Valve: azione legale per l'impossibilità di rivendere il software su Steam

Valve: azione legale per l'impossibilità di rivendere il software su Steam

Un gruppo di difesa dei consumatori tedeschi minaccia di portare Valve in tribunale.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
Steam
 

La Verbraucherzentrale Bundesverband (VZBV) ha recentemente presentato un reclamo contro Valve al Tribunale costituzionale federale tedesco. È una conseguenza della decisione presa lo scorso anno dalla Corte di Giustizia Europea sulla questione della rivendita del software usato. Con tale sentenza, veniva stabilito che i consumatori hanno il diritto di rivendere il software acquistato nel formato digitale.

Secondo il reclamo della VZBV, Steam non offre ai giocatori un'opzione che consenta loro di rivendere i giochi che hanno comprato. Valve, pertanto, non si allinea, stando alla protesta, alla direttiva della Corte di Giustizia Europea.

"Non è fissata una data per il processo, ma da parte nostra speriamo sia entro la fine del 2013", ha detto Eva Hoffschulte, rappresentante della VZBV. "Da qui a quel momento, secondo noi, Valve non cambierà le sue politiche. Abbiamo buone possibilità di vincere il processo e questo costituirà un netto vantaggio per i consumatori".

Si è a lungo parlato sull'opportunità di inserire un sistema simile a quello di Steam anche nelle console di nuova generazione, bloccando di fatto il mercato dell'usato. Dopo una serie di annunci a favore e contro, alla fine, Xbox One e PlayStation 4 non adotteranno misure così nette per limitare la rivendita del software.

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco23 Luglio 2013, 13:36 #1
Ben fatta corte di giustizia europea!
Paganetor23 Luglio 2013, 13:57 #2
ovviamente se Steam ti tira dietro un gioco a 1.99 le fai causa perchéé non puoi rivenderlo, mentre se lo acquisti a 59.99 su supporto fisico allora tutto ok....

Certe volte mi domando se la gente abbia un po' di sale in zucca o cosa... evidentemente no!
ThePunisher23 Luglio 2013, 13:58 #3
Sveglia... Valve ha introdotto il sistema di Steam trading per arrivare poi a comprare\vendere anche i giochi usati nel mercato di Steam (e così si becca la % anche lì come nelle carte ogni volta che qualcuno compra o vende).

Alla fine è quello che vuole (stava solo studiando il modo per guadagnarci facendolo) ed è quello che vuole anche l'azione legale.

Prenderà due piccioni con una fava e la Valve farà i miliardi ancora una volta.
Quiro23 Luglio 2013, 13:59 #4
Io spero non vada in porto la cosa. Uno dei motivi per cui i prezzi sono bassi su Steam è proprio la questione del gioco usabile solo per l'account di acquisto.
In caso contrario penso si alzerebbero di molto i prezzi di vendita
ThePunisher23 Luglio 2013, 14:00 #5
Originariamente inviato da: Quiro
Io spero non vada in porto la cosa. Uno dei motivi per cui i prezzi sono bassi su Steam è proprio la questione del gioco usabile solo per l'account di acquisto.
In caso contrario penso si alzerebbero di molto i prezzi di vendita


Non si può andare contro al dio denaro...
UnicoPCMaster23 Luglio 2013, 14:01 #6
Originariamente inviato da: Paganetor
ovviamente se Steam ti tira dietro un gioco a 1.99 le fai causa perchéé non puoi rivenderlo, mentre se lo acquisti a 59.99 su supporto fisico allora tutto ok....

Certe volte mi domando se la gente abbia un po' di sale in zucca o cosa... evidentemente no!
Eh? Se è su supporto fisico e non è legato a steam (se lo è ti attacchi) puoi rivenderlo...
demon7723 Luglio 2013, 14:03 #7
Situazione tosta..
Io sono il primo ad essere felicissimo di comprare e vendere giochi usati.. ma bisogna vedere quanto martella la cosa nel business di steam..

Non è una situazione da "buoni buonissimi o cattivi cattivissimi".. e le regole di un cosa del genere vanno gestite con cura.

Per cercare di salvare capra e cavoli mi viene in mente sul subito una cosa o due.

- un gioco è vendibile come usato al massimo un TOT definito di volte (altrimenti ciao, il contenuto digitale è eterno e sempre nuovo, non è un oggetto reale).
- Valve ad ogni vendita di usato comunque si intasca una percentuale
- L'utente vendendo guadagna punti "steam" che nello store valgono come moneta corrente e possono essee usati come sconto su nuovi acquisti
Paganetor23 Luglio 2013, 14:06 #8
UnicoPCMaster, intendevo dire che se ti lasciano rivendere un DVD pagato 60 euro allora va tutto bene, mentre se ti fanno acquistare un gioco a un prezzaccio (ma che non puoi rivendere) allora ci sono quelli che si indignano perchè dell'1.99 vorrebbero poter recuperare 1 euro...
Gabro_8223 Luglio 2013, 14:10 #9
Non è un mio problema, non ho mai rivenduto un videogioco.
Secondo me il mercato dell'usato è più legato alle console.
JackZR23 Luglio 2013, 14:25 #10
Secondo me è semplicemente questione di logica e buon senso, se compro una cosa è mia e devo aver il diritto di poterla rivendere a prescindere da quanto l'ho pagata, impedirmelo va contro il diritto (costituzionale) di proprietà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^