The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

The Sims 4: nuova vita al simulatore di vita

Abbiamo provato la demo di Crea un Sim, ovvero l'editor interno a The Sims 4 con il quale è possibile creare i sim che poi andranno gestiti nell'esperienza di gioco principale. Dopo il fallimento di SimCity, Maxis deve tutelare il suo franchise di riferimento, e lo fa allestendo una struttura che conferisce ancora più versatilità e più potenza a ogni meccanica di gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tradizione The Sims

La serie The Sims è una delle più vendute nella storia dei videogiochi. Vuoi perché è riuscita a coinvolgere fasce di pubblico notoriamente estranee al media vuoi perché fa riflettere su alcuni fenomeni e alcuni momenti delle nostre vite quotidiane. Insomma, The Sims ancora oggi ha un suo fascino e anzi può adattarsi bene ai fenomeni social e virali della internet e del mondo della tecnologia di oggi.

Quel suo bizzarro modo di sottolineare i fatti più importanti e più divertenti della vita quotidiana ha un qualcosa di filosofico che difficilmente puoi vivere in altri media di intrattenimento. Ma anche la possibilità di poter piegare dei sim che hanno dei propri tratti caratteriali ai gusti personali di ciascuno di noi ha attratto milioni di giocatori, e continuerà a farlo per molto tempo ancora se questo The Sims 4 manterrà le premesse, che alla base prevedono soprattutto rinnovata versatilità e potenza nella gestione di alcuni aspetti fondanti.

Insomma, le ragazze possono sbizzarrirsi a provare i capi di abbigliamento più alla moda e a modificare il carattere e la personalità delle loro "prede" maschili, ma gli uomini si rifanno costruendo abitazioni assurde, bloccando i sim tra muri inabbattibili e con altre azioni più o meno "spiritose". E non ditemi, voi maschietti che state leggendo, che non avete mai giocato a The Sims, e che non vi siete divertiti, perché non ci crederei.

Non si spiegherebbero altrimenti i faraonici dati di vendita che la serie ha fatto registrare nel corso del tempo. Anche perché è stata quasi sempre fedele alla piattaforma PC, che naturalmente si conferma come il sistema migliore per vivere questa esperienza squisitamente gestionale, oltre che simulativa. Ed Electronic Arts punta ancora sul PC anche con The Sims 4, piattaforma verso la quale farà un investimento non indifferente in termini tecnologici e di marketing. E, purtroppo, come tristemente sappiamo, sono ormai pochi i produttori commerciali che guardano al PC quando devono introdurre sul mercato un gioco dal quale si aspettano un fatturato importante.

Naturalmente, The Sims 4 dovrà essere giocabile sulla maggior parte dei PC, se EA e Maxis vogliono raggiungere i loro scopi, ovvero rendere l'esperienza possibile alla più grande fetta di pubblico. Per questo The Sims 4 offrirà una modalità che consente di giocare anche tramite PC portatile, una grafica fortemente scalabile, ma non per questo meno dettagliata, e spazi di gioco comunque ristretti, con un numero limitato di sim per ciascuna mappa.

Crea un Sim, che diventerà disponibile pubblicamente nel corso del mese di agosto, permette di giocare a schermo intero o in finestra, di configurare la frequenza di aggiornamento delle immagini, di abilitare la sincronizzazione verticale, la qualità della grafica tra diverse impostazioni, di impostare o meno lo smussamento dei contorni e di settare la complessità degli effetti visivi. Sarà anche possibile impostare la modalità portatile, pensata per ridurre il consumo della batteria e per garantire prestazioni comunque alte anche in assenza di hardware particolarmente performante.

Un The Sims 4 che non si concentrerà pertanto sulla gestione di grossi spazi openworld, ma che piuttosto affinirà la simulazione dei rapporti interpersonali, offrendo più varietà e più imprevedibilità da questo punto di vista, proprio come accade nella vita reale. EA e Maxis promettono, infatti, Sims più intelligenti, storie più particolari, strumenti creativi più potenti, maggiore varietà nei quartieri e tutti gli strumenti social. Gran parte di questa rinnovata potenza simulativa la si può intuire anche dalla demo di Crea un Sim, visto che possiamo iniziare a toccare con mano alcuni dei tratti distintivi della personalità dei Sims.

 
^