Ubisoft rimuove il DRM di Anno 2070 che chiedeva la riattivazione a ogni cambio di GPU

Ubisoft rimuove il DRM di Anno 2070 che chiedeva la riattivazione a ogni cambio di GPU

Lo sviluppatore Blue Byte fa sapere che è stato modificato il sistema di protezione anti-pirateria dopo la segnalazione di un sito che realizza recensioni sulle performance.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:21 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Un DRM che considera nuovo un PC a cui si cambia la scheda video. È l'ultima trovata di Ubisoft in fatto di DRM: nel momento in cui si cambiava la scheda video, infatti, il software richiedeva una nuova installazione di Anno 2070 e, pertanto, un'ulteriore attivazione. Superato il numero massimo di tre attivazioni consentite, non sarebbe più stato possibile utilizzare quella copia del gioco.

Anno 2070

Fortunatamente, Ubisoft è prontamente intervenuta e, attraverso lo sviluppatore del gioco Blue Byte, fa sapere: "Abbiamo rimosso l'hardware grafico dall'hash usato per identificare il PC. Adesso chiunque può cambiare la scheda video quante volte vuole".

L'inconveniente è stato segnalato da Guru3D, che denunciava l'impossibilità di realizzare una recensione comparativa sulle performance del gioco tra diverse GPU. Dopo la rimozione del DRM, Guru3D ha subito pubblicato la sua recensione.

Ubisoft non è nuova a invadenti DRM che impiega per proteggere il suo software per PC dalla pirateria. Sembra che stia progressivamente abbandonando il controverso sistema che richiedeva la connessione a internet permanente, con un netto passo avanti costituto da Assassin's Creed Revelations. La mossa successiva, invece, riguarda la produzione di un intero gioco multiplayer online, ovvero Ghost Recon Online.

Per i dettagli sulle caratteristiche di gioco di Anno 2070 fate riferimento a questo indirizzo.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Beltra.it23 Gennaio 2012, 21:52 #1
ma quindi.. se IO ho più di 3 pc in famiglia e esigo di installarlo su tutti non posso?.... ubisoft si dimostra essere sempre la peggiore.. non c'è che dire.
jagemal23 Gennaio 2012, 22:32 #2
domanda .. ma sta politica li sta ripagando ??
io non compro un titolo Ubisoft dai tempi di FarCry che pretendeva io disinstallassi tutti i software di virtualizzazione di unità ottiche

titolo che tra l'altro rispedii al rivenditore in meno di 24h
D4N!3L323 Gennaio 2012, 22:51 #3
Ma chi è che pensa questi sistemi assurdi? Cioè ma non si rendono conto che tanto devono disattivarli dopo come ogni volta son costretti a fare?
DerRichter23 Gennaio 2012, 22:59 #4
Forse non hanno ancora capito che il DRM alla lunga incentiva la pirateria...
ndrmcchtt49124 Gennaio 2012, 09:18 #5
Forse non hanno capito che i loro giochi fanno sempre più pietà...
iorfader24 Gennaio 2012, 09:30 #6
ste protezioni sono pensate male, non si può pensare che una persona non formatti mai, ci sono periodi dove formatto una volta al mese o anche + spesso, e questo dopo 3 format mi costringe a comprare il gioco nuovo
Glasses24 Gennaio 2012, 09:48 #7
Originariamente inviato da: jagemal
domanda .. ma sta politica li sta ripagando ??




li sta ripagando a dovere

http://www.pcgamer.com/2011/10/07/o...eath-of-reason/
Mde7924 Gennaio 2012, 11:19 #8
Originariamente inviato da: iorfader
ste protezioni sono pensate male, non si può pensare che una persona non formatti mai, ci sono periodi dove formatto una volta al mese o anche + spesso, e questo dopo 3 format mi costringe a comprare il gioco nuovo


No il format non richiede una nuova attivazione perchè quando fa l'hash dei componenti presenti a sistema dovrebbe venir fuori lo stesso valore.
Il problema è che però se usi pc diversi o cambi qualche pezzo rischi di non poterci giocare più.
loscamos24 Gennaio 2012, 12:11 #9
ubi sta esagerando con ste cose...
roccia123424 Gennaio 2012, 12:26 #10
Ma quando capiranno che queste cose servono solo ed esclusivamente a rompere le scatole a chi acquista il gioco?

i pirati usano le crack e bye bye protezioni...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^