The Last of Us Parte II: per la critica è da 10, per il pubblico di Metacritic merita meno di 4

The Last of Us Parte II: per la critica è da 10, per il pubblico di Metacritic merita meno di 4

Il benvenuto offerto a The Last of Us Parte II non è stato particolarmente caloroso, almeno su Metacritic. Sul portale si è scatenato il caos totale, con migliaia di utenti che avrebbero preso di mira il gioco di Naughty Dog con diversi 0/10

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Una delle ultime vittime del cosiddetto fenomeno del review bombing è proprio il titolo di Naughty Dog, disponibile da oggi in esclusiva PlayStation 4. Ebbene, The Last of Us: Parte II ha già avuto modo di farsi apprezzare dalla stampa specializzata, che ha promosso l'opera di Neil Druckmann e colleghi con una media voto pari a 95/100.

Parliamo tuttavia di Metacritic, piattaforma che raccoglie anche i pareri degli utenti, i quali avrebbero letteralmente preso d'assalto il portale per assegnare migliaia di 0/10 a The Last of Us: Parte II - a pochissime ore dal lancio globale, ricordiamo. Cosa sta accadendo? E per quale motivo?

The Last of Us Parte II vittima del review bombing su Metacritic

Metacritic è un portale che offre grandi vantaggi, in primis quello di poter consultare tutte le recensioni inerenti a un particolare prodotto mediatico, sia esso un film, una serie TV o un videogioco. A tali vantaggi si contrappongono i rischi legati a un servizio aperto al grande pubblico e utilizzabile quindi sia da chi ha intenzione di esprimere la propria opinione sia da chi persegue obiettivi del tutto diversi, talvolta assumendo comportamenti alquanto tossici.

I motivi che avrebbero spinto tutti questi utenti - più di 10mila, nel momento in cui vi scriviamo - a prendere di mira The Last of Us Parte II non sono poi così sconosciuti.

È risaputo che l'ultimo gioco sviluppato da Naughty Dog tratta tematiche divisive, quali la sessualità e le minoranze, e che abbia innescato le lamentele di diversi giocatori colpiti dagli spoiler diffusi in rete nelle scorse settimane. Non andrebbe neanche escluso il fattore 'console war', dopotutto parliamo di una delle grandi esclusive PS4.

Una situazione decisamente grottesca, considerando che la suddetta ondata di voti negativi proviene da persone che non avrebbero neanche giocato il titolo in questione.

Voi che ne pensate? Metacritic dovrebbe intervenire per arginare i potenziali danni derivanti dal review bombing?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

115 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fantapollo20 Giugno 2020, 08:33 #1
Uhm, quando la critica da' 10 e il pubblico da' 0,
probabilmente c'è sotto qualche messaggio morale
che costringe la critica a dare 10.

Tiro a indovinare,
nel gioco c'è qualche messaggio antirazzista, antiomofobia, positivoatuttiicosti?
fabryx7320 Giugno 2020, 09:15 #2
Originariamente inviato da: Fantapollo
Uhm, quando la critica da' 10 e il pubblico da' 0,
probabilmente c'è sotto qualche messaggio morale
che costringe la critica a dare 10.

Tiro a indovinare,
nel gioco c'è qualche messaggio antirazzista, antiomofobia, positivoatuttiicosti?


la verità è che la gente VERA ,si è stancata di tutte queste caccate politicaly correct a tutti costi.....
poi non si può fare una battuta (come il tipo che ha rinominato il gioco in vetrina "a very angry lesbian" , dubbio gusto ok,ma ognuno può fare le battute che vuole) che si viene subito distrutti dalla rete e dai finti perbenisti.

il gioco sarà anche un capolavoro,ma magari (magari) la gente si è stancata che dobbiamo inserire personaggi "diversi" per forza.... la prossima volta cosa fanno ? uncharted 5 con nathan trans ,per far contenti quelle minoranze?

aspettiamo novembre....poi quando vincerà ancora il parrucchino biondo,capirete la gente REALE cosa pensa....altro che le sardine a manifestare per qualsiasi caccata....
Fantapollo20 Giugno 2020, 09:20 #3
Originariamente inviato da: fabryx73
la verità è che la gente VERA ,si è stancata di tutte queste caccate politicaly correct a tutti costi.....
poi non si può fare una battuta (come il tipo che ha rinominato il gioco in vetrina "a very angry lesbian" , dubbio gusto ok,ma ognuno può fare le battute che vuole) che si viene subito distrutti dalla rete e dai finti perbenisti.

il gioco sarà anche un capolavoro,ma magari (magari) la gente si è stancata che dobbiamo inserire personaggi "diversi" per forza.... la prossima volta cosa fanno ? uncharted 5 con nathan trans ,per far contenti quelle minoranze?

aspettiamo novembre....poi quando vincerà ancora il parrucchino biondo,capirete la gente REALE cosa pensa....altro che le sardine a manifestare per qualsiasi caccata....


Ah... ci sono sul serio i personaggi politically correct?
Giuro che ho tirato a indovinare
marittimus20 Giugno 2020, 09:59 #4
Però la critica ha probabilmente giocato il gioco (in anteprima) mentre le recensioni sono tutte datate tra venerdì 19 giugno (data di uscita) e il 20 e dubito che tutti lo abbiano acquistato e già giocato. Tutta gente che nella vita evidentemente non ha un lavoro o una famiglia; dal canto mio non ho ancora iniziato e sono sicuro che non potrò farlo prima di 2 mesi, troppi impegni di lavoro post lockdown con lo sblocco dei cantieri.
Dire che si parla di una presa di posizione aprioristica se non di pregiudizi belli e buoni è riduttivo.

Se vogliamo analizzare il gioco e la sua qualità 1 (UNO!) giorno mi sembra assolutamente inadeguato.

Se vogliamo entrare nel merito dei contenuti.... beh leggevo su una recensione negativa dove ci si lamentava del fatto che il creatore del gioco ci avesse voluto fare giocare proponendo il suo punto di vista, ma perché di solito cosa fanno gli scrittori, gli sceneggiatori e i registi. E' un gioco maturo e come tale secondo me è invece molto interessante che si affrontino temi mai toccati in un titolo potenzialmente AAA, mi piace chi si prende dei rischi!

E' indiscutibile che per "i più sensibili" siano temi che stuzzicano nervi scoperti però l'affossamento di un prodotto perché non coincide con la tua visione del mondo (ah bei tempi quelli in cui giocavo a Carmageddon di nascosto dai miei, poi però dopo nottate intere a giocare mentre ero sull'autobus immaginavo lo stesso che stingeva le auto contro i muri) è proprio da str**o bacchettone. In un senso e nell'altro. Altro che libertà di espressione.

Il bello è che se sei al bar con uno di questi amanti della libertà (solo la loro) è capace che finisce a bottigliate in testa solo perché indosso una maglietta rossa.

Mi chiedo: ma questi quando vanno a vedere un film tifano sempre per i cattivi?
Fantapollo20 Giugno 2020, 10:16 #5
Originariamente inviato da: marittimus
Però la critica ha probabilmente giocato il gioco (in anteprima) mentre le recensioni sono tutte datate tra venerdì 19 giugno (data di uscita) e il 20 e dubito che tutti lo abbiano acquistato e già giocato. Tutta gente che nella vita evidentemente non ha un lavoro o una famiglia; dal canto mio non ho ancora iniziato e sono sicuro che non potrò farlo prima di 2 mesi, troppi impegni di lavoro post lockdown con lo sblocco dei cantieri.
Dire che si parla di una presa di posizione aprioristica se non di pregiudizi belli e buoni è riduttivo.

Se vogliamo analizzare il gioco e la sua qualità 1 (UNO!) giorno mi sembra assolutamente inadeguato.

Se vogliamo entrare nel merito dei contenuti.... beh leggevo su una recensione negativa dove ci si lamentava del fatto che il creatore del gioco ci avesse voluto fare giocare proponendo il suo punto di vista, ma perché di solito cosa fanno gli scrittori, gli sceneggiatori e i registi. E' un gioco maturo e come tale secondo me è invece molto interessante che si affrontino temi mai toccati in un titolo potenzialmente AAA, mi piace chi si prende dei rischi!

E' indiscutibile che per "i più sensibili" siano temi che stuzzicano nervi scoperti però l'affossamento di un prodotto perché non coincide con la tua visione del mondo (ah bei tempi quelli in cui giocavo a Carmageddon di nascosto dai miei, poi però dopo nottate intere a giocare mentre ero sull'autobus immaginavo lo stesso che stingeva le auto contro i muri) è proprio da str**o bacchettone. In un senso e nell'altro. Altro che libertà di espressione.

Il bello è che se sei al bar con uno di questi amanti della libertà (solo la loro) è capace che finisce a bottigliate in testa solo perché indosso una maglietta rossa.

Mi chiedo: ma questi quando vanno a vedere un film tifano sempre per i cattivi?


Insomma ho indovinato?
GoFoxes20 Giugno 2020, 10:29 #6
Il problema non è l’orientamento sessuale o l’etnia dei personaggi, il problema è che sono così non per raccontare una storia, ma perché il sistema si è messo in testa di cambiare le idee delle persone. E alle persone non piace che le si forzi a cambiare idea. Da qui i votacci.
rmarango20 Giugno 2020, 10:55 #7
Troll & Fanboy al cubo all'arrembaggio su metacritic, fermateli se ci riuscite...ma credo sia un impresa vana, il voto è comunque palesemente falsato da gente che non ha neanche mai sfiorato il controller della ps4.
marittimus20 Giugno 2020, 11:04 #8
Fantapollo sì secondo me hai indovinato, i temi sono quelli.

Come già detto io ancora non ci ho giocato e quindi non sono sicuro di cosa troverò e di quale sarà il mio giudizio alla fine ma qualche str***o mi ha già ampiamente rovinato la sorpresa, siccome sono testardo me lo giocherò lo stesso, ad agosto-bestia-che-caldo! col clima a bomba.

Poi, e sono già stato insultato per il mio punto di vista, è che io non penso ci sia tutto questo cuore puro nella produzione, penso che sia solo un sistema neanche tanto sottile di far parlare di sè e magari attirare nuovi giocatori. Insomma è il portafoglio che scrive la sceneggiatura per cui non mi aspetto chissà quale alto livello di scrittura e invece questi sono temi che devono essere raccontati da chi ha talento per raccontar storie o il rischio è di beccarsi un polpettone mal fatto che non aggiunge nulla e anzi trova nuovi detrattori su temi sensibili che ne hanno già abbastanza.

Il mio punto di vista è che i temi è giusto vengano trattati in ogni sede opportuna perché nascondere la testa sotto la sabbia e far finta che non esistano è da vigliacchi. Poi ognuno è libero di pensarla come preferisce, certo è che la tua libertà finisce dove inizia quella degli altri.

Uno è libero di non leggere un libro ma altrettanto è libero un altro di scriverlo, però il non lettore non può esprimere un giudizio sul contenuto perché non lo conosce. Questo fantomatico non-lettore/non-giocatore farebbe bene a dire chiaramente cosa non vuole leggere/giocare e non sparare balle facendo finta di averlo letto/giocato perché sono balle e pregiudizi e quindi sbagliati per definizione.

Detto questo anche io sto semplificando la cosa ma credo che sia condivisibile che tutti questi temi necessitino di un confronto più approfondito e questa non è la sede opportuna.
nickname8820 Giugno 2020, 11:12 #9
Originariamente inviato da: rmarango
Troll & Fanboy al cubo all'arrembaggio su metacritic, fermateli se ci riuscite...ma credo sia un impresa vana, il voto è comunque palesemente falsato da gente che non ha neanche mai sfiorato il controller della ps4.

Come Death Stranding e RDR2 ?

Originariamente inviato da: fabryx73
la verità è che la gente VERA ,si è stancata di tutte queste caccate politicaly correct a tutti costi.....

il gioco sarà anche un capolavoro,ma magari (magari) la gente si è stancata che dobbiamo inserire personaggi "diversi" per forza.... la prossima volta cosa fanno ? uncharted 5 con nathan trans ,per far contenti quelle minoranze?
Sarà in uscita su PS5 lo Spiderman negro ... ho detto tutto.
TheDarkAngel20 Giugno 2020, 11:12 #10
E' un gioco per adulti e quindi i bambini frignano con 2 o 3 a pioggia su meta.
Basterebbe chiudere le recensioni per 1 mese affinchè si scordino del gioco e non comparirebbero più queste scenate infantili.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^