Steam potrebbe presto consentire di condividere i giochi con gli amici

Steam potrebbe presto consentire di condividere i giochi con gli amici

Circolano voci sulla rete a proposito di una nuova possibile funzionalità di Steam.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:42 nel canale Videogames
Steam
 

Nel caso di Xbox One e PlayStation 4 si stanno diffondendo a macchia d'olio le proteste a proposito della presunta impossibilità di vendere i giochi usati o di prendere in prestito un gioco dagli amici. Ma, in realtà, su Steam questo limite c'è sempre stato, anche se le cose potrebbero essere destinate a cambiare.

Steam

Stando a tre righe di codice individuate all'interno dell'ultimo client beta di Steam, e segnalate dal poster di Neogaf Grief.exe, Valve avrebbe pianificato di introdurre nel suo servizio di distribuzione digitale una sorta di "libreria di giochi condivisa". Di seguito le tre righe in questione:

  • "SteamUI_JoinDialog_SharedLicense_Title" "Shared game library"
  • "SteamUI_JoinDialog_SharedLicenseLocked_OwnerText" "Just so you know, your games are currently in use by %borrower%. Playing now will send %borrower% a notice that it's time to quit."
  • "SteamUI_JoinDialog_SharedLicenseLocked_BorrowerText" "This shared game is currently unavailable. Please try again later or buy this game for your own library."

Sembra che Valve stia pensando a un sistema per il quale sia possibile prestare temporaneamente dei giochi agli amici per poi riprenderseli quando si vuole. Per come funziona Steam attualmente, invece, dopo aver acquistato un gioco questo rimane definitivamente legato all'account, e non può essere ceduto in alcun modo.

Consentire ai giocatori PC di condividere i giochi costituirebbe, dunque, un grande cambiamento, anche se Valve poi dovrebbe verificare se la cosa può essere condivisa e supportata dai produttori di videogiochi. Potrebbe esserci un limite nel numero di persone con cui è possibile condividere i giochi, proprio come accade con Xbox One. Microsoft ha infatti corretto il tiro a proposito dei limiti imposti al mercato dell'usato e al prestito di giochi, stabilendo che è possibile condividere i giochi per la console con un massimo di 10 persone appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Nel caso di Xbox One, infatti, sarà possibile condividere un abbonamento Xbox Live Gold tra 10 utenti che vivono nella stessa abitazione, e con uno che vive altrove. Solo un utente alla volta potrà usare la copia condivisa, mentre non sarà obbligatorio usare la stessa console.

Nel momento in cui scriviamo, Valve non ha assunto una posizione ufficiale riguardo a questa fuga di notizie.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Donbabbeo19 Giugno 2013, 17:02 #1
Io spero di no
damxxx19 Giugno 2013, 17:05 #2
Veramente con l'Xbox One ci sarà la possibilità, oltre che di condividere i giochi con 10 familiari, anche di prestare il proprio gioco, inoltre la vendita dei giochi usati non è bloccata a priori, ma sarà una scelta degli editori stabilire se bloccarla, richiedere il pagamento di una tassa o lasciarla completamente libera.

In ogni caso Microsoft ha già detto che: In our role as a game publisher, Microsoft Studios will enable you to give your games to friends or trade in your Xbox One games at participating retailers. (fonte)
demon7719 Giugno 2013, 17:10 #3
Direi che prima di esprimersi in qualsiasi modo è proprio necessario aspettare una proposta concreta da parte di Steam. Adesso difficile commentare.

Mi pare abbastanza strano.. che fa da niente a tutto? Di sicuro la possibilità di prestare un titolo ad un amico sarà soggetta a specifiche regole.

Sinceramente mi piacerebbe molto che steam desse la possibilità di vendere i giochi tra utenti, prendendosi una percentuale..
Bivvoz19 Giugno 2013, 17:16 #4
Originariamente inviato da: demon77
Sinceramente mi piacerebbe molto che steam desse la possibilità di vendere i giochi tra utenti, prendendosi una percentuale..


Ma anche no.

A prima vista sembrerebbe una cosa interessante, ma considera bene che se inseriscono la possibilità di vendere l'usato è molto probabile che non vedremo più giochi in superofferta a 2 euro o simili.

Personalmente preferisco com'è ora, cioè aspettare l'offerta, che dover andare a caccia di giochi usati per non spendere una fortuna.
franksisca19 Giugno 2013, 17:25 #5
dipende, se fanno una cosa tipo "presti il gioco a 3€ per una settimana" allora mi andrebbe anche bene (con le dovute proporzioni)...le offerte resterebbero, 30% publisher/produttore e 70% steam...anzi.... 30% publisher/produttore e 60% steam e 10% in soldi da rispende nello shop steam per lo user che "presta" il gioco...così steam ci guadagna 2 volte (e per me non è necessariamente un male), i publisher non rompono le @@ con la storia che non guadagnano dall'usato, gamestop chiude ( ), e anche noi ci guadagnamo qualcosina ina ina....

Ma ovviamente questo sarà tutto da vedere...mi piacerebbe poter dare free una sessione di 60 minuti ad account e basta in modo gratuito...questo è il vero "prestare un gioco"
Khronos19 Giugno 2013, 17:54 #6
a me piacerebbe vedere le tessere usa e getta per acquistare su Steam.
Tuvok-LuR-19 Giugno 2013, 18:29 #7
Originariamente inviato da: Khronos
a me piacerebbe vedere le tessere usa e getta per acquistare su Steam.


già, vuoi mettere il pericolo di inserire il numero di carta di credito con tutti gli acher che ci sono è pericolosissimo!!!111
alex919 Giugno 2013, 18:34 #8
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Io spero di no


perchè scusa?
tony8919 Giugno 2013, 19:16 #9
dovrebbero dare la possibilita di vendere i giochi, anche per cifre irrisorie o punti steam wallet...mi libererei di pacchi incartati tipo i mw2-mw3, lead and gold, brink e compagnia bella almeno un modo per rincuorarti per aver buttato soldi i giochi scam
Donbabbeo19 Giugno 2013, 19:24 #10
Originariamente inviato da: alex9
perchè scusa?


Perché ho il vago sospetto che con la scusa che si possono prestare/rivendere ci troveremo prezzi medi più alti e meno sconti.
C'è il rischio che intacchi lo status quo attuale e sinceramente (visto che così com'è ora non ho motivo di lamentarmi) preferisco non cambi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^