Take Two differisce la distribuzione di Manhunt 2

Take Two differisce la distribuzione di Manhunt 2

Nuova pagina della vicenda Manhunt 2: Take Two ha deciso di non distribuire il videogioco la cui pubblicazione è stata bloccata nel Regno Unito, in Irlanda, in Italia e nel Nord America.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:28 nel canale Videogames
 
In seguito alle posizioni prese dagli organismi di classificazione e censura di Regno Unito, Irlanda e Nord America e al blocco della commercializzazione in Italia, Take Two ha preso la decisione di differire la distribuzione di Manhunt 2. Il rilascio del gioco era inizialmente previsto il 10 luglio nei territori anglosassoni e il 13 luglio in Italia.

"Take Two Interactive Software ha temporaneamente sospeso i piani di distribuzione di Manhunt 2 nei formati Wii e PlayStation, mentre considera le proprie opzioni nei confronti delle decisioni prese dagli organismi BBFC e ESRB", riporta il comunicato ufficiale del distributore. "Continueremo a curare questo straordinario gioco. Crediamo nella libertà della creativa espressione, così come nel dovere di praticare un marketing responsabile: entrambi sono elementi fondamentali nel nostro settore".

Il presidente di Take Two, Strauss Zelnick, aveva dichiarato alla BBC: "Rockstar Games ha creato un gioco che rientra nel genere horror, per cui tutti i suoi elementi sono stati pensati per appartenere a questa categoria. Si tratta di un prodotto di intrattenimento interattivo unico e di qualità cinematografica. E' artistico".

Nei giorni scorsi, Manhunt 2 veniva censurato anche in Irlanda dall'organismo locale Irish Film Censor's Offices. Ecco la motivazione: "IFCO riconosce che in certi film, DVD e videogiochi possa essere giustificabile una forte violenza visiva all'interno del contesto del prodotto. Tuttavia, nel caso di Manhunt 2, IFCO crede che non ci sia alcun contesto inteso in questo senso e che il livello di rozzezza, inflessibilità e di violenza gratuita sia inaccettabile".

Ulteriori dettagli sul caso Manhunt 2 sono reperibili qui e qui.

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Puddus22 Giugno 2007, 13:42 #1
Alla fine tutto 'sto polverone mi ha icuriosito.
Non esistono in rete trailer del gioco?
Giusto per capire quanto sia "scandaloso"...
Motosauro22 Giugno 2007, 13:42 #2
Così lo rilasciano questo autunno, dopo un po' di tempo in più per il beta-testing e venderà uno sfracello di copie grazie a questa pubblicità.

Io però continuo a non credere che questa pubblicità sia gratuita.
Viene troppo comodo e troppo a fagiolo (normalmente queste cose scoppiano pochi giorni DOPO la distribuzione)
Bluknigth22 Giugno 2007, 13:43 #3
Non voglio rientrare nella polemica di ieri su giusto o sbagliato sia censurare questo gioco.

Voglio solo fare un appunto.

Dietro l' "ARTE" ultimamente si nascondono troppe schifezze...

Almeno avessero il coraggio di dire:
"Siamo in una società dove sesso e violenza fanno vendere, e più ce n'è più si incassa".

Non sarà politicamente corretto, ma almeno non è digustosamente ipocrita.

Come l'ultima trovata di due "artiste" italiane che hanno pensato bene di mettere un water che cantava l'Inno di Mameli e alla fine di ogni strofa faceva partire lo sciquone... Io le avrei giustiziate per vilipendio alla Bandiera, ma è "arte"....
Motosauro22 Giugno 2007, 13:44 #4
Originariamente inviato da: Puddus
Alla fine tutto 'sto polverone mi ha icuriosito.
Non esistono in rete trailer del gioco?
Giusto per capire quanto sia "scandaloso"...


Appunto ....



C'è un sito del gioco, vari trailers (ad es. su IGN) e io (da quello che ho visto) lo trovo ributtante.
Forse hanno scelto male le sequenze dei trailers.
almus!22 Giugno 2007, 13:46 #5
io non mi lamento degli acquirenti...ma dei programmatori. gente così va rinchiusa.

e poi la nintendo è ipocrita. prima tira avanti la menata dei giochi per tutti e pubblicizza zelda, mario e compagnia bella e poi pubblica manhunt.
Motosauro22 Giugno 2007, 13:47 #6
Originariamente inviato da: Bluknigth
Non voglio rientrare nella polemica di ieri su giusto o sbagliato sia censurare questo gioco.

Voglio solo fare un appunto.

Dietro l' "ARTE" ultimamente si nascondono troppe schifezze...

Almeno avessero il coraggio di dire:
"Siamo in una società dove sesso e violenza fanno vendere, e più ce n'è più si incassa".

Non sarà politicamente corretto, ma almeno non è digustosamente ipocrita.

Come l'ultima trovata di due "artiste" italiane che hanno pensato bene di mettere un water che cantava l'Inno di Mameli e alla fine di ogni strofa faceva partire lo sciquone... Io le avrei giustiziate per vilipendio alla Bandiera, ma è "arte"....

L'installazione di goldechiari al Museion di Bolzano mi pare che sia stata sequestrata e che le due autrici siano indagate per vilipendio alla bandiera.
Non ho seguito molto la cosa....
ilmaestro7622 Giugno 2007, 13:48 #7
vabbe' , a parte tutto sto polverone, ma il rpimo episodio non era di certo un capolavoro...
Motosauro22 Giugno 2007, 13:49 #8
Originariamente inviato da: almus!
io non mi lamento degli acquirenti...ma dei programmatori. gente così va rinchiusa.

e poi la nintendo è ipocrita. prima tira avanti la menata dei giochi per tutti e pubblicizza zelda, mario e compagnia bella e poi pubblica manhunt.


Non sarebbe pubblicato da Nintendo e poi non te la prendere coi poveri programmatori. Casomai prenditela con lo/gli sceneggiatori
MaerliN22 Giugno 2007, 13:55 #9
Ma tutto questo "proibizionismo" non favorirà la diffusione di copie pirata del gioco in questione? Secondo me si:

"Ah, sto gioco è bandito praticamente ovunque, mò me lo scarico, in barba alla censura."

SuperMario=ITA=22 Giugno 2007, 13:56 #10
eppure se andate al cinema a vedere Tarantino tutti dicono "Bello Bello"...io sono contro la censura. Sarebbe bastato mettere un limite d'età cm sui film...poi se un genitore fa vedere l'esorcista al figlioletto di 4 anni sn cavoli suoi, ma vendere il gioco ai soli adulti era la soluzione più accettabile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^