Take-Two: i nostri titoli di punta non diventeranno mai a cadenza annuale

Take-Two: i nostri titoli di punta non diventeranno mai a cadenza annuale

Il CEO Strauss Zelnick ha spiegato che la sua azienda non prenderebbe mai in considerazione la politica adottata da Activision con Call of Duty.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:33 nel canale Videogames
ActivisionCall of Duty
 

Take-Two non ha intenzione di rendere annnuali i suoi franchise più importanti, come Grand Theft Auto, Red Dead Redemption o Max Payne. I vertici dell’azienda ritengono infatti che questa soluzione non costituisca un approccio vincente e conduca ad una diminuzione della domanda da parte dei consumatori.

“Vorrei far presente che dire alla gente ‘realizzate un titolo di alto profilo che imposti gli standard del mercato e fatelo ogni anno’ non solo non sarebbe realistico, ma si correrebbe il rischio di prendere un franchise davvero speciale e sminuirlo”, ha dichiarato Strauss Zelnick, CEO di Take-Two Interactive, nel corso della Credit Suisse Technology Conference.

“Questa non è una compagnia di piccole dimensioni, è un’azienda che produce più titoli. Anche se sicuramente ci farebbe piacere limitare alcuni degli slittamenti che avvengono nella nostra attività e comprimere le finestre di lancio di alcune nostre produzioni, la soluzione adeguata non è costituita dal far uscire ogni titolo più di frequente e col medesimo livello qualitativo. La soluzione è diversificare l’offerta con un numero più ampio di titoli, accrescere il livello qualitativo di tutti quanti e pubblicare più prodotti di primo piano”.

Zelnick si complimentato con Activision per il successo ottenuto con Call of Duty, ma ha poi aggiunto che con questa politica i publisher rischiano di far perdere appeal ai loro prodotti.

“Activision ha compiuto un lavoro terrificante assoldando due team e riuscendo a mettere sul mercato un prodotto d’alta qualità. E’ un nostro punto di vista: se si desidera che una proprietà intellettuale duri, in questa circostanza si corre il rischio che l’apprezzamento dei consumatori nei confronti del franchise diminuisca. Ovviamente Activision la pensa diversamente. Nutro enorme rispetto per Bobby Kotick e per il team. Si tratta di un approccio diverso dal nostro”.

Vi ricordiamo che Grand Theft Auto V è atteso su Xbox 360 e PS3 per la prossima primavera.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
shura29 Novembre 2012, 09:49 #1
I vertici dell’azienda ritengono infatti che questa soluzione non costituisca un approccio vincente e conduca ad una diminuzione della domanda da parte dei consumatori.


diteglielo a CoD che fa record di vendite da tutta la generazione di console attuale
.:Sephiroth:.29 Novembre 2012, 11:02 #2
Originariamente inviato da: shura
diteglielo a CoD che fa record di vendite da tutta la generazione di console attuale


a me personalmente ha stancato...a partire da mw2 nn nutro più alcun interesse in questa serie, nn so nemmeno se è uscito black ops 2..e pensare che prima il nome cod era un "must-buy" ora è un "must-avoid" xD

apprezzo invece come la pensano quelli dei take two, se dovessero produrre un gta ogni anno sarebbe talmente limitato che chiamarlo gta diverrebbe un insulto..
mau.c29 Novembre 2012, 11:18 #3
tenendo a parte i DLC ovviamente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^