Warface: il nuovo sparatutto free-to-play di Crytek adesso in closed beta

Warface: il nuovo sparatutto free-to-play di Crytek adesso in closed beta

Warface sarà accessibile attraverso Gface, la piattaforma di social entrertainment di Crytek.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:54 nel canale Videogames
 

Trion Worlds e Crytek annunciano che è stata lanciata la closed beta di Warface, il nuovo sparatutto free to play sviluppato nella sede di Kiev di Crytek. I server beta di Warface sono partiti nella giornata di ieri e rimarranno attivi fino al lancio ufficiale di Warface nella primavera 2013. Per partecipare alla beta occorre registrasi a warface.com.

Warface

Warface è un'unità selezionata di guerrieri che si sono riuniti in gruppo per combattere contro Blackwood – la terribile classe dominante al governo. Warface offre ai giocatori numerose opportunità di level-up e svariati aggiornamenti.

Si tratta di un'esperienza prevalentemente co-op, quasi di tipo single player, con una storia. I giocatori possono affrontare missioni con livelli di difficoltà differenti. Nuove missioni, promette Crytek, saranno introdotte giornalmente, in modo da mantenere il gioco sempre fresco. Si guadagna esperienza con la quale si possono sbloccare nuove abilità che possono rivelarsi determinanti in PvP, mentre i nemici sono disegnati in modo da spingere alla collaborazione tattica.

Warface è uno shooter class-based visto che avremo i soldati, che saranno in grado di dispensare munizioni; i medici, dotati di shotgun e della capacità di rigenerare la salute dei compagni; i tecnici, con armi efficaci dalla media distanza e dispositivi per sistemare le armature degli altri membri della squadra; i cecchini, fondamentali per gli attacchi dalla distanza.

C'è una valuta in-game che si può accumulare dopo ogni singola prestazione e con la quale si possono comprare armi. Il processo, però, può essere velocizzato se si spende valuta reale. Il giocatore può consultare una mini-enciclopedia in-game che contiene informazioni e statistiche per ogni arma. Queste ultime si possono anche modificare con un sistema molto simile a quello di Crysis 2. Per ogni aggiunta ci possono essere vantaggi e svantaggi, mentre ognuno di questi dispositivi risulta ben evidente sull'arma stessa. Ci sono sottocanne, mirini, stabilizzatori, silenziatori, lanciagranate, e così via. Anche l'estetica dei soldati può essere personalizzata. Ad esempio gli elmetti avanzati sono in grado di proteggere dalle fiamme o dai proiettili.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lanzus18 Gennaio 2013, 10:58 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.gamemag.it/news/warface-...beta_45484.html

Warface sarà accessibile attraverso Gface, la piattaforma di social entrertainment di Crytek.

Click sul link per visualizzare la notizia.


L'ho installato e l'ho provato ieri sera dopo aver ricevuto l'invito.
Beh, a parte il fatto che si tratta di un COOP multiplayer (o almeno io la parte pvp non l'ho vista) il gioco è abbastanza piatto: le mappe sono piccole, i nemici stupidi e le meccaniche di gioco classiche che piu' classiche non si puo'. La grafica è buona ... si tratta dei cryengine 3 alla fine.

Gli lascio il beneficio del dubbio riprovandolo ogni tanto per vedere cosa cambiano ma per ora il mio pensiero riguardo a questo F2P è si puo' riassumere in un "Meh ... c'è di meglio"
Andreadesmo16ITA18 Gennaio 2013, 16:24 #2

Modalità VERUS

La modalità PVP esiste, nel menù principale in alto a sinistra c'è la scritta WARFACE, sotto di essa si può cliccare su CO-OP oppure VERSUS. Le modalità sono Plant the Bomb,Free for All, Storm, Team Death Match. Io ci gioco su Firefox perchè non riesco ad installare il Plugin di Chrom, qualcuno sà come fare?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^