Videogiochi esperienza spirituale?La storia del ragazzino che ha giocato con il 'fantasma' del padre

Videogiochi esperienza spirituale?La storia del ragazzino che ha giocato con il 'fantasma' del padre

Perdere un genitore a soli 6 anni può segnare per sempre. Si possono vagamente ricordare alcuni dei momenti passati con il padre o la madre, ma il dolore certo non scompare definitivamente.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:31 nel canale Videogames
 

Perdere da giovani un genitore è sicuramente uno shock, ma in certi casi i videogiochi possono allievare il dolore. A tal proposito, ha riscosso molti consensi sulla rete la storia che ha raccontato un ragazzo nella sezione commenti di Youtube.

Si discuteva del fatto se i videogiochi possono anche essere un'esperienza spirituale e colui che ha il nickname 00WARTHERAPY00 ha raccontato della passione per i videogiochi che ha condiviso con il padre prima della morte del genitore e di come ha fatto a rincontrarlo grazie alla modalità 'fantasma' di un gioco di guida.

"Quando avevo quattro anni mio padre mi comprò una Xbox", scrive 00WARTHERAPY00. "Dal 2001 in poi mi sono divertito moltissimo insieme a lui a giocare tantissimi giochi. Questo è durato fino alla sua morte, quando avevo 6 anni. Non sono più riuscito a toccare quella console per i successivi 10 anni".

"Ma quando sono riuscito a farlo ho notato qualcosa che avevo dimenticato. Giocavamo insieme soprattutto a un gioco, Rally Sports Challenge, molto carino per l'epoca in cui è uscito. E dopo averlo ripreso mi sono imbattuto in un 'fantasma', letteralmente".

"Come sa chi gioca con i titoli di guida, quando si realizza il miglior tempo questo viene registrato e riproposto come se un pilota fantasma guidasse quella macchina. Un giorno ho caricato quel fantasma e stavo per sconfiggerlo, ovvero stavo per realizzare un tempo migliore di quello che fece segnare mio padre. Ma quando sono giunto in prossimità della linea del traguardo ho rallentato e mi sono lasciato superare dal fantasma. L'ho fatto per evitare di perdere quell'ultimo ricordo tangibile di mio padre".

La storia di questo ragazzino è stata ripresa tante volte nei commenti di Youtube e molti si sono detti commossi. Ma è poi rimbalzata su diversi network videoludici, arrivando fino in Asia e diventando definitivamente virale. Ve l'abbiamo riproposta perché ancora una volta esalta la portata del media videoludico.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok24 Luglio 2014, 17:50 #1
Bà... le lacrime strappa storie [.cit] su internet sono al 99% inventate. Spero che sia vera, ma probabilmente tra qualche giorno sarà ricordata come l'ennesima bufala. Anzi spero che sia falsa almeno il povero padre sarebbe vivo...
iorfader24 Luglio 2014, 18:53 #2
Lord Infamia24 Luglio 2014, 19:07 #3
Saran 6 mesi che 'sta storiella gira su FB e 9gag... E ho detto tutto.
Ripperz24 Luglio 2014, 20:03 #4
che la notizia sia vera o falsa poco importa,io trovo veramente triste che il ricordo di un padre sia legato ad un videogioco che è una cosa veramente impersonale...dovrebbe ricordare suo padre che lo porta a fare un giro in bici,che lo porta al mare o che mangia un gelato insieme e non per un ghost su un gioco di guida...spero proprio sia una bufala
iorfader24 Luglio 2014, 20:33 #5
Originariamente inviato da: Ripperz
che la notizia sia vera o falsa poco importa,io trovo veramente triste che il ricordo di un padre sia legato ad un videogioco che è una cosa veramente impersonale...dovrebbe ricordare suo padre che lo porta a fare un giro in bici,che lo porta al mare o che mangia un gelato insieme e non per un ghost su un gioco di guida...spero proprio sia una bufala


che cazzata...
Alex_8824 Luglio 2014, 21:10 #6
Non capisco perchè dovrebbe essere una bufala. Non ha detto che ha visto il fantasma del padre nel gioco. Ha semplicemente detto che 10 anni dopo la morte, ha giocato ad un vecchio gioco ed ha trovato il ghost del vecchio tempo record segnato dal papà, e dato che è una cosa fatta da lui, ha voluto tenerlo salvato come ricordo. Perchè dovrebbe essere una cosa brutta e/o impersonale? Tra i tanti ricordi, ha potuto riviverne uno grazie al gioco.
Lord Infamia24 Luglio 2014, 21:49 #7

Per tutti quelli che ci credono

Questo genere di messaggi vengono chiamati "FEELS", e sono un grande classico della rete. Eccone altri 2 esempi a tema Pokemon:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Link ad immagine (click per visualizzarla)
(mi scuso per il 4channese usato in abbondanza in questa seconda immagine)

Che dite, facciamo una news anche su questi?
Alex_8824 Luglio 2014, 22:11 #8
Ma ripeto, feels o non feels, finti o non finti, cosa c'è di male?! Perchè io non posso credere che qualcuno abbia ricordato il proprio padre morto, vedendo un salvataggio su un videogame? A nessuno di voi è mai capitato di ricordarvi di un parente scomparso, magari trovando una cosa che non sapevate aveva messo via, o qualcosa di scritto che non conoscevate/ricordavate? A me sì, diverse volte.
Therinai25 Luglio 2014, 00:07 #9
Sono nel 99% dei casi bufala perché ricordi cosi non li posti ad cazzum su youtube. Inutile dire che la bufala si ispira alla realtà, è ovvio che con tutta la gente che c'è sulla Terra a qualcuno sia capitata una circostanza del genere, quantomeno una analoga. Inutile farne una notizia. Poi non si sa mai che maria de filippi si convince a fare un programma dedicato
Lord Infamia25 Luglio 2014, 01:34 #10
Originariamente inviato da: Therinai
Sono nel 99% dei casi bufala perché ricordi cosi non li posti ad cazzum su youtube. Inutile dire che la bufala si ispira alla realtà, è ovvio che con tutta la gente che c'è sulla Terra a qualcuno sia capitata una circostanza del genere, quantomeno una analoga. Inutile farne una notizia. Poi non si sa mai che maria de filippi si convince a fare un programma dedicato


THIS.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^