Vendite digitali in crescita secondo Npd. EA: saremo compagnia 100% digitale

Vendite digitali in crescita secondo Npd. EA: saremo compagnia 100% digitale

Npd ha pubblicato le statistiche sulla vendita di videogiochi nel primo trimestre del 2012, che hanno indotto Electronic Arts a rilasciare delle significative dichiarazioni sul futuro digitale della compagnia.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:59 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Le vendite di videogiochi in formato digitale sono in crescita negli Stati Uniti, ma non si tratta di una crescita sufficiente a compensare la complessiva contrazione del mercato. Il calo delle vendite di videogiochi in formato scatolato è infatti ancora più grande rispetto alla crescita degli acquisti digitali.

Nel solito resoconto di Npd, relativo al Q1 2012, si evidenzia come le vendite di videogiochi per console e per PC tra retail, digitale e noleggio/mercato dell'usato si attesino sui 3,4 miliardi di dollari, contro i 3,8 miliardi di dollari registrati lo scorso anno.

Questo deficit di quasi mezzo miliardo di dollari è assegnabile soprattutto alla contrazione delle vendite nel tradizionale formato fisico. Questa categoria ha, infatti, generato 1,4 miliardi di dollari nel Q1 2012, contro i 2 miliardi di dollari che si registravano nello stesso periodo dello scorso anno. Se il trend si confermerà, il ribasso delle vendite nel formato scatolato in riferimento all'intero 2012 potrebbe toccare il vertice minimo negli ultimi sei anni.

Le vendite dei contenuti digitali, ovvero giochi completi, DLC, abbonamenti, giochi mobile e giochi per i social, stanno crescendo, ma non compensano il vuoto lasciato dalla riduzione delle vendite nel formato fisico. Le vendite digitali sono cresciute del 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, fino a 1,38 miliardi di dollari.

Sommando le categorie dei contenuti digitali e dei noleggi/mercato dell'usato si ottengono vendite per 1,9 miliardi di dollari, mentre alla stessa voce lo scorso anno corrispondevano vendite per 1,85 miliardi di dollari.

Secondo gli analisti di Npd, le ridotte barriere all'entrata del mondo digitale hanno spostato le attenzioni dei consumatori statunitensi verso questa categoria.

Npd pubblica alcuni dati anche per il mercato europeo, con riferimento alle tre nazioni in cui si registrano le maggiori vendite: Regno Unito, Francia e Germania. Il mercato dei noleggi e dell'usato in queste nazioni si attesta sui 300 milioni di dollari, mentre le vendite nel formato digitale sono di 959 milioni di dollari nel Q1 2012.

Numeri che hanno indotto Frank Gibeau, presidente di EA Label, a rilasciare delle interessanti dichiarazioni a proposito del mondo digitale. "Nel prossimo futuro ci concentremo sul mondo digitale, il momento sta arrivando", sono le parole usate da Gibeau in un'intervista a GamesIndustry. "Abbiamo delle prospettive molto chiare su questo mondo e siamo entusiasti della sua crescita. Il canale retail però è ancora molto importante per noi, e abbiamo tanti partner in quel settore. Allo stesso tempo, la cosa più importante è il rapporto con i giocatori".

"Se i giocatori sostengono che il miglior modo per ottenere un videogioco è la connessione digitale è lì che ci sposteremo. Il mondo digitale ci consente di fare delle cose molto interessanti dal punto di vista del servizio e possiamo essere molto più focalizzati intorno alle esigenze personali degli utenti".

"Electronic Arts è destinata a diventare una compagnia dedicata al 100% al mondo digitale", conclude Gibeau. "È inevitabile".

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Computerman03 Luglio 2012, 12:21 #1
Per come la vedo io...o fanno super offerte anche e soprattutto al D1 per il digitale rispetto allo scatolato...o non converrà mai per l'utente che, per quanto mettano i codici per giocare on-line a pagamento, ha sempre un bene "rivendibile", rispetto all'online.

Fare una politica dei prezzi aggressiva, al D1 sul digitale invece, comporterebbe più utenti, maggior guadagno per loro anche in chiave futura, dove l'usato sarebbe minimo e tutti sarebbero "costretti" a prendere il gioco online o in scatola
Kodert8904 Luglio 2012, 10:18 #2
Finche vendono il formato digitale allo stesso prezzo della scatola, senza contare che la scatola la puoi rivendere, non vedo perchè dovrei comprare il formato digitale.

Vanno bene per giochini che costano sotto i 10 euro.
SuperN1ubbo04 Luglio 2012, 22:10 #3
E' un'idea che non mi piace nemmeno un po'.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^