UE e videogiochi: continuano i lavori

UE e videogiochi: continuano i lavori

Il Commissario Europeo Franco Frattini ha indetto un convegno per l'unificazione a livello comunitario dei sistemi di censura dei videogiochi.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:36 nel canale Videogames
 
Un convegno di due giorni si terrà a Dresda, in Germania. Motivo del dibattere? Proprio la violenza nei videogiochi, argomento di forte attualità anche in ambito politico in seguito alle polemiche scatenate da Rule of Rose in Italia e da diversi giochi XBox 360 in Germania.

Franco Frattini, Commissario Europeo alla Giustizia, Libertà e Sicurezza, aveva già annunciato che l'Unione Europea avrebbe ratificato una legge per regolamentare le procedure di censura per i videogiochi violenti. Si punta contemporaneamente all'inasprimento delle sanzioni per i commercianti che vendono ai minori i videogiochi vietati e all'innalzamento dell'età minima necessaria per l'acquisto di videogiochi. Secondo Frattini "la protezione dei bambini non deve avere confini".

Al convegno partecipano, tra gli altri, i ministri tedeschi Wolfgang Schaeuble e Brigitte Zypris, rispettivamente ministro degli interni e ministro della giustizia. Luc Frieden, ministro della giustizia del Lussemburgo, rende nota la sua posizione: "l'accesso dei bambini ai videogiochi dovrebbe essere impedito. Alcuni giochi devono essere vietati".

"Dobbiamo aumentare la consapevolezza del problema e anche incrementare e incoraggiare le misure da prendere da parte delle autorità di polizia, soprattutto nella verifica dell'identità dei minori", sostiene Franco Frattini.

La Germania, che attualmente esercita la presidenza di turno al Consiglio dell'Unione Europea, intende consultarsi con Stati Uniti, Giappone e Russia in modo da adottare delle misure su scala internazionale per arginare il problema.

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
KinKlod20 Gennaio 2007, 10:05 #1
La Santa Inquisizione è riunita, che la caccia alle streghe abbia inizio.
Therinai20 Gennaio 2007, 10:19 #2
La Germania, che attualmente esercita la presidenza di turno al Consiglio dell'Unione Europea, intende consultarsi con Stati Uniti, Giappone e Russia in modo da adottare delle misure su scala internazionale per arginare il problema.

Si e cos'è! Il G8 riunito per parlare di videogiochi?
QMatteoQ20 Gennaio 2007, 10:41 #3
Beh, ma finchè le discussioni sono su questo tono, sono perfettamente d'accordo. E' giusto che giochi ideati e pensati per adulti non finiscano nelle mani dei bambini, così come non porterei mai un mio ipotetico figlio di 8 anni a vedere un film come Apocalypto. L'importante è che non si parli di censura o di vietare la vendita a tutti, impedendo la fruizione del prodotto a chi invece possiede tutti i requisiti per giocare a quel determinato videogioco.
demon7720 Gennaio 2007, 11:46 #4

che tristezza..

scusate ma lo sfogo qui ci vuole:
Frattini mi fa veramente ridere...

1) Si fa bello per aver spento un mozzicone di sigaretta mentre dietro di lui bruca una raffineria: sto parlando di internet, porno, film ed immagini violente OVUNQUE, sai che ridere aver censurato quattro videogiochi..

2) Puoi fare tutte le sanzioni che vuoi ma tanto un bambinetto scarica dal mulo in modo perfettamente illegale ciò che vuole.. se poi un videogioco è pure vietato diventa ancora più gustoso!

Mi chiedo come farà il nostro super eroe a fermare tutto questo..
Ciny220 Gennaio 2007, 12:24 #5
c'è già il Pegi, ma si è già detto i bimbi (non i minori...parlo di BAMBINI) se li giocano lo stesso... in questo caso bisogna vedere se realmente a tutti i BAMBINI fa effetti devastanti come propagandano.

Cmq se vogliono fare in modo di impedire la vendita hai BAMBINI ok... nel senso che il venditore dice: "non te lo posso vendere perchè sei bla bla bla..." ma se poi per i BAMBINI mi tagliuzzano giochi anche se hanno il bollino +18 oppure impediscono l'arrivo del gioco e pure l'importazione, il sottoscritto s'incazza se permettete la parola.
Ciminiera20 Gennaio 2007, 12:28 #6
Oh io Apocalypto l'ho visto, mi aspettavo quasi uno splatter a giudicare dalle prese di posizione.
In realtà film come il signore degli anelli e rambo sono più violenti.
stop8120 Gennaio 2007, 12:42 #7
Sono il primo che giudica corretto proteggere i minori ma l'altro ieri quando hanno dato questa notizia al TG delle 20 hanno anche detto che chiederanno agli sviluppatori di giochi di controllare o tagliare i contenuti e scusatemi ma QUESTO E' SBAGLIATO

Scusate i caps ma quando ce vò ce vò
Stargazer20 Gennaio 2007, 12:43 #8
Originariamente inviato da: demon77
scusate ma lo sfogo qui ci vuole:
Frattini mi fa veramente ridere...

1) Si fa bello per aver spento un mozzicone di sigaretta mentre dietro di lui bruca una raffineria: sto parlando di internet, porno, film ed immagini violente OVUNQUE, sai che ridere aver censurato quattro videogiochi..

2) Puoi fare tutte le sanzioni che vuoi ma tanto un bambinetto scarica dal mulo in modo perfettamente illegale ciò che vuole.. se poi un videogioco è pure vietato diventa ancora più gustoso!

Mi chiedo come farà il nostro super eroe a fermare tutto questo..

La cosa ancor più buffa come si danno da fare quelli di fi per mettertela nel cu#o per accapparrarsi una fetta di voti (i genitori in questo caso)

magari poi dicono è colpa della sinistra

http://it.wikipedia.org/wiki/Franco_Frattini
peccato la gente non sappia usare internet
pikkoz20 Gennaio 2007, 12:47 #9
Luc Frieden, ministro della giustizia del Lussemburgo, rende nota la sua posizione: "l'accesso dei bambini ai videogiochi dovrebbe essere impedito. Alcuni giochi devono essere vietati".


Certo perchè tutt'oggi il rating della Pegi è tutt'ora uno scherzo?
Se gli attuali videogiochi V.M. 18 sono venduti a bambini, non penso sia colpa di una carenza di leggi (che ci sono) quanto di venditori che devono essere istruiti e prestare attenzione ,stessa cosa vale anche i genitori.
vaio-man20 Gennaio 2007, 12:59 #10
il sistema perfetto? un sistema di censura automatico all'interno della console, si imposta una password e pierino non può far partire la collezzione di giochi ultra-violenti del pappà, poi quando il pappone torna a casa inserisce la password e gioca a quello che vuole

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^