Ubisoft si espande nel segmento free-to-play

Ubisoft si espande nel segmento free-to-play

Il CEO Yves Guillemot annuncia l'acquisizione di Owlient, team francese specializzato nella gestione di titoli online e nell'amministrazione delle community.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 12:29 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Ubisoft ha annunciato l'acquisizione del team di sviluppo Owlient, impegnato nella produzione di titoli free-to-play. L'azienda fornirà quindi la propria esperienza nella gestione di community online, oltre ad introdurre il proprio brand Howrse all'interno della line up di Ubisoft.

Fondata in quel di Parigi nel 2005, Owlient si è distinta per la propria abilità nello sviluppo delle tecniche e della tecnologia necessarie a gestire titoli online.

"Siamo lieti di dare il benvenuto al talentuoso team di Owlient in Ubisoft. Negli ultimi cinque anni hanno creato un'architettura dedicata alla distribuzione e monetizzazione di giochi sotto forma di servizio, oltre ad aver sviluppato capacità di attrarre e conservare le community online", ha commentato Yves Guillemot, CEO di Ubisoft.

"Questa acquisizione rappresenta il passo successivo nell'accelerazione della strategia free-to-play di Ubisoft, in seguito al lancio dello scorso anno di The Settlers Online, CSI Crime City e Heroes Kingdom, così come al recente esordio della beta riguardante il nostro ambizioso Tom Clancy's Ghost Recon Online".

Recentemente la compagnia francese ha acquisito anche Massive Entertainment, Nadeo e Quazal, sempre con lo specifico obiettivo di migliorare la propria infrastruttura per quello che riguarda i modelli di business online.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
uncletoma18 Luglio 2011, 14:12 #1
E tra freemium (AoC, LOTRO, D&DO), frre2play falsi ma pay2win veri (Allod's Online), free2play reali (nei limiti, devono pur pagare i dipendenti. Come esempio ci metto Eden Ethernal) il neofita non capisce più nulla e, rtalvolta, si rifugia sugli shard gratuiti di UO, DAoC, L2, Aion, eccetera.
Se uno guarda la lista titoli F2P (dove ci sono tutte le tipologie di gioco "gratuito" si spaventa:
http://www.mmorpg.com/gamelist.cfm/...ORPG-Games.html
Non capisco perché i publisher non riescano a comprendere che il mercato è dannatamente saturo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^