Vendite videogiochi PC in aumento negli USA

Vendite videogiochi PC in aumento negli USA

Ottima resa commerciale dei videogiochi PC nei primi due mesi del 2007: grossa parte dei meriti va data al genere dei MMORPG.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:14 nel canale Videogames
 
I rivenditori americani di videogiochi hanno registrato vendite per 203 milioni di dollari nei primi due mesi del 2007, con un incremento del 48% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Le statistiche sono fornite da NPD Group.

Anita Frazier, analista dell'industria e membro di NPD Group, ha descritto la situazione in un articolo pubblicato sul New York Times. L'analista fa notare che nello stesso periodo dell'anno scorso i ricavi dalle vendite ammontavano solamente a 136,8 milioni di dollari e che queste cifre non includono le entrate provenienti dalla transazioni online e dai pagamenti dei canoni mensili che sono ormai richiesti da una moltitudine di prodotti.

Ovviamente questo quadro non sarebbe completo se non si considerasse il fenomeno giochi di ruolo o, meglio, MMORPG. Le vendite di questo genere di giochi sono aumentate del 43% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e, ovviamente, tale primato è stato possibile soprattutto grazie al rilascio di The Burning Crusade, l'espansione ufficiale di World of Warcraft che ha riscosso record su record in fatto di volumi di vendite.

"Le ottime prestazioni che notiamo nelle vendite di giochi PC vanno attribuite a diversi titoli chiave facenti parte di generi differenti", sostiene Anita Frazier. "Ma sbaglieremmo se non considerassimo nella maniera opportuna il continuo successo di World of Warcraft".

D'altronde stiamo parlando di una ripresa dopo un periodo di forte difficoltà per l'industria. Nel 2005 e nel 2006, infatti, si registravano ricavi dalle vendite lievemente al di sotto del miliardo di dollari, sempre restando nell'ambito del mercato americano. Mentre nel 2004 tali cifre erano superiori del 14%. In modo da stabilire un paragone, segnaliamo che nel 2006 nel mercato console i ricavi ammontavano a 4,8 miliardi di dollari, mentre per ciò che riguarda i dispositivi portatili si raggiungeva la cifra di 1,7 milioni di dollari.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex24 Aprile 2007, 12:16 #1
Se non fosse per il canone mensile prenderei anche io wow, ma non posso cercare di risparmiare sull'adsl e poi spenderci soldi su wow anche se li merita
Diablix24 Aprile 2007, 12:26 #2
Bliblubla settore in crisi per colpa della pirateria.. bliblubla facciamo la fame perchè la gente scarica.. bliblubla facciamo giochi bellissimi ma l'orco hacker brutto nero e cattivo ci deruba..

Poi guardacaso un paio di software house si svegliano, fanno dei giochi decenti sfruttando il gioco online e fanno una baracca di soldi.

Domanda: la colpa era solo del p2p?
Ai posteri l'ardua sentenza..
4rdO24 Aprile 2007, 12:27 #3
Ma secondo me e' tutto dovuto che anche la gente meno smanettona inizia capire come si installa un gioco su PC.

Alla fine le vendite dei pc non sono andate mai male,la gente lo compra per navigare e poi un gioco lo prova,e' successo anche vicino a me che gente di 40 anni che ha comprato un PC per tutt'altro motivo senza averne visto mai uno, si e' messa poi a parlare di Prince Of Persia...ma ci sono voluti questi 6 mesi.

V.I.T.R.I.O.L.24 Aprile 2007, 12:27 #4
se poi facessero una statistica tra i videogames più scaricati illegalmente tramite peer-to-peer, quale sarebbe il supporto vincitore secondo voi?

ma il pc ovviamente...
magilvia24 Aprile 2007, 12:30 #5
Meno male che si riprende un po' il mercato PC. A mio avviso si gioca meglio su PC, a meno di non essere casual gamers e anche se costa un poco di più la spesa va fatta lo stesso perchè non puoi fare a meno del PC. Basta solo essere oculati...
Diablix24 Aprile 2007, 12:43 #6
Originariamente inviato da: V.I.T.R.I.O.L.
se poi facessero una statistica tra i videogames più scaricati illegalmente tramite peer-to-peer, quale sarebbe il supporto vincitore secondo voi?

ma il pc ovviamente...


Son d'accordo, ma spesso è colpa della scarsa qualità dei giochi.
Nel mercato console si sente di meno solo perchè la percentuale di persone con un minimo di esperienza è MOLTO inferiore, oltre al fatto che spesso e volentieri usare software pirata comporta la necessità di modifiche hardware --> addio garanzia.

Ma come ho già detto la colpa principale è delle software house che producono software di scarsa qualità spesso a prezzi molto elevati. Se speri che spenda 60€ per 10 ore di gameplay stai ben fresco.. per 100 ore mi va bene, per 10 ore ti pago 10€ massimo.

E non è vero che non è possibile vendere a molto meno, lo dimostra la FX Interactive: vende giochi a 19.99€ massimo e spesso tra offerte e cose varie un gioco lo vieni a pagare anche 6-7€. Ne ho comprati diversi, e secondo me molti meritavano anche di più: Sacred, Patrician III, Port Royale 2, Fritz 8, Toca race driver 2.. devo andare avanti?
E giochi come sacred col cavolo che li vendevano a 20€ in germania.. 50€, e ha venduto pure bene.

Lo stesso vale per i giochi online: si possono benissimo spendere 60€ per un gioco se è strutturato in modo tale da permettermi di giocarci moltissimo in multiplayer..
Per non parlare di mmorpg, dove con i canoni di 6 mesi solitamente spendi sugli 8€ al mese, 92€ all'anno.
Son tanti.. ma in anno ci giochi diverse centinaia di ore (1 ora di gioco al giorno = 365 ore all'anno).. 92€ ci possono stare.
Insomma.. 1 ora di gameplay = 25 centesimi.. e spesso di ore ne passi molte di + nei mmorpg.
Un gioco che dura 20 ore e costa 60 € costa 3€ per ora di gioco... 12 volte tanto.
E' colpa del p2p?

Certo, se anche la clientela diventa "intelligente" su una piattaforma e resta stupida nell'altra è ovvio che alla fine i prezzi saranno sempre quelli
CoreDump24 Aprile 2007, 12:51 #7
Originariamente inviato da: Diablix
Ma come ho già detto la colpa principale è delle software house che producono software di scarsa qualità spesso a prezzi molto elevati. Se speri che spenda 60€ per 10 ore di gameplay stai ben fresco.. per 100 ore mi va bene, per 10 ore ti pago 10€ massimo.

E non è vero che non è possibile vendere a molto meno, lo dimostra la FX Interactive: vende giochi a 19.99€ massimo e spesso tra offerte e cose varie un gioco lo vieni a pagare anche 6-7€. Ne ho comprati diversi, e secondo me molti meritavano anche di più: Sacred, Patrician III, Port Royale 2, Fritz 8, Toca race driver 2.. devo andare avanti?
E giochi come sacred col cavolo che li vendevano a 20€ in germania.. 50€, e ha venduto pure bene.


Quoto Completamente, infatti per i miei gusti personali un gioco deve durare un bel pò prima di essere finito e magari
deve essere anche rigiocabile , infatti se guardo nei miei acquisti trovo giochi come Dragonquest, Suikoden, FF, GT e
i vari dynasty e samurai warrior su ps2, mentre sul fronte pc ho praticamente tutti i giochi della FX Interactive, più vari
civilization, diablo, oblivion, Anno 1701, X2 e X3 Reunion, insomma giochi che hanno una certa longevità, non bisogna
poi dimenticare il prezzo di acquisto che nel caso dei giochi su PC spesso e sensibilmente inferiore a quello delle console
monsterman24 Aprile 2007, 13:18 #8
è tutto merito di vista e dei suoi sistemi antipirateria :P
ErminioF24 Aprile 2007, 13:37 #9
Lo stavo per dire io...ovviamente come battuta
Tra poco vedrai che salterà fuori un commento ms simile
Pancho Villa24 Aprile 2007, 14:16 #10
Bene, a questo punto spero che le console "next-gen" non danneggino il mondo del PC.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^