ha sviluppato un gioco action/adventure ambientato nell'universo Star Wars. Nella sua forma attuale, è un gioco lineare basato sulla storia. Durante il processo di sviluppo, ci siamo confrontati con i giocatori circa il concetto alla base del gioco e abbiamo seguito da vicino i cambiamenti fondamentali che nel frattempo hanno riguardato il mercato. È divenuto chiaro che per offrire un'esperienza che i giocatori vogliano riprendere a giocare nel lungo periodo fosse necessario impartire un cambio di direzione al design di gioco. Manterremo la grafica mozzafiato e l'autenticità dell'universo di Star Wars, e ci concentreremo sul portare in vita una storia su Star Wars".

"Vogliamo rendere il gioco un'esperienza più ampia che conceda ai giocatori più varietà appoggiandosi al nostro motore Frostbite. Riprogetteremo, quindi, gli elementi centrali del gioco per offrire ai giocatori un'avventura su Star Wars di maggiore profondità e ampiezza per quanto riguarda l'esplorazione".

EA ha già chiarito come sostituirà Visceral: un team di sviluppo che fa attualmente parte degli EA Worldwide Studios guidato da EA Vancouver acquisirà la responsabilità del progetto. Visceral verrà definitivamente chiusa, e la maggior parte del suo personale riassegnato ad altri progetti EA. Nelle scorse settimane, EA aveva già annunciato importanti ristrutturazioni per EA Motive. "Mentre originariamente pensavamo di lanciare questo gioco nel corso del nostro anno fiscale 2019, adesso ci serve più tempo. Annunceremo le tempistiche in futuro", scrive ancora Söderlund.

Tutto sommato, i fan dei giochi su Star Wars devono ritenersi soddisfatti: almeno, il progetto non è stato completamente chiuso come capitò a Star Wars 1313. Allo stesso tempo, però, sulla rete monta l'insoddisfazione su come Electronic Arts sta utilizzando la proprietà intellettuale di Star Wars nel mondo dei videogiochi. Se Disney e Lucasfilm avevano fallito con 1313, non sembra che EA stia riuscendo a costruire un grande e variegato gioco su Star Wars, ovvero quello che sarebbe dovuto essere il progetto della Hennig.

La sensazione è che parte degli asset realizzati per questo gioco da EA Motive siano stati riciclati per la campagna single player di Star Wars Battlefront II, il cui rilascio è ormai imminente. Sembra inoltre che il cambio di direzione sia simile a quello che sta attuando BioWare nel caso di Mass Effect e Anthem: da avventura lineare si passa a una contestualizzazione più aperta e all'approccio del multiplayer su mondo persistente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8818 Ottobre 2017, 10:56 #1
Hanno tagliato il gruppo che ha realizzato Dead Space per favorire un super arcade che vive nell'ombra di BF ?
Cfranco18 Ottobre 2017, 11:20 #2
Si scrive "troppo lineare e troppo poco vario"
Si legge "Non ci posso mettere DLC come se piovesse per spennare gli appassionati"
TigerTank18 Ottobre 2017, 13:46 #3
Io ho amato i 3 dead space, una volta presa confidenza con l'inquadratura quando uscì il primo. Se questo star wars fosse "lineare e poco vario" come quelli, mi andrebbe benissimo.
Madcrix18 Ottobre 2017, 13:52 #4
Un'altra vittima di EA, che si aggiunge alla mostruosa lista di team di talento forzati a fare roba che non vogliono per soddisfare il publisher e finiti in malora.
ningen18 Ottobre 2017, 15:55 #5
La prossima sarà Respawn entertainment, i risultati non entusiasmanti dei due Titanfall sono la loro condanna. EA ormai è sinonimo di EA sports, Dice e Bioware, gli unici studi in cui EA crede, gli altri hanno fatto la ca##ata della loro vita a scegliere come publisher EA. Anche se secondo me ha fatto più danni Activision che non EA nel mondo dei videogiochi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^