Take-Two esprime scetticismo nei confronti di Call of Duty Elite

Take-Two esprime scetticismo nei confronti di Call of Duty Elite

Il CEO Strauss Zelnick è contrario ai brand aggiornati a cadenza annuale. Secondo il suo punto di vista uno dei principali rischi è quello di stancare l'utenza e allontanarla.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:40 nel canale Videogames
Call of Duty
 

Nella giornata di ieri il CEO di Take-Two, Strauss Zelnick, è intervenuto in occasione della UBS Media and Communications Conference, offrendo agli investitori alcuni dati finanziari riguardanti la compagnia. Successivamente alla presentazione Zelnick ha tenuto anche una breve conferenza stampa, spiegando quelle che sono le differenze fondamentali tra Take-Two e Activision per quello che riguarda la gestione di un brand.

Nello specifico ha fatto sapere che Gran Theft Auto V non verrà mai munito di un servizio che preveda la sottoscrizione. Ad una specifica domanda in merito a Call of Duty Elite, il leader di Take-Two è stato particolarmente esplicito:

"Non posso dire se sia importante. Francamente sono abbastanza scettico", ha commentato. "Sospetto che si desideri un'esperienza diversa sul grande schermo, rispetto a quanto ci si aspetta sul piccolo schermo o ancora sul display di un dispositivo mobile, poichè li sfruttiamo in momenti diversi e di conseguenza hanno anche significati differenti. Sono convinto che una proprietà intellettuale possa farsi largo, ma solo se è davvero di elevata qualità".

La principale critica ha riguardato una cattiva abitudine di alcuni publisher, ovvero la proposizione di determinati titoli a cadenza annuale, senza che in realtà se ne senta veramente il bisogno.

"Se inizi a pubblicare questi prodotti su base annuale, non riteniamo che questo sistema possa garantire risultati di elevata qualità. Decidendo di offrire ai consumatori qualcosa ogni anno, come se di trattasse di un meccanismo a orologeria, c'è la possibilità concreta che finiscano con l'annoiarsi".

Zelnick ha inoltre parlato dell'approccio del publisher a quella che è la distribuzione digitale, facendo presente che i prodotti in versione retail rappresentano il 90% del business della sua azienda. Una dinamica che si sposa alla perfezione con quelle che sono le esigenze concrete espresse dai fan e dall'utenza in genere.

Nel corso dell'evento sono stati anche forniti i dati di vendita relativi ai vari franchise:

  • Grand Theft Auto - 117 milioni
  • Grand Theft Auto IV (individualmente) - 23 milioni
  • Red Dead - 13 milioni
  • Red Dead Redemption: Undead Nightmare (individualmente) - 2 milioni
  • LA Noire - 4 milioni
  • Midnight Club Racing - 19 milioni
  • BioShock - 9 milioni
  • Civilization - 11 milioni
  • Mafia - 5 milioni
  • Borderlands - 5 milioni
  • NBA 2K - 18 milioni
  • NBA 2K11 (individualmente) - 5.5 milioni
  • Carnival Games - 8 milioni

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
flyningeagle15 Dicembre 2011, 09:32 #1
Call of Duty Elite penso che sia una idea pessima

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^