Warhammer Online non rischia la chiusura

Warhammer Online non rischia la chiusura

Eugene Evans, leader di Mythic, esclude che il MMORPG sia prossimo alla chiusura, confermando al contempo che il modello di business rimarrà quello tradizionale.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:28 nel canale Videogames
 

Eugene Evans, leader di BioWare Mythic, ha dichiarato che il MMORPG Warhammer Online non sta rischiando la chiusura.

Nel corso di un'intervista rilasciata a PCGamer, in occasione della GDC Online, Evans ha spiegato che nonostante sia imminente l'uscita sul mercato di Star Wars: The Old Republic, Warhammer Online è destinato a rimanere ancora a tutti gli effetti operativo.

"Tutti questi titoli sono appetibili per un pubblico differente e le ragioni sono molteplici. Sono molto fiero di poter dire che faccio parte dello studio che ha mantenuto attivo Ultima Online per 14 anni. Dark Age of Camelot ha appena celebrato i suoi dieci anni. Ci auguriamo di poter mantenere operativi questi giochi fino a quando ci sarà interesse da parte dei giocatori".

Lo studio sembra inoltre non intenzionato ad abbracciare il modello free-to-play per Age of Reckoning, per lo meno nell'immediato futuro.

"Crediamo nella community di giocatori che stanno giocando Age of Reckoning. Certo, avremmo potuto attrarre molti utenti con il free-to-play, ma non è evidentemente chiaro per quanto tempo avremmo mantenuto vivo il loro interesse. Desideriamo continuare a supportare il gioco secondo i criteri che adottiamo attualmente".

Mythic peraltro sta sperimentando anche il versante dei giochi free-to-play grazie allo sviluppo di Warhammer Online: Wrath of Heroes, titolo che sarà lanciato su PC entro la fine di quest'anno.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^