Steam: cambia il modo con cui sottopone i giochi alle attenzioni dei giocatori

Steam: cambia il modo con cui sottopone i giochi alle attenzioni dei giocatori

Valve ha spiegato in un post come intende cambiare gli algoritmi con cui Steam decide quali giochi sottoporre alle attenzioni dei giocatori e, soprattutto, di rendere più trasparente il funzionamento di questi algoritmi

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
Steam
 

Con un post sul suo blog, Valve spiega come si sta impegnando per migliorare il modo con cui Steam offre i giochi ai giocatori. Nello specifico ha deciso di aggiungere una nuova sezione allo scopo di rendere più trasparente il funzionamento dell'algoritmo che determina quali giochi sottoporre alle attenzioni dei giocatori sulla base dei dati raccolti sulle loro preferenze e comportamenti.

Lo Store di Steam, infatti, mette nei primi posti i titoli scegliendoli tramite un algoritmo a scatola nera, il cui funzionamento, ovvero, non è noto. Ma questo è destinato a cambiare, visto che Steam ha iniziato a mostrare una sezione che indica perché Steam è giunto alla conclusione che quello specifico titolo possa essere di interesse per l'utente.

Steam

"L'algoritmo sa di avere a disposizione un numero limitato di spazi che può usare per sottoporre i giochi alle attenzioni dei giocatori", si spiega nel post. "Conosce certe informazioni sul giocatore e lo storico degli acquisti che ha fatto. Dispone, inoltre, di certe informazioni sui giochi sulla base delle dichiarazioni degli sviluppatori e di ciò che hanno fatto e detto i precedenti acquirenti dei giochi. Mastica, dunque, tutti questi dati e, infine, decide quali giochi mostrare al giocatore nelle diverse sezioni dello Store".

Valve sostiene di voler seguire un approccio simile a quello adottato per il matchmaking di Dota 2. Anche in quel caso era inizialmente affidato a un algoritmo a scatola nera, il quale produce però in certi casi delle storture soprattutto perché è difficile stabilire il motivo del fallimento nei casi in cui le cose non vanno per il verso giusto. Quando ha esposto meglio i dati della scatola nera, ovvero sostanzialmente il rank di matchmaking dei giocatori, ha iniziato a capire meglio perché le cose non funzionavano nel modo giusto in certi casi.

Recentemente, Valve ha parlato anche delle richieste di supporto su Steam.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^