Usa: più entrate nel settore videogiochi che nel cinema

Usa: più entrate nel settore videogiochi che nel cinema

I videogiochi vanno meglio del cinema sia se si prende in considerazione il box office che il mercato dei Dvd.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:12 nel canale Videogames
 
Con entrate pari a 18,85 miliardi di dollari nel 2007 e solamente negli Stati Uniti, il mercato dei videogiochi supera quello del cinema. Se si prende in considerazione il box office, e dunque le entrate dovute ai biglietti acquistati per vedere i film al cinema, il settore cinematografico registra entrate pari a 9,6 miliardi di dollari. Anche in questo caso si parla di entrate registrate nel 2007 negli Stati Uniti.

Ma non è su questo campo che è giusto fare un paragone tra i due settori, perché il costo di un singolo videogioco è di gran lunga superiore a quello della visione di un film al cinema. I videogiochi, d'altra parte, superano il cinema anche se si prendono in considerazione le entrate dovute al mercato dei Dvd.

In questo settore, infatti, si registrano entrate per 16 miliardi di dollari. Il confronto prende un'altra piega, invece, se si sommano le entrate del box office, della vendita e del noleggio dei Dvd, che nel 2007 negli Stati Uniti ammontano a 33 miliardi di dollari.

Fonte: Entertainment Merchants Association

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci02 Luglio 2008, 16:26 #1
Questi dati non stupiscono, i videogiochi vendono e le fasce d'età interessate maggiormente ormai vanno dai 5 ai 40 anni, gli anni '80 sono stati infatti quelli in cui si è iniziata a sviluppare una generazione di appassionati, molti dei quali continuano tutt'oggi a comprare videogiochi e tutto ciò che vi gira attorno, incluso il sottoscritto, le nuove generazioni sono abituate da tempo all'intrattetimento videoludico, dunque ormai il discorso riguarda padri e figli, con vendite consistenti.
Severnaya02 Luglio 2008, 16:26 #2
omg O_o!
Puddus02 Luglio 2008, 16:33 #3
Considerando che più passa il tempo e più la qualità dei videogames migliora. Esattamente il contrario di ciò che succede al cinema.
Una volta i film che valeva la pena guardare erano parecchi, c'è anche da dire che negli anni 80 c'erano Stallone, Shwarzenegger, Cruise, DeNiro, Pacino, Leslie Nilsen che erano nel periodo d'oro (assolutametne da includere Top Secret con Val Kilmer, il miglior film demenziale del mondo), ora invece non ci sono "top actor", IMHO
p4ever02 Luglio 2008, 16:41 #4
e io che pensavo che il settore ad avere più ENTRATE fosse il porno!
p4ever02 Luglio 2008, 16:48 #5
Originariamente inviato da: Puddus
(assolutametne da includere Top Secret con Val Kilmer, il miglior film demenziale del mondo)


e HOT SHOT con Charlie Sheen dove lo metti? fantastico...(anche se forse era già anni 90)

e cmq w il cinema anni 80...sigh....
cavallo_pazzo02 Luglio 2008, 16:51 #6
già, certi attori come harrison ford dei vecchi tempi o michael j fox nn esistono al giorno d'oggi
Fx02 Luglio 2008, 17:10 #7
concordo, l'impressione è che oggi, in nome del commerciale a tutti i costi, nella realizzazione di un film, una serie televisiva o una canzone si parta non dall'ispirazione artistica ma dalle analisi di mercato: quello piace e allora va fatto quello, e va fatto nel modo in cui viene chiesto. le piccole variazioni sul tema vanno bene solo se sono funzionali al successo di mercato, e quindi a compiacere gli azionisti della società cinematografica.

il limite di questo approccio è che la massa non ha i colpi di genio dei geni. solo che i colpi di genio sono dei rischi, e all'azionariato i rischi fanno male al cuore. la conseguenza: il piattume più totale.

20 anni fa c'erano film che facevano epoca (tra cui alcuni di fantascienza, genere oggi se non estinto in condizioni pietose), c'erano dei gruppi musicali da far spavento, c'erano delle serie tv eccezionali.

oggi ci sono i simpson, il resto è merda.
gimenez7502 Luglio 2008, 17:11 #8

La qualità migliora??

Non sono d'accordo: la qualità dei videogiochi secondo me peggiora col tempo. Tutti i videogiochi sono ormai prodotti per le masse, troppo semplificati per piacere a tutti e appiattiti verso pochi standard di cui ormai si sa che sono redditizi. Poco spazio all'innovazione e ai generi di nicchia.

E' una grossa differenza rispetto al cinema. Un film infatti si può anche fare con pochi mezzi e questo fa sì che accanto a produzioni titaniche di film per le masse esistano film fatti con pochi mezzi da registi indipendenti che possono permettersi di fare ciò che vogliono.

Un giorno in cui esisteranno tool di pubblico dominio, semplici, per fare videogiochi di qualità decente, vedremo una rinascita del videogioco di qualità.

Tutto IMHO...

P.S. naturalmente non parlo di qualità strettamente tecnica (grafica etc), quella è naturalmente cresciuta

rmarango02 Luglio 2008, 17:14 #9
E' bene specificare che la netta maggioranza dei videogiochi venduti e' per il mercato console..., il p.c. e' come al solito il fanalino di coda per noti motivi.
Kasanova02 Luglio 2008, 17:21 #10
Aspettate... Concordo nel dire che Top Secret sia un filmone (la scena al contrario è semplicemente magnifica) e che oggi abbiamo solo l'ombra di attori come De Niro, Al Pacino... ma non sono affatto concorde nel dire che non ci sono più film belli. Magari i capolavori si contano ormai sulla punta delle dita, ma di film validi ne ho visti parecchi negli anni 2000.
Quello che apprezzo è che l'intrattenimento visivo e "passivo" dei film sta perdendo colpi sotto quello più attivo e creativo dei videogames. Meglio "vivere" la storia che osservarla come semplice spettatore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^