Violenza e videogiochi: tocca ai trailer

Violenza e videogiochi: tocca ai trailer

L'organismo di classificazione nordamericano ESRB ha inviato un'ordinanza ai produttori D3 Publisher e Take-Two al fine di rimuovere da siti del settore dei trailer il cui contenuto è stato giudicato "eccessivo e offensivo".

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:04 nel canale Videogames
 
Il produttore D3 Publisher ha contattato diversi siti appartenenti al settore videogiochi in riferimento all'ultimo trailer di Dark Sector. Questo trailer, infatti, va rimosso in seguito alla decisione dell'organismo di classificazione nordamericano ESRB che lo ha giudicato "eccessivo e offensivo". L'ingiunzione è categorica e non può essere aggirata apponendo un controllo sull'età dei visitatori. Riguarda, ovviamente, il trailer di Dark Sector e non il gioco vero e proprio.

Un episodio similare ha coinvolto 2K Games in relazione al gioco The Darkness. Sostanzialmente, i trailer dei giochi classificati come Mature ("M") o Adults Only ("AO") devono essere provvisti di controllo sull'età di chi li guarda, regola evidentemente non rispettata nel caso di The Darkness. "I produttori che non rispettano i requisiti sull'age gate sono soggetti ad azioni di imposizione da parte dell'ESRB", fa sapere l'organismo di classificazione.

Anche il sito GameVideos.com è stato coinvolto dalla rinnovata solerzia per la classificazione dei trailer. Sostanzialmente, ha ricevuto un comunicato da Microsoft al fine di rimuovere il trailer di Gears of War rilasciato nello scorso gennaio. Evidentemente, anche Microsoft ha ricevuto un'ordinanza simile a quelle di D3 Publisher e 2K Games.

Patricia Vance, presidente di ESRB, è intervenuta sostenendo che le email spedite ai produttori che abbiamo menzionato hanno il semplice scopo di ricordare che i trailer dei giochi classificati M e AO vanno sottoposti a controllo dell'età. Inoltre, i trailer che non soddisfano i requisiti di ESRB vanno rimossi o modificati (è il caso di Dark Sector).

Il fenomeno che è emerso oggi fa certamente parte del giro di vite che le istituzioni stanno praticando nei confronti della violenza nei videogiochi. Tutto è iniziato con la mancata classificazione di Manhunt 2 da parte della BBFC e le consequenziali decisioni degli organisimi di classificazione di Stati Uniti e Irlanda e del blocco della commercializzazione del gioco in Italia.

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
baronz26 Giugno 2007, 16:10 #1
tutto normale... ci sono siti come rotten visualizzabili tranquillamente da tutti, miliardi di siti porno... però i trailer dei giochi violenti no è ??? ma per favore
Arshes26 Giugno 2007, 16:15 #2
ancora esiste rotten? mi ricordo quando andavamo sul sito a scuola mentre il proff non c'era
cmq stiamo andando verso il ridicolo
Flender7626 Giugno 2007, 16:15 #3
@baronz
ma è mai possibile che ancora c'è gente che per giustificare qualcosa di sbagliato deve portare altri esempi negativi? Se vietano i trailer perchè "eccessivi" e troppo accessibili a categorie "protette", bisognerebbe fare altrettanto per gli altri siti che dici tu, e non ammettere tutto perchè tanto ci sono rotten e porno
baronz26 Giugno 2007, 16:23 #5
Io critico sta gente che se la prende esclusivamente con i videogiochi... così le associazioni dei genitori sono contente... ma ci sono ben altre cose più scabrose su internet che un trailer di un vg !!! Allora prima bisogna regolamentare quelle, non sempre attaccare i vg perchè fa comodo e perchè secondo loro sono il male ! E se permetti se la gente può andarsi a vedere Hostel senza che nessuno gli rompa i maroni io vorrei guardarmi i trailer in santa pace ! Perchè non provano a attaccare il cinema splatter/horror ??? Perchè dietro ci sono delle multinazionali che gli pianterebbero un gran casino !!!
nucce26 Giugno 2007, 16:27 #6


BAN IMMEDIATO PER QUEST'UTENTE VIOLENTO IN MODO GRATUITO!!!! ...comunque sono d'accordo Flender76...iniziamo con questo e poi si continua con gli altri!!!
elevul26 Giugno 2007, 16:29 #7
Originariamente inviato da: nucce
BAN IMMEDIATO PER QUEST'UTENTE VIOLENTO IN MODO GRATUITO!!!!

Dr3amer26 Giugno 2007, 16:47 #8
Patricia Vance una donna a capo.... ora si spiega tutto
Crux_MM26 Giugno 2007, 16:48 #9
Giustissimo, darebbe spessore ad una categoria[i videogiochi] maltrattata da chi non ci ha mai provato a giocare!
Layenn26 Giugno 2007, 16:50 #10
ma vogliamo lasciare qualcosa da far fare ai genitori o no? si può mica censurare tutto ciò che è violento solo per paura che un ingenuo infante lo guardi!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^