Xbox next-gen: Microsoft nega coinvolgimento in raid polizia

Xbox next-gen: Microsoft nega coinvolgimento in raid polizia

La polizia australiana ha fatto irruzione nella casa di SuperDaE, la persona che si ritiene sia in possesso di un dev kit della console di Microsoft non ancora annunciata ufficialmente.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Microsoft ha negato ogni tipo di coinvolgimento nelle indagini della polizia australiana e dell'Fbi e nel susseguente raid nella casa di SuperDae. "Microsoft non ha avviato l'indagine Fbi su questa persona, come è stato erroneamente riportato da alcuni media", ha detto un portavoce di Microsoft.

Il nome di SuperDae è stato collegato all'asta di un presunto kit di sviluppo di Xbox di prossima generazione, conosciuto come Durango. Il dev kit è stato messo in vendita a 50 mila dollari australiani, pari a 39 mila euro circa.

Nonostante Microsoft smentisca il suo coinvolgimento, un documento riportato da TheTechGame, che sembra essere proprio il mandato della polizia australiana, menziona la compagnia di Redmond come parte lesa. TheTechGame sostiene di aver contattato la polizia australiana, che avrebbe confermato l'autenticità del mandato.

Secondo altre fonti, SuperDae sarebbe stato recentemente contattato da un funzionario della sicurezza di Microsoft. La visita si è verificata in seguito alla fuga di notizie su Durango, delle quali sembra essere responsabile proprio SuperDae, oltre che all'asta su eBay già menzionata.

Dae inoltre sosteneva di essere entrato in possesso del kit di sviluppo dopo aver ottenuto l'accesso ai server di Microsoft e creato un account sul sito web interno rivolto al Programma per gli Sviluppatori Xbox. Ha poi ordinato una versione per gli sviluppatori utilizzando l'account falso.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piererentolo26 Febbraio 2013, 17:55 #1
Un tipo furbo
Visto che c'era poteva aggiungere in omaggio una mezza panetta di fumo (giusto per aggravare un po' la situazione)
Khronos26 Febbraio 2013, 18:31 #2
Microsoft nega coinvolgimento in RAID. i 50 dischi fissi erano tutti singoli.
Paganetor26 Febbraio 2013, 19:45 #3
vabbè, ma se anche c'entrasse? dopotutto quel tizio non è proprio "candido"
Lithios26 Febbraio 2013, 19:51 #4
Ma anche se fosse coinvolta non ci vedo niente di male, anzi!
PhoEniX-VooDoo26 Febbraio 2013, 21:21 #5
sicuro poi lo assumono
Pring27 Febbraio 2013, 01:49 #6
Originariamente inviato da: piererentolo
Un tipo furbo
Visto che c'era poteva aggiungere in omaggio una mezza panetta di fumo (giusto per aggravare un po' la situazione)


lol
Obelix-it27 Febbraio 2013, 08:57 #7
Mi sfugge di capire la gravita' del reato tale da generare un intervendo dell'FBI in un paese terzo.... spacciava droga ?? era un killer internazionale ?? vendeva alimenti tossici ??

Ultimamente, mi pare che per i gringos siano piu' gravi le violazioni del copyright che i reati sopra indicati... (mi dimenticavo di 'aveva fattto stragi nelel scuole', ma non vorrei toccare tasti dolenti per l'FBI...)
Paganetor27 Febbraio 2013, 09:35 #8
vabbè, ha hackerato il sito per la registrazione degli sviluppatori, si è fatto mandare (senza averne titolo, quindi è furto) un dev kit, ha tentato di rivenderlo (ricettazione)

non mi sembra proprio un santo
leddlazarus27 Febbraio 2013, 23:50 #9
Originariamente inviato da: Paganetor
vabbè, ha hackerato il sito per la registrazione degli sviluppatori, si è fatto mandare (senza averne titolo, quindi è furto) un dev kit, ha tentato di rivenderlo (ricettazione)

non mi sembra proprio un santo


per carità hai ragione... ma ci sono cose peggiori nel mondo che il furto di un programma.

poi mi immagino la polizia australiana che fa un blitz del genere di propria volontà
ma dai chi ci crede.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^