Ubisoft: Ghost Recon Wildlands ha il potenziale per essere un titolo rivoluzionario

Ubisoft: Ghost Recon Wildlands ha il potenziale per essere un titolo rivoluzionario

Il CEO Yves Guillemot è entusiasta del progetto. Nel prossimo trimestre ci saranno dei beta test.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 09:31 nel canale Videogames
 

Nel corso della conferenza relativa ai risultati finanziari di Ubisoft, il CEO Yves Guillemot ha rilasciato alcune impressioni su Ghost Recon Wildlands, nuovo capitolo in lavorazione presso Ubisoft Parigi. Secondo il dirigente francese il gioco ha tutte le potenzialità per diventare un prodotto rivoluzionario.

“Il suo potenziale va al di là del pubblico tradizionale che ha contraddistinto la serie, ed è una cosa molto importante. Recentemente abbiamo condotto dei test tecnici con diecimila giocatori. Sono andati bene e lo sviluppo del gioco sta proseguendo secondo i piani per l’uscita nel mese di marzo. Wildlands potrà fare affidamento su una community di oltre venti milioni di utenti registrati che hanno preso parte a Rainbow Six Siege o The Division negli ultimi undici mesi”, spiega Guillemot, aggiungendo che i feedback ricevuti da chi ha provato il gioco sono ottimi.

Nome immagine

“I feedback che abbiamo ricevuto su Ghost Recon sono eccellenti. Intravediamo un titolo potenzialmente rivoluzionario. In realtà, volendo fare un confronto con The Division lo scorso anno, la situazione è analoga. Abbiamo in programma di realizzare un’open beta nel prossimo trimestre e una closed beta che aiuterà i giocatori a conoscere le caratteristiche del gioco, e siamo sicuri che sarà capace di esaltare parecchio i giocatori”.

Ghost Recon Wildlands sarà giocabile sia in single-player che in cooperativa in compagnia di altri tre giocatori, dando la possibilità di decidere il tipo di approccio da utilizzare per il completamento delle missioni. La Bolivia di Wildlands è una terra in mano ai signori del traffico della droga, i quali dispongono di veri e propri eserciti. I quattro giocatori che agiscono in co-op devono coprire mappe di gioco molto ampie e sfruttare foreste, montagne innevate e deserti, così come gli altri elementi dello scenario, per nascondersi alla vista del nemico e organizzare delle tattiche di aggiramento. Trattandosi di in un mondo di gioco così ampio, Wildlands prevede la presenza di villaggi abitati da personaggi non giocanti gestiti in maniera indipendente rispetto all'operato del giocatore.

Il lancio di Ghost Recon Wildlands è previsto per il 7 marzo su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Titanox205 Novembre 2016, 09:50 #1
certo, come no
nickname8805 Novembre 2016, 10:04 #2
Da quello che vedo ha anche il potenziale per essere un mattone ingiocabile.
Portocala05 Novembre 2016, 10:06 #3
Poi leggi "Ubisoft" e capisci che è un pesce d'aprile.
D4N!3L305 Novembre 2016, 10:52 #4
Bello parlare di potenzialità, è come quando ti vendono un abbonamento a internet fino a....

Io ho le potenzialità per essere Babbo Natale.

E ora per piacere torniamo a parlare di aria fritta che è meglio...
D.A.r.k.05 Novembre 2016, 13:14 #5
Bello sembra bello, grandi spunti tattici e quant'altro ma definirlo rivoluzionario mi pare un'esagerazione.
Onward è rivoluzionario anche se di nicchia.
*Pegasus-DVD*05 Novembre 2016, 15:42 #6
mioooooooooooooooo
sertopica06 Novembre 2016, 16:04 #7
Potenzialmente tutto e' possibile.
Cfranco06 Novembre 2016, 17:07 #8
L' unico commento che mi viene in mente :
"Ubisoft"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^