Starcraft II Galaxy Editor: come Blizzard supporta la community

Starcraft II Galaxy Editor: come Blizzard supporta la community

Blizzard ci ha dato l'opportunità di discutere con Tony Hsu, game producer e responsabile del design team di Stracraft II, delle nuove mappe personalizzate per l'Rts della software house californiana. È un'occasione per parlare di Galaxy Editor e del futuro di Starcraft II.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
GalaxyBlizzardSamsung
 

Galaxy Editor

Completato lo sviluppo del gioco originale, Blizzard vuole tenere costantemente aggiornato Starcraft II ponendo rinnovato accento sulla personalizzazione, sul supporto alla creatività della community e sulla varietà. Allo scorso BlizzCon ha quindi annunciato le nuove mappe personalizzate, che hanno come obiettivo principale quello di offrire un'esperienza immediata alla community di giocatori di Starcraft II e soprattutto diversa rispetto a quella tradizionale.

Blizzard fissa tre paletti nella creazione delle mappe: bisogna prestare attenzione al "fun factor", fare in modo che le nuove mappe siano facili da imparare e che i meccanismi di gioco possano essere sfruttati sin da subito dalla maggior parte dei giocatori. Infine, invoglia il confronto sulle mappe, incoraggiando le critiche costruttive.

Tutto ciò è possibile grazie al versatile strumento Galaxy Editor, usato dagli stessi creativi di Blizzard per le mappe del gioco originale. Il Galaxy Editor è l'evoluzione di StarEdit e World Editor, ovvero gli strumenti per la creazione di mappe personalizzate e campagne rispettivamente di Starcraft e Warcraft III. A differenza dei tool che lo hanno preceduto, però, è il primo software da Blizzard che consente di creare intere modifiche del videogioco originale, offrendo al contempo un supporto sull'uso.

Nell'editor sono disponibili tutti i contenuti usati dai creativi per il gioco originale, e ci sono anche dei contenuti inediti. Ad esempio, la mappa personalizzata Chef di Aiur è nata proprio dalla lista degli oggetti presenti nell'editor di StarCraft II: i creatori del mod, infatti, si sono resi conto che erano disponibili diversi oggetti che riproducevano cibi e quindi hanno avuto l'idea di creare un gioco totalmente culinario, come vedremo più avanti.

Inoltre, a differenza dei precedenti editor, Galaxy è il primo tool di Blizzard cha ha supporto a internet diretto con servizi di pubblicazione e attivazione online. Secondo Blizzard, con il Galaxy Editor si possono creare videogiochi anche molto diversi da Starcraft II come rpg con unità eroiche e giochi con prospettiva in terza persona.

La prima versione del Galaxy Editor è stata resa disponibile durante la prima fase del beta testing di Starcraft II, mentre durante la seconda fase Blizzard aveva reso già disponibile una seconda versione del tool. Si tratta di uno strumento ampiamente usato dalla community di videogiocatori di Starcraft II che sforna nuove mappe a frequenza molto elevata. Blizzard pone un limite di 50 MB per ogni mappa con singolo file non superiore ai 10 MB.

 
^