Ubisoft: c'è ancora spazio per un Ghost Recon vecchio stile

Ubisoft: c'è ancora spazio per un Ghost Recon vecchio stile

Yann Suquet, executive producer di Ghost Recon: Future Soldier, vorrebbe rivedere sul mercato un gioco 'estremo'. Ma le aziende devono fare i conti con le vendite.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 16:01 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Nonostante il mercato odierno lasci meno spazio a titoli di nicchia, potrebbe ancora esserci spazio per un Ghost Recon vecchio stile. A dichiararlo è stato Yann Suquet, associate producer di Ghost Recon: Future Soldier.

Il prossimo capitolo della serie sfrutterà gli elementi stealth che hanno caratterizzato il brand in passato, pur non proponendo il realismo e la complessità che caratterizzava gli albori della serie.

"Penso che ci sia ancora mercato per questi prodotti, ma si tratta solo di capire quanto si intende investire nel gioco. Lo sviluppo è un business. E' brutto da dire... è incentrato sui contenuti, sull'esperienza, ma anche sui soldi".

"Non voglio rovinare i sogni dei vostri lettori o della nostra audience. Penso ci sia mercato per questo tipo di gioco, ma la questione primaria riguarda le sue dimensioni e quanto si può essere disposti a investire. Io lo giocherei".

Secondo Suquet il punto cruciale - che poi se vogliamo è anche il più scontato - è rappresentato dalla ricerca di un publisher o di un team di sviluppo che voglia sobbarcarsi un rischio così elevato, per un titolo che tuttavia rischia di essere destinato a vendere un numero di copie limitato.

"Qualora abbiate da parte 20 milioni di dollari e pensiate 'Hey certo, voglio creare un gioco in cui basta un solo colpo per morire', potreste creare un'esperienza fantastica e sperare che venda. Potreste. Potrebbe rivelarsi un fallimento completo, ma la gente direbbe 'E' fantastico! Era un gioco stupendo! Era un capolavoro!'".

Vi ricordiamo che Ghost Recon: Future Soldier verrà pubblicato su Xbox 360 e PlayStation 3 il 25 maggio. L'edizione PC è prevista in un secondo tempo.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gildo8827 Gennaio 2012, 17:56 #1
Ogni parola della Ubisoft è una colossale presa in giro. Che tacciano una buona volta, al posto di andare in giro a dire idiozie.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^