The Order 1886: nuovi dettagli rivelati

The Order 1886: nuovi dettagli rivelati

Nell'ultimo numero di GameInformer sono stati rivelati nuovi interessanti dettagli sul prossimo gioco di Ready at Dawn.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
 

Sviluppato da Ready at Dawn, la software house fondata da Andrea Pessino, The Order 1886 è basato su una nuova tecnologia che trae vantaggio dalle capacità hardware di PlayStation 4. Come è emerso al GamesCom, si tratta di uno sparatutto in terza persona ambientato in una realtà alternativa che mescola elementi della Londra vittoriana a tecnologie moderne, mostri mitologici e personaggi storici realmente esistiti.

The Order 1886

Secondo gli ultimi dettagli emersi su GameInformer, e riportati da Cvg, per Ready at Dawn conta molto la componente cinematografica, visto che lo studio cercherà di utilizzare le riprese in modo da catturare la sensazione di "organico". La sceneggiatura di The Order 1886 è stata scritta da Ru Weerasriya, dirigente di Ready at Daw, e da Kirk Ellis, sceneggiatore di John Adams.

Il gioco si avvarrà di una nuova fisica soft-body, il che significa che i modelli poligonali reagiranno dinamicamente alle forze esterne. Questo tipo di fisica consente di avere, ad esempio, la deformazione in tempo reale di barre metalliche in funzione di una potente forza magnetica.

La storia sfiora vari generi, dal fantasy alla fantascienza, per finire con la mitologia, mentre Ready at Dawn intende porre particolare enfasi sulla creazione di un mondo molto ricco di dettagli. Centinaia di anni prima dell'inizio delle vicende raccontate l'umanità si divide in due gruppi. Il più piccolo dei due è composto da persone "geneticamente diverse", che assumono tratti bestiali e vengono chiamate "mezzosangue". Secoli dopo, un uomo di nome Artù riunisce un gruppo di individui e forma una sorta di controparte dei Cavalieri della Tavola Rotonda, ordine con il quale intende difendere l'umanità combattendo i mezzosangue. Anche da questo punto di vista, dunque, si tratta di una visione alternativa del già esistente mito di Re Artù.

L'ordine scopre, inoltre, una sostanza chiamata Black Water che permette ai membri dell'ordine di vivere più a lungo e di curare le ferite. Ma Black Water rallenta anche l'invecchiamento, il che consente ai membri dell'ordine di proseguire la lunghissima guerra nel corso delle epoche. Nel diciannovesimo secolo, i mutanti stanno vincendo la guerra, ma le nuove tecnologie, come i dirigibili, i sistemi di comunicazione e le immagini termiche, danno rinnovata fiducia all'essere umano. Vengono inventate nuove armi, che permettono agli umani di sprigionare nuvole di termiti o fulmini.

Quanto al gemeplay, abbiamo un'impostazione tipica per uno sparatutto in prima persona, con il personaggio che è in grado di spostarsi di copertura in copertura. Il giocatore potrà usare anche dei gadget, mentre i combattimenti ravvicinati sono gestiti tramite quick time events. Sarà anche possibile utilizzare la Black Water per curare i membri del gruppo durante i combattimenti.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Raghnar-The coWolf-10 Ottobre 2013, 09:10 #1
Un pastone tremendo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^