Stime: mercato hardware PC per il gaming sui 22 miliardi di dollari nel 2011

Stime: mercato hardware PC per il gaming sui 22 miliardi di dollari nel 2011

Secondo la società di ricerca di mercato Jon Peddie Research, che analizza dati PC Gaming Alliance, il valore del mercato dell'hardware PC dedicato al gaming è destinato a crescere.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:37 nel canale Videogames
 

Secondo stime della società di analisi di mercato Jon Peddie Research nel 2011 si verificherà un'interessante crescita del valore del mercato dell'hardware per il gaming su PC, che raggiungerà i 22 miliardi di dollari. Il rilascio di nuovo software in grado di sfruttare le capacità dell'hardware e la riduzione dei prezzi favoriranno un'ulteriore crescita per il mercato gaming su PC.

Jon Peddie Research si rifà agli ultimi dati PC Gaming Alliance. Nel 2010 il mercato dell'hardware per il gaming su PC è cresciuto del 20% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 16,2 miliardi di dollari. In nessuna area geografica si registra un calo rispetto all'anno precedente.

Il mercato che cresce più velocemente è quello cinese, che nel 2010 acquisisce un valore di 4,8 miliardi di dollari. Segno più anche per i mercati dei videogiochi PC di Corea, Giappone, Stati Uniti, Regno Unito e Germania. Secondo i dati di PC Gaming Alliance si può raggiungere un valore di mercato di 23 miliardi di dollari entro il 2014 se viene mantenuto questo ritmo di crescita.

I motivi che stanno generando questa repentina crescita sono svariati. Il principale riguarda il fatto che l'evoluzione dell'hardware per i videogiochi per PC ha subito un brusco rallentamento negli ultimi anni mentre adesso questo tipo di hardware torna appetibile per l'acquisto. Molti giochi di successo appartenenti ai generi sparatutto in prima persona e strategico in tempo reale, inoltre, inducono le persone ad aggiornare i propri PC.

Altri fattori: la riduzione dei prezzi dei monitor, la diffusione degli SSD e la convenienza dei servizi di distribuzione digitale come Steam e Direct2Drive. Bisogna considerare anche il ritardo dell'hardware delle console di nuova generazione che rende preferibile in alcuni casi giocare su PC, l'avanzamento delle DirectX 11 e la possibilità di usare su PC speaker, mouse e altri accessori di qualità, oltre che la maggiore personalizzazione.

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13502 Marzo 2011, 08:48 #1
alla faccia delle cessoles!
gaming su pc tutta la vita
Yrrah02 Marzo 2011, 08:57 #2
Buondì a tutto il forum, e W il gaming su PC! =)
alexdal02 Marzo 2011, 09:13 #3
Quindi la gente paga una fortuna per l'Hardware ma ruba sul software.

Ma se la gente rapinasse i negozi o i magazzini di schede grafiche sarebbe arrestata.

Ma forse il Papa (e i capi delle altre religioni) avrebbero dovuto inserire nel "Non rubare" anche il software, i libri ebook, i video, la pay tv e la musica
Anche la legge degli stati non avrebbe fatto distinzione tra rapinare un deposito di monitor o un software.

Comunque non capiro perche' sganciare 200 euro per una scheda piu' peformante che durera' si e no un anno o poco piu' sia piu' facile di pagare 39.90 per un gioco (che a me dura 3 mesi, non parlo dei maniaci figli di papa che vivono la loro triste vita davanti un monitor e che un gioco dura due giorni)

Jackal200602 Marzo 2011, 09:22 #4
Originariamente inviato da: alexdal
Quindi la gente paga una fortuna per l'Hardware ma ruba sul software.

Ma se la gente rapinasse i negozi o i magazzini di schede grafiche sarebbe arrestata.

Ma forse il Papa (e i capi delle altre religioni) avrebbero dovuto inserire nel "Non rubare" anche il software, i libri ebook, i video, la pay tv e la musica
Anche la legge degli stati non avrebbe fatto distinzione tra rapinare un deposito di monitor o un software.

Comunque non capiro perche' sganciare 200 euro per una scheda piu' peformante che durera' si e no un anno o poco piu' sia piu' facile di pagare 39.90 per un gioco (che a me dura 3 mesi, non parlo dei maniaci figli di papa che vivono la loro triste vita davanti un monitor e che un gioco dura due giorni)


Non so voi, ma io ste cose non le reggo più!

Non vi pare di essere un tantino supponenti?

La WII è stata craccabile sin da subito, quasi lo stesso destino per la XBOX. Solo la ps3 ha retto fino ad ora.

Quindi chi ti dice che chi gioca con le consolle non scarichi giochi a sbaffo?
Chi ti dice che chi gioca col PC debba necessariamente giocare con videogames scaricati illegalmente?

Solo perché emule è installabile sul PC non vuol dire che con emule si possono scaricare SOLO giochi per PC...


E basta con sta storia...

Che una scheda grafica da 200 euro duri un anno lo dici solo tu...

Spiega, inoltre, come si ruba la paytv, perché non l'ho capita. Se intendi dire "vedere canali esteri in streaming", quello non è un reato, perché in Italia, nessuno ha l'esclusiva su quei canali. Non fate a prescindere gli avvocati delle multinazionali: vi garantisco che hanno i soldi per pagarseli, fate volontariato piuttosto!

NB: l'attuale papa ha omesso di denunciare e far rimuovere dei preti pedofili in passato, credo che le dimenticanze che contano siano diverse dal fatto che si siano dimenticati di aggiungere "non rubare il software"... e poi, chi ti dice che i videogiocatori siano dei religiosi ortodossi?
JackZR02 Marzo 2011, 09:40 #5
@Alexdal:

Il tuo discorso non sta né in cielo né in terra.
Ho lo stesso PC da 4 anni, ha tuttora prestazioni ben superiori alle consoles e non lo uso solo per giocare.
Di giochi originali in quantità ma non sono il solo visto che il mercato PC sia hardware che software è in ripresa.
MaxFactor[ST]02 Marzo 2011, 09:56 #6

@Alexdal

Ma lo hai un PC per giocare o parli per sentito dire?
Noir7902 Marzo 2011, 10:16 #7
Originariamente inviato da: alexdal
Ma forse il Papa (e i capi delle altre religioni) avrebbero dovuto inserire nel "Non rubare" anche il software, i libri ebook, i video, la pay tv e la musica
Anche la legge degli stati non avrebbe fatto distinzione tra rapinare un deposito di monitor o un software.


Qualsiasi persona raziocinante capisce da sola che scaricare illegalmente software commerciali e' un furto; purtroppo, cosi' come per molte altre questioni etiche, quando cio che non e' lecito e' fin troppo facile da compiere ci sono diverse persone che non si pongono problemi.
L'occasione fa l'uomo ladro...
gd350turbo02 Marzo 2011, 10:39 #8
Se continuano a progettare giochi su console e poi a trasportarli in qualche modo su pc, la gente presto si stuferà di spendere tutti quei soldi in hardware e i 22 miliardi si ridurrano di un bel pò !!!
Jackal200602 Marzo 2011, 10:59 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
Se continuano a progettare giochi su console e poi a trasportarli in qualche modo su pc, la gente presto si stuferà di spendere tutti quei soldi in hardware e i 22 miliardi si ridurrano di un bel pò !!!


Ma questa decisione prescinde dalla pirateria, visto che ne è affetto anche il settore console (WII, XBOX e ora comincerà anche ad essere intaccato il settore PS3): non c'è connessione tra pirateria e scelta delle SH di produrre giochi principalmente per console, visto che non sono immuni dalla pirateria.

Evidentemente la gente preferisce, per giocare, le console, perché la compri una volta e sei a posto per diversi anni, visto che di giochi ne vengono sviluppati in quantità per quell'hw specifico e non hanno bisogno di avere know how necessario per capire quale PC scegliere per giocare e quanto spendere, visto che basta farsi un giro negli ipermercati per testare con mano quanto siano ladri con i prezzi dei PC osservando bene la configurazione HW: ci fosse un PC con una scheda Video decente, sui 400-500 euro...

Non mi sorprende quindi che la gente preferisca le console, piuttosto che giocare al PC, visto che le console sono un elettrodomestico puro, mentre il PC (che viene considerato dalla maggior parte della gente, che non sa cosa sia un PC, alla stregua di un televisore) non lo è. Se aggiungiamo pure il fatto che col prezzo di una PS3 oggi ti compri un PC che, in termini di potenza di calcolo, non la vede nemmeno, ma che questo, ai più, non è noto, ecco spiegato perché la maggior parte delle persone preferisce usare una console, piuttosto che un PC. Di conseguenza ci sono più giochi per console, che per PC. E' una conseguenza del mercato, non della pirateria, che intacca qualsiasi fetta di mercato in cui vi sia notorietà e qualità del prodotto; in genere, infatti, la pirateria è direttamente proporzionale alla notorietà e, quindi, alle vendite, un esempio? Il film più scaricato al mondo è anche quello che ha incassato di più al mondo e ai produttori non frega nulla del primo record ma, piuttosto, del secondo.

In ultima analisi: molti credono che il mercato dei videogiochi per PC stia su un binario morto. A costoro vorrei far notare che, ogni anno, i due principali produttori mondiali di schede grafiche producono non 2 schede, ma ben 2 famiglie di schede ciascuno (ATI serie HD 5000 anno 2009 e 6000 anno 2009 e 2010; NVIDIA serie GTX 400 e GTX 500 anno 2010), vorrà forse dire che c'è un mercato (22MLD $) o no? La gente compra quelle schede per giocare a freesbee?
gd350turbo02 Marzo 2011, 11:21 #10
Il mio discorso non centra con la pirateria...
Si, io ERO uno di quelli...
ERO perchè dopo aver comprato TDU2 e il futuro CRISYS2, e visto cosa hanno fatto, la voglia di spendere soldi per cambiare hardware è andata sotto zero...
Se devono fare dei giochi per pc così, meglio che non li facciano, così magari risolvono il problema pirateria...
Se ci sono tante persone che la pensano così, si fa in fretta a ridurre il 22 miliardi a 22 milioni, o peggio...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^