Sustainaville: gli acquisti in-app si trasformano in aiuti umanitari nella vita reale

Sustainaville: gli acquisti in-app si trasformano in aiuti umanitari nella vita reale

La nota rete di associazioni umanitarie ha deciso di proseguire il suo programma di sensibilizzazione sulle condizioni deficitarie di molti bambini attraverso un videogioco.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
 

Sustainaville è un gioco manageriale che ricorda alcuni titoli Zynga ma che si concentra principalmente sulla sensibilizzazione sulle condizioni deficitarie di molti bambini nel mondo e sull'importanza della solidarietà da parte di chi sta meglio. Il gioco, sponsorizzato da Save the Children, consente infatti di effettuare delle donazioni in cambio di oggetti in-game che possono migliorare l'esperienza di gioco e accelerare la progressione.

Sustainaville

Sarà possibile iniziare a donare non appena il gioco entrerà in Closed Beta, e questo succederà il prossimo 4 giugno. La versione definitiva, invece, arriverà in estate nei formati PC, Mac, iOS e Android. Save the Children si è affidata alla software house Good Game Productions per lo sviluppo di questo gioco.

Sustainaville mette i giocatori nei panni di operatori umanitari che svolgono attività come fornire il cibo alle popolazioni disagiate, oltre che occuparsi di assistenza sanitaria e di approvvigionamento idrico. Ma i giocatori devono anche assicurasi che la città sia pronta a fronteggiare gli effetti di terremoti e uragani. I fondi provenienti da tutti gli acquisti in-game effettuati verranno usati per azioni di solidarietà nella vita reale.

"Non è possibile trasmettere con un normale videogioco lo sforzo e la dedizione degli operatori umanitari di Save the Children, alcuni dei quali hanno rischiato la loro stessa vita pur di aiutare i bambini bisognosi", ha detto Paul Ronalds, il direttore generale di Save the Children in Australia, che sta dirigendo il progetto. "Ma la nostra speranza è che, attraverso Sustainaville, i giocatori apprezzino gli sforzi dei nostri operatori umanitari e che in qualche modo contribuiscano ad aiutare questi bambini".

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
amd-novello24 Maggio 2015, 19:44 #1
se è tutto vero tanto di cappello
Luca*gr24 Maggio 2015, 21:51 #2
Ottima iniziativa.
Per ora è solo un videogioco, ma almeno qualcuno ci ha pensato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^