Capcom: primi dettagli sul protagonista di Resident Evil 7

Capcom: primi dettagli sul protagonista di Resident Evil 7

Il producer Masachika Kawata e il game director Koshi Nakanish, hanno spiegato la scelta di ripiegare su un individuo dalle caratteristiche assolutamente ordinarie.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:06 nel canale Videogames
HalifaxCapcomResident Evil
 

Capcom ha reso noti alcuni dettagli riguardanti il nuovo protagonista di Resident Evil 7, nuovo capitolo della saga che è stato mostrato per la prima volta durante l’E3. Attraverso un post pubblicato sul blog Capcom Unity, il producer Masachika Kawata e il game director Koshi Nakanish, hanno spiegato la scelta di ripiegare su un individuo dalle caratteristiche assolutamente ordinarie.

“Giusto per confermare: non si tratta di un personaggio già esistente dai cui occhi potete guardarvi intorno. Finora nella serie è stato possibile impersonare questi personaggi simili a supereroi. Sono persone completamente equipaggiate e potenti, che giungono in queste situazioni survival horror ma sono anche preparati ad affrontarle”, ha spiegato Kawata.

“Per portare l’esperienza horror direttamente al giocatore, abbiamo pensato che la prima persona vi farà sentire come se foste là. Non potete guardarvi intorno dalla prospettiva di un eroe macho, perché ciò non corrisponde a quello che siete voi a casa. O magari siete così, non lo so [ride]. Giocherete nei panni di una persona ordinaria e priva di poteri.

Nome immagine

“In questo momento non ci apprestiamo a discutere troppo nel dettaglio di chi si tratti, ma vi basti sapere che sarà una persona ordinaria, bloccata in una situazione straordinaria. Credo che questo criterio porti l’atmosfera horror alla ribalta. Vi chiederete se questa persona di cui vestite i panni sarà in grado di far fronte alla situazione. Si tratta di un sentimento di impotenza che aiuta la componente horror a spiccare. Se avete provato la demo che è online su PlayStation 4 per gli abbonati PlayStation Plus, lo vedrete voi stessi”.

Nonostante ci siano così tanti elementi profondamente diversi rispetto alla tradizione della serie, Capcom ha ribadito che Resident Evil 7 non andrà considerato alla stregua di un reboot.

“Non si tratta di un reboot e non stiamo gettando via la storyline canonica della serie”, ha aggiunto Nakanishi. “E’ un nuovo capitolo ed è il sequel dei titoli della linea principale già esistenti. Dopo questa mia affermazione, e dopo aver provato la demo, potreste dire ‘davvero?’, perché non sembra niente di simile, ma credetemi. Ci serve un po’ di mistero nei survival horror, quindi stiamo cercando di farvi immaginare, nel momento in cui lo giocherete, come potrebbe essere connesso. Fa parte dell’appeal del titolo”.

Vi ricordiamo che il lancio di Resident Evil 7 è previsto per il 24 gennaio 2017 su PlayStation 4 e Xbox One.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
-Root-29 Giugno 2016, 12:02 #1
a me ste cose fanno inc-------re. Cioè fai un gioco che non c'entra nulla con la saga di cui porta il nome, però usa quel nome per attirare giocatori. Non parlatemi di innovazione, questa è para------aggine. Nell'industria videoludica manca il coraggio, ecco perchè, rimanendo nel genere survival horror, ho apprezzato bethesda che ha ideato un nuovo brand con the evil within, a cui sto giocando adesso. Con the evil within mi sembra veramente di essere tornato alle origini del survival horror
Dinofly01 Luglio 2016, 00:57 #2
Beh la saga di cui porta il nome è immondizia da almeno 4-5 capitoli (spinoff inclusi)
Era da rebootare più che altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^